Polpettine di branzino al forno, salutari e gustose

Polpettine di branzino al forno e in qualunque modo mangiate il branzino, anche solo una porzione, ha davvero poche calorie ma è al contempo un’ottima fonte di sostanze nutritive essenziali capaci di apportare all’organismo una dose elevata di energia. Il rovescio della medaglia è che però contiene il mercurio, una sostanza presente in quantità non pericolose, ma di cui pur sempre è meglio non esagerarne con le quantità. Ma vediamo nel dettaglio i benefici alla salute che il branzino ci offre, impariamo come come comportarci ed infine, come di consueto presentiamo, un’originale ricetta.

Non sbagliate di certo se scegliete il branzino per le proteine. Contiene infatti 20 g di proteine in una porzione di circa 80 g, vale a dire il 40% della quantità giornaliera raccomandata e solo 105 calorie. Per prendere tutte le proteine che vi servono, consumatene 46 g al giorno se siete donne e 56 se uomini. Nonostante sia povero di grassi, potete trovare gli acidi grassi omega 3, importantissimi per abbassare la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo, in modo da ridurre il rischio di avere malattie cardiovascolari. La quantità di omega 3 nel branzino è 0,8 g a porzione, che soddisfa il 40-75% della quantità che dovreste assumere ogni giorno, a seconda del sesso, perché gli uomini hanno bisogno di più omega 3 delle donne.

Grazie al branzino, assumete il 6-11% di magnesio e potassio e il 57% di selenio. Quest’ultimo è vitale per produrre antiossidanti e sintetizzare gli ormoni della tiroide. È anche ricco di vitamina B6, visto che ne contiene il 20% della quantità raccomandata. E il 4% di B12. Questi erano i numerosi benefici del branzino. Ma per quanto riguarda il mercurio? Dovete adottare qualche piccolo accorgimento…

Il mercurio emesso dalle industrie si riversa sul mare e di conseguenza i pesci diventano contaminati. Il consumo di mercurio è dannoso per tutti, però lo è soprattutto per le donne incinte e i bambini piccoli perché interferisce con il normale sviluppo del sistema nervoso. Dal momento che non possiamo sapere quanto mercurio è presente nel pesce che compriamo, consumatene tre volte al mese o meno per sicurezza.

In sostanza, il branzino è un tipo di pesce molto nutriente e, se consumato con moderazione, non c’è da allarmarsi. C’è chi lo fa bollito, arrosto, impanato, al forno, etc. ma queste polpettine sono un modo diverso dal solito per servire il branzino al forno. Provatele e non ve ne pentirete!

Il pesce si può cucinare in tanti modi ma avete mai pensato alle polpette? Ecco una ricetta originale per stupire i vostri commensali!

Polpettine di branzino al forno, salutari e gustose

Ingredienti per 4 porzioni

  • 300 gr di filetti di branzino
  • 1 cespo di insalata
  • 4 patate
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di timo tritato
  • q.b. farina di riso
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • q.b.  sale
  • 1 lime

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Lessate le patate con la buccia per circa mezz’ora. Una volta raffreddate, sbucciatele. Lessate i filetti di branzino per circa 10 minuti. Lavate e asciugate l’insalata.

In una terrina unite i filetti, le patate, il timo e l’uovo e frullate in modo da ottenere un composto omogeneo. Aggiustate di sale.

Infarinate le mani, formate delle polpettine e passatele nella farina di riso.

Coprite con della carta da forno una teglia, adagiatevi le polpette e infornate per circa 20 minuti. Rigirate un paio di volte.

Impiattate formando un letto con l’insalata e poi disponetevi sopra le polpette. Decorate con qualche fettina di limone.

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *