bg header
logo_print

Indivia ripiena, un antipasto semplice e alternativo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Indivia ripiena
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (10 Recensioni)

Indivia ripiena, un antipasto di classe semplice da realizzare

Oggi cuciniamo un antipasto gustoso, chic e davvero semplice: l’indivia ripiena con lenticchie e formaggio cremoso. La ricetta propone un modo diverso di intendere le verdure. Non già come ingrediente da insalata, bensì da antipasto ripieno, un po’ come accade con gli ortaggi più sostanziosi. L’indivia si presta bene a questa re-interpretazione in quanto le sue foglie, benché non molto grandi, sono molto resistenti e non molto coriacee. E poi l’indivia è una delle verdure più saporite in assoluto, nel senso che i suoi sentori tendono a “resistere” alle commistioni più coraggiose, tenendo ottimamente il ripieno.

Vale la pena sottolineare, poi, lo spessore nutrizionale dell’indivia, giustificato da una buona dose di vitamina C, potassio e altre sostante nutritive. L’indivia è ricca anche di betacarotene, che funge da catalizzatore per la vitamina A (un toccasana per pelle e vista). In occasione di questa ricetta l’indivia va lavata, ripulita dalle foglie più sgualcite, lavata e asciugata per bene. Infine va impiattata e “riempita” con la farcitura.

Ricetta indivia ripiena

Preparazione indivia ripiena

Per preparare l’indivia ripiena dovrete iniziare pulendo per bene l’indivia. Estraete le foglie dai cespi, scartando quelle rovinate, poi lavatele sotto l’acqua fredda e asciugatele per bene. In una pentola scaldate un po’ di olio e aggiungete i semi di cumino e l’aglio intero.

Riscaldate a fiamma bassa per un paio di minuti, poi rimuovete l’aglio e aggiungete in un’unica soluzione le lenticchie e il brodo.

Ora cuocete per circa 20 minuti, fino a quando i liquidi non si saranno completamente riassorbiti, infine salate e pepate. In una grande ciotola versate lo spalmabile, lo yogurt e un trito di coriandolo.

Terminata la cottura spegnete il fuoco, lasciate raffreddare e integrate le lenticchie nella ciotola con il composto. Ora impiattate le foglie di indivia e adagiate sopra un po’ di composto, infine guarnite con il coriandolo o altre erbe aromatiche a piacere prima di servire.

Ingredienti indivia ripiena

  • 1 o 2 cespi di indivia
  • 150 gr. di lenticchie rosse secche
  • 50 gr. di formaggio spalmabile consentito
  • 1 cucchiaio di semi di cumino
  • 500 ml. circa di brodo vegetale
  • 1 cucchiai di yogurt greco
  • 1 cucchiaio di coriandolo fresco
  • 2 spicchi di aglio
  • q. b. di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e di pepe.

Il sublime tocco dello spalmabile

Un altro sapore che emerge chiaramente in questa indivia ripiena è quello dello spalmabile. Lo spalmabile funge da base per la farcitura insieme allo yogurt greco, quindi vi consiglio di scegliere un prodotto di qualità. A tal proposito io utilizzo sempre gli spalmabili di Exquisa e mi trovo davvero molto bene, anche perché sono realizzati con le migliori materie prime e secondo procedimenti che si ispirano alla tradizione. L’offerta di spalmabili Exquisa è molto ampia, per esempio trovate versioni light, che vantano una quota di grassi di gran lunga inferiore agli altri prodotti.

Trovate persino spalmabili realizzati con il latte di capra. Se siete intolleranti al lattosio scegliete l’Exquisa Fresco Cremoso Senza Lattosio. Questo prodotto, oltre ad essere sicuro per chi soffre di questo disturbo, è buono e vanta una texture molto morbida. In buona sostanza è praticamente indistinguibile dalla versione standard.

Perché abbiamo scelto lo yogurt greco per l’indivia ripiena?

La base della farcitura di questa indivia ripiena è formata anche dallo yogurt greco. Perché proprio questo tipo di yogurt e non magari quello bianco classico? Il motivo è semplice. Lo yogurt bianco è frutto della commistione di ingredienti che ne aumentano la dolcezza e ne rendono più cremosa la texture. Inoltre lo yogurt greco è “puro”, e quindi propone un sapore acidulo che sa proprio di latte fermentato. È buono da solo, almeno per chi ama i sapori forti, ma dà il meglio di sé nella veste di ingrediente per salse e intingoli, come in questo caso.

Lo yogurt greco è anche genuino in quanto propone gli stessi principi nutritivi del latte, ma in una quantità superiore. Il riferimento è alle proteine, al calcio e alla vitamina D. Inoltre è ricco di fermenti lattici, che giovano all’apparato digerente e in particolare alla flora intestinale.

Indivia ripiena

Un focus sulle lenticchie rosse

Il ripieno dell’indivia ripiena si fregia anche della presenza delle lenticchie rosse. Queste vanno cotte nel brodo vegetale su un leggero soffritto di aglio e spezie. Le lenticchie rosse sono adeguate per un ripieno di questo tipo in quanto molto saporite e in grado di apportare un sentore dolciastro, che “spezza” e crea un bel contrasto al palato. Le lenticchie rosse sono tali in quanto contengono le antocianine, sostanze che fungono da antiossidanti e rallentano l’invecchiamento, inibendo l’azione dei radicali liberi.

Per il resto, le lenticchie rosse sono nutrienti come gli altri tipi di lenticchie. Sono ugualmente ricche di carboidrati e proteine, dunque possono essere considerate una sorta di super food. Apportano molto ferro in quanto favoriscono una buona ossigenazione del sangue. Le lenticchie rosse sono più piatte e più piccole delle lenticchie normali, una forma che ben si presta ai ripieni cremosi.

Come aromatizzare l’indivia ripiena?

Benché ricca di ingredienti, la ricetta dei cespi di indivia ripiena è equilibrata. Declina questo senso di equilibrio anche nella scelta delle spezie che intervengono in tempi diversi: il cumino e il coriandolo. Il cumino viene utilizzato insieme all’aglio per creare il soffritto che ospiterà le lenticchie. Il coriandolo, invece, viene sventagliato alla fine per decorare oltre che insaporire.

Il cumino ha un sapore lievemente dolce e a tratti pungente, tanto da ricordare in parte i semi di finocchio. Il coriandolo, invece, assomiglia al prezzemolo, ma presenta note più agrumate. Entrambe queste spezie, se consumate con moderazione, fanno bene all’organismo in quanto sono ricche di antiossidanti. In ogni caso non esagerate con le dosi, in quanto rischiano di coprire gli altri ingredienti, soprattutto le lenticchie che propongono delle note delicate.

Ricette di antipasti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (10 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Aperitivo con arancia

Aperitivo con arancia, un’idea creativa per i buffet...

Aperol, una bevanda leggendaria L’elemento più caratteristico della ricetta dell'aperitivo con arancia è l’Aperol. Siamo parlando di una bevanda molto conosciuta, che ha attraversato oltre un...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Sformatini di fiocchi di latte

Sformatini di fiocchi di latte, un antipasto raffinato

Quali aromi usare per questi sformatini di fiocchi di latte? Tra i punti di forza degli sformatini di fiocchi di latte e salsa ai peperoni spiccano alcuni aromi, che intervengono in entrambe le fasi...