bg header
logo_print

Ravioli tondi con cardi e salsiccia, un primo rustico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ravioli tondi con cardi e salsiccia
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Oggi in tavola ravioli tondi con cardi e salsiccia

Il piatto che andremo a scoprire oggi unisce la tradizione italiana con un tocco di originalità: i ravioli tondi con cardi e salsiccia. Questa ricetta rappresenta una fusione di sapori unici, perfetta per sorprendere i palati più esigenti.

I ravioli sono un classico della cucina italiana, amati in tutto il mondo. La loro origine si perde nella storia culinaria del nostro Paese. I cardi, meno noti ma ugualmente prelibati, aggiungono una nota di gusto particolare. La salsiccia, con il suo sapore deciso, completa il piatto.

Per realizzare questa ricetta occorrono ingredienti semplici ma di qualità. I cardi devono essere freschi e croccanti, la salsiccia preferibilmente di produzione artigianale. La pasta fresca per i ravioli, meglio se fatta in casa, farà la differenza.

Il cuore della ricetta è il ripieno. I cardi e la salsiccia, mescolati insieme, creano un equilibrio di sapori sorprendente. Si possono aggiungere spezie o erbe aromatiche per personalizzare il gusto.

I ravioli vengono poi chiusi e cotti in acqua salata. Una volta pronti, possono essere conditi con un semplice sugo di pomodoro o con un burro fuso e salvia. La presentazione è fondamentale: un piatto colorato e invitante conquisterà gli occhi prima ancora del palato.

I ravioli tondi con cardi e salsiccia sono un piatto che racchiude la ricchezza della cucina italiana. Perfetti per una cena speciale, questi ravioli sorprenderanno i vostri ospiti con il loro sapore unico e la loro presentazione raffinata

Ricetta ravioli tondi con cardi e salsiccia

Preparazione ravioli tondi con cardi e salsiccia

Per la preparazione dei ravioli tondi con cardi e salsiccia iniziate sbucciando i cardi e tagliando via sia le estremità che i filamenti che si trovano sul gambo. Poi fate i cardi a tocchetti e bolliteli in acqua salata e leggermente acidulata (basta il succo filtrato di un limone per ogni litro di acqua). Mettete da parte metà dei cardi, l’altra metà, invece, frullatela aggiungendo un po’ di acqua di cottura in modo da ricavare una salsina uniforme.

In una padella antiaderente scaldate l’olio extravergine di oliva e imbiondite il trito di scalogno. Poi unite la salsiccia spellata e sgranatela con un semplice cucchiaio di legno. Infine, versate il vino bianco e fate sfumare. Ora aggiungete i cardi precedentemente messi da parte e tagliati a tocchetti. Mescolate e unite la crema di cardi, poi salate, pepate e mescolate nuovamente. Cuocete i ravioli in acqua leggermente salata, scolateli quando sono al dente e saltateli in padella. Aggiungete il formaggio grattugiato e un po’ di acqua di cottura dei ravioli, in modo che il piatto acquisisca una consistenza cremosa. Servite i ravioli caldi e buon appetito.

Ingredienti ravioli tondi con cardi e salsiccia

  • 400 gr. di ravioli senza glutine e lattosioi
  • 500 gr. di cardi
  • 250 gr. di salsiccia
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • 60 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1 limone
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e di pepe

I ravioli tondi con cardi e salsiccia sono un primo piatto in linea con la migliore tradizione italiana, per quanto prevedano qualche variazione sul tema. Il riferimento è soprattutto al condimento, che è allo stesso tempo corposo e ricco di nutrienti. D’altronde, sono presenti i cardi, ortaggi sottovalutati ma che possono offrire molto dal punto di vista salutare e del gusto. Il condimento, che in realtà è una vera e propria salsa, è facile da preparare. Si tratta, infatti, di cuocere la salsiccia in un soffritto di scalogno, previa spellatura e sgranatura, per poi sfumare il tutto con un buon vino bianco. Successivamente, si uniscono prima i cardi ben cotti e tagliati a tocchetti, e dopo una bella crema realizzata con i cardi stessi.

I ravioli vanno lessati secondo le indicazioni in confezione e poi saltati in padella con il condimento. Infine, si manteca il tutto con del buon Parmigiano Reggiano grattugiato, unendo un po’ di acqua di cottura per rendere più cremoso il piatto. E voilà, i ravioli tondi con cardi e salsiccia sono pronti. A prima vista, potrebbe sembrare un primo piatto molto grasso. Certo, è presente la salsiccia, ma per il resto non si segnalano ingredienti calorici (se si esclude la guarnizione finale). Quindi niente di particolarmente diverso rispetto ai primi con elementi di carne. Di certo, siamo di fronte a una ricetta squisita, che propone abbinamenti semplici ma efficaci.

Le proprietà organolettiche e nutrizionali della salsiccia

La salsiccia, utilizzata nei ravioli tondi con i cardi, non gode di ottima fama presso l’immaginario collettivo. Anzi, è considerata una delle peggiori preparazioni di carne in assoluto. In particolare, è sul banco degli imputati per il suo apporto di grassi, che in effetti è rilevante. Un etto di salsiccia, infatti, contiene ben 30 grammi di grassi. Tuttavia, da qui a dire che faccia male ce ne vuole. Come al solito, il veleno sta nella dose, dunque un consumo moderato della salsiccia non reca alcun danno alla linea, e men che meno all’organismo.

Ravioli tondi con cardi e salsiccia

Anzi, mette di buon umore, visto il suo sapore corposo e riconoscibile. Inoltre, può essere considerata una buona fonte proteica, dal momento che 100 grammi di salsiccia contengono circa 16 grammi di proteine. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo sulle 350 kcal per etto. Certo, la cifra è considerevole, ma inferiore a buona parte dei salumi e alla pancetta.

Cosa c’è da sapere sui cardi?

Cosa si può dire sul cardo, un altro protagonista dei ravioli tondi con cardi e salsiccia? In primis, che è un ortaggio sottovalutato. Pur avendo alle spalle una certa tradizione popolare, è ad oggi poco consumato. E’ un peccato se si considera il suo sapore, le sue proprietà nutrizionali e la sua versatilità in cucina. Il cardo è poco calorico, infatti, apporta solo 17 kcal per 100 grammi. Per intenderci, poco più delle dietetiche zucchine.

In compenso è ricco di sali minerali e vitamine, in particolare di vitamina C, potassio e calcio. Ottima è anche la presenza di fibre e di acqua. Ciò rende il cardo un buon diuretico e un efficace depurativo. Questo ortaggio è considerato un tonico per il fegato, ma incide favorevolmente anche sull’apparato digerente, contribuendo a risolvere i più lievi casi di stipsi. Il cardo, al pari del carciofo, rischia di annerirsi e di diventare leggermente aspro. Per questo motivo, prima di cuocerlo è bene metterlo a bagno in una soluzione di acqua acidulata.

Ricette con cardi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Risotto alla malva

Risotto alla malva, un primo piatto aromatico e...

Quale riso scegliere? Per quanto concerne il risotto alla malva vi consiglio di andare sul sicuro utilizzando il riso Carnaroli. E’ la varietà più comunemente usata per il risotto, in quanto è...

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...