Insalata di Scarola con salmone e uova di quaglia

  • Porzioni per
    6 persone
  • Tempo Totale
    15 Minuti
Insalata di Scarola con salmone e uova di quaglia

La scarola è ricca di potassio ed ha spiccate proprietà depurative e diuretiche.

 

Insalata di Scarola con salmone e uova di quaglia avete mai pensato a questi abbinamenti? E’ composta da ingredienti molto diversi e distanti che tuttavia, a mio avviso, formano un amalgama dal sapore spettacolare!

Anzitutto partiamo dal descrivere le caratteristiche della scarola. Quest’insalata è particolarmente ricca di potassio e possiede spiccate proprietà depurative e diuretiche. Inoltre contiene buone quantità di vitamina A.

Un occhio poco attento potrebbe confonderla con la cugina cicoria. Le varietà sono molteplici: Abbiamo la Gigante degli ortolani, la Dilusia, la Bionda a cuore pieno, la Cornetto di Bordeaux oppure la cosiddetta Indivia belga.

Circa la modalità di utilizzo, occorre ricordare che è necessario eliminare le foglie esterne se queste ultime si presentano rovinate. A seconda della preparazione, potrete affettare oppure separare le foglie. Per poi lavare il tutto accuratamente sotto acqua corrente ed asciugare con una centrifuga da insalata. O in alternativa tamponare con uno strofinaccio pulito.

Quando dovete cucinare un piatto con della scarola, ricordatevi di non comprarla con troppo anticipo perchè in frigo tende ad indurire. I mesi migliori per acquistarla e assaporarla sono quelli della bella stagione, dunque giugno, luglio, agosto, settembre.

Insalata di Scarola con salmone e uova di quaglia

Scarola con salmone e uova di quaglia: la combinazione

La scarola ha un gusto amarognolo che ben si sposa con salmone e uova di quaglia. Ritengo sia l’insalata adatta per esaltare i sapori del pesce rosa e delle uova di quaglia. Siccome il salmone è un grande protagonista delle nostre tavole, quindi ben noto a tutti voi, vorrei spendere qualche parola per le uova del volatile in questione.

Molti pensano che questa pietanza sia qualcosa di lontano, una sorta di sfizio esibito dai grandi chef. Io stessa fino a qualche anno fa non consideravo le uova di quaglia nelle mie ricette. Poi mi sono ricreduta, per vari motivi. Perché hanno un sapore meraviglioso e unico.

Perché non sono così “inavvicinabili” come potrebbe sembrare. E perché rappresentano una valida alternativa per chi soffre di allergie in genere, con particolare riferimento alle graminacee. Non a case vengono utilizzate dalle case farmaceutiche per la produzione di anti-allergici. E sono considerate le uniche uova “dietetiche”.

 

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Ingredienti per 6 persone

  • 1 cuore scarola bianca e tenera
  • 200 gr salmone affumicato
  • 12 uova quaglia
  • q.b. erba cipollina
  • q.b. olio extravergine d'oliva
  • q.b. limone succo
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

  1. Lavate l'insalata, scolatela e dividetela in pezzetti quindi tagliate in striscioline il salmone e tritate l'erba cipollina. Fate lessare le uova di quaglia in acqua bollente per 2 minuti quindi lasciatele raffreddare e sguscìatele.
  2. Condite l'insalata con olio, succo di limone, sale e pepe e suddividetela in 6 piattini, distribuite sopra l'insalata il salmone disponendolo in modo armonioso, unite le uova di quaglia tagliate a metà e cospargete tutto con un poco di erba cipollina.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *