bg header
logo_print

Insalatina di coniglio: un piatto decisamente alternativo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Insalatina di coniglio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Con l’insalatina di coniglio ho risolto un’antipatica sitauzione! Invece domenica, all’improvviso, mi chiedono cosa preparo per pranzo e io li ho guardati sgomenta, perché non sapevo proprio cosa fare! Non avevo molto nel frigo e nel freezer… menomale che il mio orto cosi ben curato non mi ha abbandonato! Non so voi, ma a me diverte tantissimo poter preparare qualcosa con quel poco che a volte si trova in frigo: è una sfida che mi affascina sempre e lascia sempre stupito il marito, che ogni volta a fine pasto mi chiede… “Ma come hai fatto?”

Ricetta Insalatina di coniglio

Preparazione Insalatina di coniglio

Disossate il coniglio e ta­gliate la carne a bocconcini, quindi avvolgete ognuno di questi in mezza fetta di pro­sciutto e fissatelo con uno stecchino. Lavate l’insalata, la rucola e il tarassaco sotto abbondante acqua fredda e scolate per bene.

Fate rosolare i bocconcini di coniglio in una pirofila con il burro, 2 cucchiai di olio, le erbe aromatiche. Spruzzate il tutto con il brandy, lasciatelo evaporare a fuoco vi­vo, e poi trasferite la pirofila in forno già caldo a 180°. Fa­te cuocere per circa 30 minuti. Se il sugo diventasse troppo asciutto, bagnate con poca ac­qua calda.

A cottura ultimata, estraete i bocconcini dalla pirofila e teneteli in caldo. Unite al fon­do di cottura, 4-5 cucchiai di vino e fatelo consumare a fuoco vivo. Infine, filtratelo per eliminare salvia e rosmarino, regolate di sale, date una macinata di pepe, ag­giungetevi un cucchiaio di aceto e sbattete con una pic­cola frusta per emulsionare il condimento.

Mondate i 3 tipi di insalata, lavateli, asciugateli e dispone­teli su un piatto da portata as­sieme ai bocconcini ancora tie­pidi, irrorate con la salsa pre­parata e servite la vostra insalatina di coniglio (oppure servi­te a parte in una salsiera). Non è consigliato mangiare queso piatto freddo.

Ingredienti Insalatina di coniglio

  • 600 gr. circa di coniglio
  • 100 gr. di prosciutto crudo
  • 200 gr. di insalata verde
  • un mazzetto di rucola
  • un mazzetto di tarassaco
  • qualche foglia di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • un cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di vino bianco secco
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di brandy
  • q.b. sale e pepe

Un’insalatina di coniglio semplice ma speciale

Un’insalatina di coniglio semplice ma speciale: una delizia per il palato e un’opzione culinaria che merita di essere esplorata sotto ogni aspetto!

Oggi sono entusiasta di condividere con voi la ricetta dell’insalatina di coniglio, un piatto che, nonostante la sua semplicità, è in grado di incantare i sensi e soddisfare il desiderio di una preparazione straordinaria. Prepararla è un gioco da ragazzi e il risultato finale è tanto sorprendente quanto delizioso.

È passato un po’ di tempo dall’ultima volta che ho avuto l’opportunità di proporvi una ricetta che valorizzasse la carne di coniglio. Questo accade principalmente perché, negli ultimi tempi, la frenesia quotidiana ha spesso limitato il mio tempo in cucina, ma ora è giunto il momento di riscoprire il piacere di creare qualcosa di davvero sfizioso e unico.

L’insalatina di coniglio è, senza dubbio, una delle opzioni culinarie più sorprendenti e memorabili che possiate provare. La sua bellezza risiede nella sua semplicità; tuttavia, questo non significa che manchi di complessità di gusto. La carne di coniglio, tenera e delicata, si sposa perfettamente con gli ingredienti freschi e saporiti che compongono questa preparazione. Il risultato è un piatto che soddisferà anche i palati più esigenti.

Non si tratta solo di un’esperienza culinaria, ma anche di un viaggio sensoriale attraverso i sapori e le consistenze che si fondono in un equilibrio armonioso. L’insalatina di coniglio è una dimostrazione di come l’amore per la cucina possa trasformare ingredienti semplici in una prelibatezza straordinaria.

Pertanto, vi invito a unirvi a me in questa avventura culinaria. Prepariamo insieme l’insalatina di coniglio e regaliamoci un momento di autentico piacere gastronomico. Sono certo che, come me, rimarrete affascinati da quanto sia straordinariamente buona e appagante questa ricetta.

Le caratteristiche della carne che ho scelto

Quella del coniglio è una carne bianca e magra, e perciò ideale per moltissimi regimi alimentari. Viene data ai bambini e viene mangiata con più tranquillità anche da coloro che desiderano tenere sotto controllo la linea. Tuttavia, per avvalersi di un prodotto di qualità, è necessario prestare attenzione alla provenienza e assicurarsi che non sia stato cresciuto in un allevamento intensivo, caratterizzato da sovralimentazione e, spesse volte, anche dalla somministrazione di particolari farmaci.

La carne di coniglio è una sana quanto nutriente alternativa alle carni suine e bovine, vediamo brevemente perché. Le calorie contenute in una porzione di carne di coniglio (ad esempio arrostita) sono molto meno rispetto alla stessa porzione di carne di manzo o di maiale. Anche i grassi saturi e il colesterolo sono inferiori. Possiamo quindi dire che la carne di coniglio è più magra della carne di manzo e di suino.

Passiamo alle proteine, importanti, lo ricordo, per assicurare all’organismo la giusta quantità di energia, per il buon funzionamento dei muscoli e per il corretto andamento del sistema immunitario. Ecco, con una porzione di coniglio ci assicuriamo la giusta dose di proteine per fare tutto questo.

Non dimentichiamo che un profilo nutrizionale non è completo se mancano vitamine e Sali minerali. Anche in questo caso la carne di coniglio non delude. Troviamo l’importantissima vitamina B12 che è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale e del metabolismo, nonché nella formazione dei globuli rossi. Nel coniglio c’è anche la vitamina B3, nota come niacina che, tra le altre funzioni, aiuta a convertire i carboidrati in energia. Tra i Sali minerali spiccano il selenio e il fosforo.

Insalatina di coniglio

Seguendo queste indicazioni, potrete certamente portare in tavola un’insalatina di coniglio più gustosa e genuina. In pratica, non vi deluderà per quanto riguarda il sapore e neanche a livello nutrizionale. In generale, è utile sapere che, secondo le ricerche, abbiamo a che fare con una carne definita “ipoallergenica”, in quanto è difficile che le sue proteine possano scatenare delle intolleranze alimentari.

Oltre a questo, non dobbiamo dimenticare che si tratta di un alimento poco calorico, ma altamente nutriente, proteico e contenente dei livelli di colesterolo decisamente bassi. Questa carne è inoltre una ricca fonte di ferro, fosforo, potassio e niacina (vitamina PP).

Un focus sul prosciutto crudo

Nella preparazione della nostra insalatina di coniglio, abbiamo scelto di includere il prosciutto crudo per diversi motivi che contribuiscono a migliorare il sapore e la consistenza complessiva del piatto. Ecco perché abbiamo optato per l’uso del prosciutto crudo:

  • Sapore : Il prosciutto crudo è noto per il suo sapore sapido e ricco, che aggiunge una nota gustosa all’insalatina di coniglio. Questo contrasto di sapori crea un piatto più equilibrato e gustoso.
  • Texture croccante : Il prosciutto crudo, quando viene tagliato a striscioline sottili e croccanti, aggiunge una piacevole consistenza croccante all’insalata. Questa texture contrasta con la morbidezza del coniglio e degli altri ingredienti, fornendo una varietà sensoriale che rende il piatto più interessante.
  • Profondità di gusto : L’insalatina di coniglio tende ad avere un sapore delicato. L’aggiunta del prosciutto crudo contribuisce a intensificare il sapore complessivo della pietanza, donandole una maggiore profondità di gusto.
  • Estetica e presentazione : Il prosciutto crudo può essere utilizzato anche per scopi estetici. Le sue strisce sottili possono essere arrotolate o disposte artisticamente sull’insalatina, aggiungendo un tocco visivamente accattivante al piatto.
  • Tradizione culinaria : In alcune tradizioni culinarie, l’abbinamento di carne di coniglio e prosciutto crudo è considerato un’accoppiata deliziosa e tradizionale. Utilizzare il prosciutto crudo può quindi rispecchiare l’autenticità di una ricetta o di uno stile culinario specifico.
  • Equilibrio nutrizionale : Il prosciutto crudo può apportare proteine ​​aggiuntive al piatto, aumentando il suo valore nutrizionale complessivo.

L’uso del prosciutto crudo nell’insalatina di coniglio è una scelta culinaria deliberata che mira a migliorare il sapore, la consistenza e l’aspetto del piatto. Questo ingrediente aggiunge complessità e dimensione a un piatto altrimenti semplice, creando un’esperienza gastronomica più appagante per chi lo gusta.

Ricette con carne di coniglio ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di ceci ed elicriso

Insalata di ceci ed elicriso, un piatto raffinato...

I ceci, dei legumi perfetti Vale la pena parlare dei ceci, che insieme all’elicriso sono i protagonisti di questa deliziosa insalata. Potremmo definire i ceci come dei legumi perfetti, infatti...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Bowl con capesante

Bowl con capesante, come valorizzare il celebre mollusco

Le proprietà del riso venere Il riso gioca un ruolo di fondamentale importanza per la bowl con capesante, infatti funge da base e allo stesso tempo da fonte di carboidrati. Il consiglio è di...