bg header

Gnocchi con ragù di coniglio, un delizioso primo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gnocchi con ragu di coniglio

Gnocchi con ragù di coniglio, un delizioso primo piatto. Abbiamo la fortuna di vivere in un Paese in cui la dieta mediterranea è proposta per tradizione, ma spesso ricorriamo a diete elaborate oltreoceano per dimagrire. È ormai ampiamente dimostrato che la dieta mediterranea ha un effetto protettivo nei confronti delle malattie cardiovascolari e di molte forme tumorali, perché si tratta di un regime alimentare completo dal punto di vista nutrizionale.

Fornisce all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno per un corretto funzionamento di tutti gli organi, al contrario della maggior parte delle diete in genere proposte, che si basano sulla limitazione di uno o più tipi di alimenti, che comportano una carenza di alcuni nutrienti (soprattutto, vitamine, minerali ed oligoelementi), con conseguenti cali di pressione, debolezza, vertigini e altri disturbi più gravi. Quando si dimagrisce in poco tempo (e tanto) nel nostro organismo scattano alcuni meccanismi che si oppongono al dimagrimento.

Gnocchi con ragù di coniglio per tutti

Oltre al noto effetto yo-yo, o di rimbalzo, con il quale si perdono e si riprendono i chili persi ogni volta che si inizia e si interrompe una dieta, c’è un altro fenomeno da non sottovalutare: quando si dimagrisce in tempi troppo brevi si perde una quantità eccessiva di massa magra rispetto alla massa grassa, mentre quando si ingrassa di nuovo si recupera soprattutto quella grassa, con il risultato finale che dopo un lungo periodo di yo-yo ci si ritrova con una percentuale di massa grassa superiore a quella che si aveva prima di mettersi a dieta e che il metabolismo, essere pigri, ci fa consumare meno energia’ e’ accumulare sempre più peso.

Gnocchi con ragù di coniglio

Questi gnocchi con ragù di coniglio, primo piatto molto adatto a chi soffre di celiachia oltre che piatto ricco d’interessanti proprietà. Entrando nel merito di quelle della carne di coniglio, è bene ricordare la ricchezza di proteine e la sostanziale povertà di grassi. La carne di coniglio, che si configura come una tra le più complete dal punto di vista nutrizionale, è ricca di grassi insaturi, benefici per la salute del sistema cardiocircolatorio.

Da ricordare è poi il contenuto di minerali. Di quali si parla di preciso? Di fosforo, potassio e magnesio. Molto importante è anche la presenza di vitamina B, che garantisce un alto livello di digeribilità.

La carne di coniglio è una sana quanto nutriente alternativa alle carni suine e bovine, vediamo brevemente perché. Le calorie contenute in una porzione di carne di coniglio (ad esempio arrostita) sono molto meno rispetto alla stessa porzione di carne di manzo o di maiale. Anche i grassi saturi e il colesterolo sono inferiori. Possiamo quindi dire che la carne di coniglio è più magra della carne di manzo e di suino.

Passiamo alle proteine, importanti, lo ricordo, per assicurare all’organismo la giusta quantità di energia, per il buon funzionamento dei muscoli e per il corretto andamento del sistema immunitario. Ecco, con una porzione di coniglio ci assicuriamo la giusta dose di proteine per fare tutto questo.

Non dimentichiamo che un profilo nutrizionale non è completo se mancano vitamine e Sali minerali. Anche in questo caso la carne di coniglio non delude. Troviamo l’importantissima vitamina B12 che è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale e del metabolismo, nonché nella formazione dei globuli rossi. Nel coniglio c’è anche la vitamina B3, nota come niacina che, tra le altre funzioni, aiuta a convertire i carboidrati in energia. Tra i Sali minerali spiccano il selenio e il fosforo.

Scopriamo assieme i benefici dello scalogno

Per completare le informazioni su questi gnocchi con ragù di coniglio è bene specificare qualcosa anche sulla proprietà dello scalogno. Consumarlo crudo è un’ottima soluzione per rinforzare unghie e capelli! I suoi benefici non finiscono però qui! Lo scalogno, infatti, contiene anche molti antiossidanti. Oltre alle vitamine è possibile ricordare la presenza di quercetina! Davvero un toccasana per la salute!

Ingredienti per 6 persone:

  • 600 gr di coniglio disossato,
  • 500 gr di gnocchi,
  • 3 cucchiai di passata di  pomodoro,
  • 2 scalogni,
  • un ciuffetto di prezzemolo,
  • 2/3 chiodi di garofano,
  • 1 bicchiere di vino bianco secco,
  • q.b. olio extravergine di oliva,
  • 40 gr. di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato,
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Fate appassire gli scalogni tritati in 2 cucchiai d’olio e rosolate bagnando con mezzo bicchiere di vino. Quando sarà evaporato aggiungete i pelati, chiodi di garofano e tanta acqua fino a coprire. Bollite finché il liquido si sarà ridotto di un terzo, poi filtrate, riportate il sugo ottenuto sul fuoco, unite il coniglio a dadini e cuocete a fuoco moderato per 25 minuti.

Salate, pepate e aggiungete un cucchiaio di prezzemolo tritato. Lessate nel frattempo in abbondante acqua salata gli gnocchi, scolateli, conditeli con il sugo preparato e cospargeteli di parmigiano grattugiato.

Attenzione: il ragù risulterà ancora più saporito se all’inizio, insieme allo scalogno, rosolerete anche qualche osso di coniglio spezzato, che toglierete prima di unire la polpa di pomodoro.

Tempo di preparazione: 45 minuti

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

2 commenti su “Gnocchi con ragù di coniglio, un delizioso primo

  • Mer 17 Ott 2012 | Giusy Farena ha detto:

    Sono pienamente d'accordo con te! Non esiste cucina nel mondo migliore della nostra. Sana, equilibrata e totalmente genuina! Questi gnocchi sono una favola!

    • Mer 17 Ott 2012 | Tiziana Nonna Paperina ha detto:

      grazieeeeeeeeeee

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...

logo_print