Insalatina di coniglio: un piatto decisamente alternativo

Insalatina di coniglio
Commenti: 0 - Stampa

Un’insalatina di coniglio semplice ma speciale

Oggi voglio proporvi l’ insalatina di coniglio, buonissima e particolare sotto ogni punto di vista! Prepararla è facile ed è difficile non conquistare tutti con questo piatto. Da parte mia, posso dire che è davvero fantastica. Era da tanto che non proponevo una ricetta con la carne di coniglio, soprattutto perché nell’ultimo periodo non ho avuto tempo di cucinare qualcosa di sfizioso o di particolare!

Invece domenica, all’improvviso, mi chiedono cosa preparo per pranzo e io li ho guardati sgomenta, perché non sapevo proprio cosa fare! Non avevo molto nel frigo e nel freezer… menomale che il mio orto cosi ben curato non mi ha abbandonato! Non so voi, ma a me diverte tantissimo poter preparare qualcosa con quel poco che a volte si trova in frigo: è una sfida che mi affascina sempre e lascia sempre stupito il marito, che ogni volta a fine pasto mi chiede… “Ma come hai fatto?”

Le caratteristiche della carne che ho scelto

Quella del coniglio è una carne bianca e magra, e perciò ideale per moltissimi regimi alimentari. Viene data ai bambini e viene mangiata con più tranquillità anche da coloro che desiderano tenere sotto controllo la linea. Tuttavia, per avvalersi di un prodotto di qualità, è necessario prestare attenzione alla provenienza e assicurarsi che non sia stato cresciuto in un allevamento intensivo, caratterizzato da sovralimentazione e, spesse volte, anche dalla somministrazione di particolari farmaci.

La carne di coniglio è una sana quanto nutriente alternativa alle carni suine e bovine, vediamo brevemente perché. Le calorie contenute in una porzione di carne di coniglio (ad esempio arrostita) sono molto meno rispetto alla stessa porzione di carne di manzo o di maiale. Anche i grassi saturi e il colesterolo sono inferiori. Possiamo quindi dire che la carne di coniglio è più magra della carne di manzo e di suino.

Passiamo alle proteine, importanti, lo ricordo, per assicurare all’organismo la giusta quantità di energia, per il buon funzionamento dei muscoli e per il corretto andamento del sistema immunitario. Ecco, con una porzione di coniglio ci assicuriamo la giusta dose di proteine per fare tutto questo.

Non dimentichiamo che un profilo nutrizionale non è completo se mancano vitamine e Sali minerali. Anche in questo caso la carne di coniglio non delude. Troviamo l’importantissima vitamina B12 che è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale e del metabolismo, nonché nella formazione dei globuli rossi. Nel coniglio c’è anche la vitamina B3, nota come niacina che, tra le altre funzioni, aiuta a convertire i carboidrati in energia. Tra i Sali minerali spiccano il selenio e il fosforo.

Insalatina di coniglio

Seguendo queste indicazioni, potrete certamente portare in tavola un’insalatina di coniglio più gustosa e genuina. In pratica, non vi deluderà per quanto riguarda il sapore e neanche a livello nutrizionale. In generale, è utile sapere che, secondo le ricerche, abbiamo a che fare con una carne definita “ipoallergenica”, in quanto è difficile che le sue proteine possano scatenare delle intolleranze alimentari.

Oltre a questo, non dobbiamo dimenticare che si tratta di un alimento poco calorico, ma altamente nutriente, proteico e contenente dei livelli di colesterolo decisamente bassi. Questa carne è inoltre una ricca fonte di ferro, fosforo, potassio e niacina (vitamina PP).

Ed ecco la ricetta dell’  insalatina di coniglio

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr. circa di coniglio
  • 100 gr. di prosciutto crudo
  • 200 gr. di insalata verde
  • un mazzetto di rucola
  • un mazzetto di tarassaco
  • qualche foglia di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • un cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di vino bianco secco
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di brandy
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Disossate il coniglio e ta­gliate la carne a bocconcini, quindi avvolgete ognuno di questi in mezza fetta di pro­sciutto e fissatelo con uno stecchino.

Fate rosolare i bocconcini di coniglio in una pirofila con il burro, 2 cucchiai di olio, 3-4 foglie di salvia e un rametto di rosmarino; spruzzate il tutto con il brandy, lasciatelo evaporare a fuoco vi­vo, e poi trasferite la pirofila in forno già caldo a 180>°. Fa­te cuocere per circa 30 minuti. Se il sugo diventasse troppo asciutto, bagnate con poca ac­qua calda.

A cottura ultimata, estraete i bocconcini dalla pirofila e teneteli in caldo. Unite al fon­do di cottura, 4-5 cucchiai di vino e fatelo consumare a fuoco vivo. Infine, filtratelo per eliminare salvia e rosmarino, regolate di sale e pepate, ag­giungetevi un cucchiaio di aceto e sbattete con una pic­cola frusta per emulsionare il condimento.

Mondate i 3 tipi di insalata, lavateli, asciugateli e dispone­teli su un piatto da portata as­sieme ai bocconcini ancora tie­pidi, irrorate con la salsa pre­parata e servite la vostra insalatina di coniglio (oppure servi­te a parte in una salsiera)

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cetrioli allo Skyr

Cetrioli allo Skyr, un’insalatona gustosa

Cetrioli allo Skyr, colore e gusto per un’insalata corposa I cetrioli allo Skyr sono un'insalata molto corposa, che si caratterizza per un sapore composito e per la presenza di molti alimenti...

Insalata di fiori ed erbe con Skyr

Insalata di fiori ed erbe con Skyr, un...

Insalata di fiori, un’idea davvero particolare L’insalata di fiori ed erbe con Skyr è un’idea particolare e solo a primo acchito bizzarra, per un contorno fuori dal comune che premia gusto e...

Insalata di spinaci

Insalata di spinaci, un contorno completo

Insalata di spinaci, una particolare selezione di ingredienti Oggi vi presento una particolare variante dell’insalata agli spinaci, una ricetta che si completa con un'emulsione squisita e...

Bowl con avocado e fiocchi di latte

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte,...

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte, una lista creativa di ingredienti La poke bowl con avocado, edamame e fiocchi di latte è un'insalata molto corposa, che spicca per l’abbondanza di colori...

Insalata estiva con uova sode

Insalata estiva con uova sode, un contorno iper-proteico

Insalata estiva con uova sode, un contorno tra il dolce e il salato L’insalata estiva con uova sode è un contorno che spicca in primis per l’impatto visivo. La lista degli ingredienti,...

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


07-12-2010
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti