logo_print

Crema di finocchi e salmone per la cena

Crema di finocchi e salmone
Stampa

Una fantastica crema di finocchi e salmone in tavola!

Questa crema di finocchi e salmone è una ricetta alternativa, come direbbe mia nipote: semplice ed economica, ha un gusto delicato e una presentazione raffinata. È una ricetta dalla preparazione veloce e, non appena la crema sarà pronta, potrete godere di tutti i benefici depurativi e salutari del finocchio, delle proteine e degli omega 3 del salmone e dei carboidrati delle patate.

Insomma, avrete tra le mani una pietanza ricca e da far provare a tutta la famiglia! Ma ecco tante altre buone ragioni per assaporare questa delizia…

Nutrimento e gusto a volontà!

Il finocchio è un ortaggio con un basso contenuto calorico, con un alto potere saziante ed è da sempre conosciuto anche per i suoi effetti benefici. È un digestivo naturale, allevia le coliche e i dolori intestinali, aiuta a prevenire (e in alcuni casi può curare) la pressione arteriosa alta, seda la tosse e può perfino regolare i livelli ormonali durante la menopausa! Offre una buona quantità di proteine vegetali, ma soprattutto di fibre.

Per quanto riguarda i minerali, questo ortaggio regala ad ogni piatto di crema di finocchi e salmone notevoli livelli di potassio, ferro, fosforo, zinco, magnesio, manganese, calcio e selenio, ma anche di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6 e C. È utile sapere che i finocchi vantano proprietà antiossidanti, depurative (utili in particolare nei confronti del sangue e del fegato) antinfiammatorie, antianemiche, chemio-protettive e antitumorali.

Crema di finocchi e salmone

Secondo gli studi, abbiamo a che fare con un alimento perfetto per favorire e incrementare la produzione del latte materno delle neo mamme e con un alleato fantastico per la salute e per il corretto funzionamento del cuore, del cervello, degli occhi, della pelle e del sistema immunitario.

L’altro ingrediente della crema di finocchi e salmone

D’altra parte, troviamo il salmone, che si impegna invece per conferire al pasto una buona dose di proteine di alto valore biologico, omega 3, vitamina PP, vitamina B12 e un’ulteriore quantità di vitamina A, B1 e B6, selenio e fosforo. Anche questo delizioso pesce ha tante peculiarità che vanno ben oltre il sapore! È ad esempio ottimo per contrastare l’ipercolesterolemia e proteggere il cuore, per favorire il benessere del sistema nervoso e di quello cardiovascolare. Rinforza le ossa e stimola le funzioni celebrali…

In pratica, la crema di finocchi e salmone non ci delude da nessun punto di vista e il suo valore nutrizionale e terapeutico può aumentare ulteriormente grazie ad altri interessanti ingredienti come le patate, le cipolle, il latte vegetale, lo yogurt greco e gli scalogni!

Ingredienti per 4 persone

  • 600 gr. di patate
  • due finocchi
  • 2 cipolle
  • 2 dl di latte intero consentito
  • 100 gr. di yogurt greco delattosato
  • 4 fette di salmone affumicato
  • 4 scalogni
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 rametto di aneto
  • 30 gr. di burro chiarificato
  • q.b. sale e pepe

Preparazione:

Mondate gli scalogni e affettateli sottilmente. Fateli appassire in un tegame in cui avrete sciolto 20 gr.di burro, per 5-6 minuti a fiamma media; aggiungete lo zucchero, fate caramellare e tenete in caldo. Lavate e pelate le patate; riducetele a tocchetti di piccole dimensioni e cuocetele al vapore per 25 minuti.

Nel frattempo mondate e lavate il finocchio e sbucciate le cipolle; tagliate entrambi gli ingredienti a pezzetti e poneteli in una casseruola con 10 g di burro, un mestolo di acqua bollente e una presa di sale. Lasciate stufare per 20 minuti a fiamma bassa e recipiente coperto.

Frullate nel mixer le cipolle con il finocchio, il latte, lo yogurt, un pizzico di sale e una macinata di pepe, in modo da ottenere una crema omogenea. Passate le patate allo schiacciapatate, raccogliendo la purea in una ciotola; unite il composto frullato versandolo a filo e mescolando continuamente con una frusta.

Versate nei piatti condendo con una macinata di pepe fresco, un filo d’olio a crudo e  cospargete con l’aneto tritato, decorate con un ciuffetto di aneto intero e servite.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


19-04-2011
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti