bg header
logo_print

Puntarelle marinate con hummus di ceci, davvero deliziose

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Puntarelle marinate con hummus di ceci
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 05 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (7 Recensioni)

Puntarelle marinate al pompelmo, un piatto colorato e salutare

Le puntarelle marinate al pompelmo con hummus di ceci possono essere considerate una bruschetta dal sapore particolare, che esplora e rivoluziona il concetto di classica bruschetta all’italiana. Il merito va proprio alla lista degli ingredienti, composta con cura e con la volontà di stupire. Infatti troviamo le puntarelle e il pompelmo, che raramente viene impiegato nelle ricette salate. Il sapore che emerge con maggiore forza è tuttavia quello delle puntarelle. Ma cosa sono nello specifico le puntarelle? La domanda è legittima, in quanto in alcune zone d’Italia (dall’Emilia Romagna in su) sono poco consumate, mentre rappresentano un habitué delle insalate di puntarelle e delle zuppe del centro Italia. Ebbene, le puntarelle non sono altro che i germogli della cicoria asparago.

Si presentano come delle punte arcuate di colore verde chiaro, tendete al bianco e dalla consistenza solida. Sono a tratti croccanti, ma niente affatto coriacee, a tal punto che possono essere consumate sia cotte che crude. In occasione di questa ricetta ho optato per una leggera marinatura, capace di ammorbidire, preservare i nutrienti e rendere il tutto più aromatico. Da questo punto di vista, anche alla luce dello status di germoglio, le puntarelle stupiscono. Innanzitutto sono poco caloriche, in quanto non vanno oltre le 15 kcal  per 100 grammi. Sono inoltre ricche di vitamine del gruppo B, come il famoso acido folico. Inoltre apportano molti sali minerali, come il calcio, che fa bene ai denti e alle ossa. Le puntarelle abbondando anche di potassio, fosforo e magnesio. Il sodio infine è presente in misura consistente, ma non eccessiva.

Ricetta puntarelle marinate

Preparazione puntarelle marinate

Per preparare le puntarelle marinate al pompelmo con hummus di ceci iniziate proprio dalle puntarelle. Lavatele, fatele a fette molto sottili e immergetele in acqua arricchita con il succo di limone. Poi scolate le puntarelle, asciugatele e versatele in una ciotola. Versate anche il succo di mezzo pompelmo ben filtrato, un po’ di sale, due cucchiai di olio d’oliva e il peperoncino tagliato a fette molto sottili (se lo gradite).

Poi affettate il pane e tostatelo leggermente su una piastra. Infine salate leggermente le puntarelle. Ora spalmate l’hummus sulle fette di pane e posizionate sopra le puntarelle. Completate il tutto con il mezzo pompelmo rimasto, sbucciato e tagliato a pezzi molto piccoli. Servite e buon appetito.

Ingredienti puntarelle marinate

  • 250 gr. di puntarelle
  • 1 confezione di hummus di ceci Noa di Exquisa
  • 200 gr. di pane consentito
  • 1 pompelmo rosa
  • mezzo limone
  • 1 peperoncino piccante (se lo gradite)
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale.

Uno spalmabile dal sapore corposo e aromatico

La ricetta delle puntarelle marinate al pompelmo è molto semplice e alla portata di tutti. Si tratta infatti di marinare le puntarelle e disporle su del pane tostato, già arricchito dallo spalmabile. Proprio su quest’ultimo vorrei soffermarmi un po’ in quanto non si tratta di uno spalmabile normale, bensì dell’hummus di ceci Noa di Exquisa. Questo hummus è una vera e propria crema ai ceci,  che presenta una quota elevata di legumi, oltre che svariati ingredienti di supporto: olio di oliva, un pizzico di zucchero, crema di sesamo, sale e acido citrico. Il risultato è un prodotto di qualità, dal sapore corposo e dalla texture omogenea, pensato per interagire al meglio con molti ingredienti.

Come tutti i prodotti Exquisa, è realizzato senza conservanti e con ingredienti biologici. Nello specifico l’hummus di ceci è anche senza glutine e senza lattosio, inoltre è perfetto anche per i vegani. L’hummus di ceci preserva le proprietà nutrizionali del celebre legume, che si rivelano davvero eccellenti. I ceci sono infatti ricchi di carboidrati e vitamine, quasi in egual misura. Garantiscono inoltre un certo apporto di fibre, che non si disperde nemmeno dopo il trattamento, infine spiccano per l’abbondanza di sali minerali e vitamine.

Il ruolo importante degli agrumi

Gli agrumi giocano un ruolo fondamentale in questa bruschetta alle puntarelle marinate al pompelmo. Nello specifico si utilizzano il limone e il pompelmo. Il primo interviene sotto forma di succo e viene utilizzato per acidulare l’acqua in cui far riposare le puntarelle. Si tratta di un escamotage per evitare che anneriscano, in modo del tutto simile a quanto accade con i carciofi. L’utilizzo del pompelmo è invece più complesso. Una parte, infatti, viene trasformata in succo per formare il liquido di marinatura delle puntarelle, insieme all’olio d’oliva e al peperoncino. La restante parte, invece, viene sbucciata a vivo, fatta a pezzettini e posta sulla bruschetta a mo’ di guarnizione.

Puntarelle marinate con hummus di ceci

Il pompelmo presenta le proprietà nutrizionali tipiche degli agrumi, dunque è ricco di vitamina C, una sostanza che funge da antiossidante e allo stesso tempo stimola il sistema immunitario. A differenza di molti altri agrumi, il pompelmo esercita una funzione drenante e digestiva. Non a caso viene utilizzato per produrre bevande salutari e appartenenti alla categoria “detox”. Ovviamente occorre tenere conto del suo sapore, che è leggermente amarognolo. La varietà “rosa”, chiamata in causa per questa ricetta, è tuttavia più delicata.

Come scegliere il pane da bruschetta?

Arrivati a questo punto non rimane che sciogliere un dubbio: quale è il migliore pane da bruschetta? In realtà molti tipi di pane possono essere impiegati per la bruschetta con puntarelle marinate, a patto però che abbiano certe proprietà. Per esempio, devono essere piuttosto compatti e non presentare una mollica troppo ricca, che tenderebbe a deteriorarsi con il calore. Anche i tipi di pane molto morbidi sono da evitare, come quello all’olio e al burro.

In linea di massima risulta adatto alle bruschette il pane rustico, che è croccante fuori e compatto dentro. Per quanto concerne le farine, invece, dipende dal vostro gusto e dalle vostre possibilità. Ovviamente, se soffrite di celiachia spostatevi usate del pane realizzato con farine alternative. Se gradite sentori rustici, invece, optate per il pane a base di farine ricche di fibre e integrali, come  il pane di segale, di grano saraceno e di fonio.

Ricette con hummus ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tortini di broccoli e patate

Tortini di broccoli e patate, un antipasto per...

I celiaci e gli intolleranti al lattosio possono mangiare questi tortini di broccoli e patate? Chi soffre di celiachia non può mangiare questo tortino di broccoli e patate, in quanto l’impasto...

Involtini di zucchine gialle

Involtini di zucchine gialle, dei rotolini davvero deliziosi

Involtini di zucchine gialle: al forno o in padella? Gli involtini di zucchine gialle, come quelli di carne, si possono cuocere in padella. Questo metodo, sebbene tradizionale, tende ad essere più...

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...