bg header
logo_print

Brownies senza lattosio fatti in casa, oggi si puo!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

brownies senza lattosio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (8 Recensioni)

Brownies senza lattosio per tutti voi. Tra i dolci più conosciuti e consumati al mondo rientrano sicuramente anche i brownies. L’origine del nome deriva dal colore scuro che li caratterizza, il quale deriva dagli ingredienti della ricetta. L’origine di questo dolce delizioso sembra risalire al 1983 anno in cui Bertha Palmer, celebre donna d’affari americana, ha avuto una geniale intuizione. Bertha, infatti, chiese a un pasticciere di preparare un dolce particolare, ovvero che fosse al tempo stesso pratico e delizioso, in modo da offrirlo a tutti i clienti del suo hotel.

Ricetta brownies senza lattosio

Preparazione brownies senza lattosio

Realizzare questi dolcetti è molto semplice. La prima cosa da fare è preriscaldare il forno, impostando 170° C in modalità statica.  Il forno avrà raggiunto la temperatura ideale per la cottura dei brownies nel lasso di tempo necessario alla realizzazione dell’impasto. A questo punto, bisogna sciogliere la margarina, semplicemente nel microonde oppure utilizzando un pentolino con la tecnica del bagnomaria. Bisogna, però, fare attenzione a non bruciarla.

Successivamente, occorre unire lo zucchero e mescolare il tutto. In un’altra ciotola, è necessario miscelare la farina (già setacciata) e il cacao al lievito in polvere, e incorporare le uova e l’estratto di vaniglia con delicatezza, mescolando dal basso verso l’alto. Occorre, poi, aggiungere il composto di margarina e zucchero e formare un impasto liscio e omogeneo. Occorre, infine, unire i pezzi di cioccolato fondente e nocciole, tritati grossolanamente con il coltello (in modo da dare un tocco più “crunchy” ai dolcetti, che hanno una consistenza morbida). 

Ingredienti brownies senza lattosio

  • 150 grammi di farina
  • 300 grammi di zucchero
  • 3 uova grandi
  • 180 grammi di margarina vegetale
  • Mezza bustina di lievito per dolci
  • Un cucchiaio colmo di cacao amaro in polvere
  • 150 grammi di cioccolato fondente (è preferibile scegliere un prodotto almeno al 70%)
  • 100 grammi di nocciole
  • Qualche goccia di estratto di vaniglia
  • Un pizzico di sale.

Brownies – la ricetta senza lattosio

Brownies senza lattosio. Questo dolce doveva essere una torta buona ma dalle dimensioni compatte, capace di stare in una lunchbox in modo da essere facilmente consumata al sacco. Così nacque il primissimo brownie della storia che, diversamente dal dolce che tutti conosciamo, non era nero, ma composto da glassa all’albicocca e impasto alle nocciole. Solo nel 1907 Maria Willet Howard modificò la ricetta originale inserendo più uova e finalmente il cioccolato. In questo modo i brownie sono diventati decisamente più golosi e hanno assunto il classico colore scuro che tutti conosciamo. Oggigiorno ci sono numerose varianti, si possono infatti servire questi dolci con crema al mascarpone, oppure una pallina di gelato alla vaniglia o un ciuffetto di panna montata

brownies senza lattosio

Come servire i brownies?

Per conservare la preparazione senza lattosio anche nel modo di servirli, per soddisfare gli ospiti intolleranti al lattosio, si può scegliere di presentare il dolce in diversi modi. È  possibile, ad esempio, preparare una crema pasticciera utilizzando il latte vegetale in sostituzione di quello tradizionale, o semplicemente spolverare la superficie dei dolcetti con zucchero a velo e guarnire con granella di nocciole tostate. Ancora, per un tocco più fresco, si può realizzare una coulis di frutti rossi

Consigli utili e varianti 

I brownies possono essere preparati anche con alcune variazioni rispetto alla ricetta tradizionale. Ad esempio è possibile preparare dei brownies al doppio cioccolato (sia cioccolato bianco che cioccolato fondente). In questo caso, dopo aver ottenuto l’impasto è necessario dividerlo in due ciotole uguali. Fatto ciò, occorre versare in una ciotola il cioccolato fondente e le nocciole mentre nell’altra occorre versare il cioccolato bianco e le nocciole. Successivamente sarà necessario mettere l’impasto nella teglia (è consigliabile partire dalla ciotola contenente il composto fondente) e dopo versare sopra (magari utilizzando un cucchiaio) l’impasto al cioccolato bianco. Per gli amanti della frutta, invece, è possibile anche preparare dei deliziosi brownies alle albicocche e mandorle. In questo caso basta sostituire le nocciole e utilizzare le albicocche disidratate e le mandorle tritate, senza cambiare null’altro. 

Come conservare i brownies

Una volta preparati i brownies è bene conoscere come conservarli correttamente in modo da evitare possibili sprechi. In genere per poterli conservare è sufficiente utilizzare una scatola di latta. All’interno di quest’ultima, infatti, possono essere conservati per circa 3 o 4 giorni. In alternativa è possibile congelarli. 

Ricette tipiche americane ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (8 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...