bg header
logo_print

Cream tart albero di Natale, una merenda di grande impatto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cream tart albero di Natale
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Ricette per Natale
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 8 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Cream tart albero di Natale, una ricetta per stupire i commensali

La Cream tart albero di Natale è una splendida composizione culinaria. Composizione è la parola adatta, visto come si presenta come quasi una piccola opera d’arte! Di contro è abbastanza semplice da realizzare, solo un po’ laboriosa. Tecnicamente questa cream tart differisce dalla ricetta originale per il carattere salato, peraltro evidente data la presenza di salumi e verdure. Differisce ovviamente anche per la forma. L’originale, per quanto si presti a una certa creatività, ricorda una ciambella o un grande anello. La cream tart che vi presento oggi, invece, repliche le linee di un albero di Natale.

Inutile specificare che è pensata proprio per le festività natalizie. A tal proposito vi consiglio di offrirla durante i pomeriggi passati a giocare alle carte, in qualità di “merenda a tema”. E’ difficile riprodurre la forma dell’albero di Natale? In realtà no, basta tagliare dei cartoncini della medesima forma e utilizzarli come base per ritagliare l’impasto crudo, prima del passaggio in forno.

Ricetta cream tart albero di natale

Preparazione cream tart albero di natale

Per preparare la cream tart albero di Natale iniziate dall’impasto. In una ciotola unite le farine, Il Parmigiano, il bicarbonato e il sale. Incorporate il burro ancora freddo, poi mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto irregolare.

Ora unite le uova e iniziate a impastare fino ad ottenere un impasto liscio e uniforme. Avvolgete la frolla così ottenuta nella pellicola alimentare e fatela riposare in frigo per circa 30 minuti. Intanto ritagliate da un foglio di carta spessa le sagome di due alberi di Natale alti circa 30 cm.

Quando la frolla ha riposato, stendetela su della carta forno fino a ottenere uno spessore di 2-3 mm. Posizionate la frolla così stesa su una teglia, applicate sopra le sagome e usatele per ritagliare degli alberi di Natale di pasta frolla.

Ovviamente non buttate gli avanzi ma utilizzateli per altre ricette (ad esempio per dei biscottini). Fate riposare la frolla in frigo per un’altra mezz’ora, poi cuocetela nel forno (preriscaldato) per 15 minuti a 180 gradi.

Terminata la cottura lasciate raffreddare la frolla. Intanto preparate il composto per la decorazione: fate a rondelle sottili i cetriolini e le olive, poi tagliate in due i pomodorini e create delle roselline con la mortadella. Intanto preparate anche le farcie.

Per la farcitura alla rucola vi basterà versare tutti gli ingredienti in un frullatore e frullare fino ad ottenere un composto uniforme e compatto. Utilizzate lo stesso metodo per la seconda farcia.

Ora procedete con la composizione della “tart”. Trasferite le farciture in due sac à poche distinte. Distribuite le due farcie sul primo albero di frolla, alternandole e formando dei fiocchetti.

Applicate il secondo albero e ripetete il procedimento. Infine decorate con il mix che avete preparato prima. Ora fate riposare la cream tart albero di Natale in frigo per almeno un’ora e servite.

Per la pasta frolla:

  • 150 gr. di farina di riso,
  • 50 gr. di farina di quinoa,
  • 50 gr. di farina di tapioca,
  • 40 gr. di farina di sorgo,
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi grattugiato,
  • 2 uova,
  • 140 gr. di burro chiarificato,
  • q. b. di sale,
  • un quarto di cucchiaino di bicarbonato.

Per la farcia alla rucola:

  • 1 confezione di Exquisa Fresco Cremoso Light o Senza Lattosio,
  • q. b. di rucola,
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano,
  • un pizzico di sale.

Per la farcia alla mortadella:

  • 1 confezione di Exquisa Fresco Cremoso Light o Senza Lattosio,
  • 100 gr. di mortadella,
  • un pizzico di sale,
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano.

Per la decorazione:

  • q. b. di olive neri e verdi,
  • q. b. di pomodorini,
  • 4 fette di mortadella,
  • q. b. di cetriolini sott’aceto,
  • q. b. di fontina tagliata a forma di stelline.

Una frolla gluten-free davvero deliziosa

L’aspetto non è il solo pregio di questa cream tart albero di Natale. Essa spicca infatti anche per il sapore dell’impasto, che esprime un carattere rustico ed equilibrato. Merito delle tante farine che lo compongono, ovvero quella di riso, di quinoa, di tapioca e di sorgo. Sono tutte farine senza glutine, dunque possono essere consumate senza alcun timore dai celiaci. Rendono abbastanza bene, anche perché sono supportate da uova e burro. La pasta frolla è arricchita dal Parmigiano Reggiano, che esalta il carattere salato e non compromette la consistenza.

La cottura, infine, avviene al forno a una temperatura di 180 gradi per circa un quarto d’ora. Se le farine qui suggerite non incontrano il vostro apprezzamento, potete comunque apportare qualche modifica. Potreste compensare con altre farine previste dalla ricetta, oppure utilizzarne una meno “rustica”, come la farina di miglio o di mais.

Due farciture cremose per la cream tart albero di Natale

Una delle principali proprietà di qualsiasi cream tart albero di Natale consiste nella presenza di più strati e quindi di più farciture. Ovviamente in questo caso le farciture sono salate: una a base di rucola, una verdura molto aromatica e dal carattere lievemente pungente, e una a base di mortadella. In entrambi i composti troviamo uno spalmabile e il Parmigiano Reggiano grattugiato, che esalta la sapidità.

Cream tart albero di Natale

Per quanto riguarda lo spalmabile della cream tart a forma di albero di Natale vi consiglio di utilizzare Exquisa Fresco Cremoso Light, che è molto leggero, povero di grassi e con un sapore che richiama al prodotto originale. Potete comunque scegliere tra una vasta gamma di spalmabili Exquisa, tutti sono realizzati con le migliori materie prime e secondo procedimenti che attingono a piene mani dalla tradizione. Se soffrite di intolleranza al lattosio, scegliete la variante senza lattosio, che è ugualmente buona ed efficace.

Come decorare la cream tart albero di Natale?

Il passaggio cruciale della ricetta è la composizione. Per quanto possa apparire poco intuitivo, le farciture vanno applicate insieme nei medesimi strati. Nello specifico dovrete inserire le farciture in una sac a poche e disegnare dei fiocchetti, alternando il composto alla rucola e quello alla mortadella. Il risultato è straordinario, tanto in termini di sapore (le farciture si mescolano e trasmettono sentori ancora più gradevoli) quanto sul piano visivo. Potete utilizzare per la farcitura anche una crema al mascarpone o una cream cheese.

Per quanto concerne la guarnizione vera e propria dovrete tagliare i cetriolini e le olive a rondelle, mentre i pomodorini vanno fatti a metà. Questi ultimi vano poi posti sull’ultimo strato, quasi a riprodurre le palle dell’albero di Natale. Per finire ritagliate a forma di stella la fontina e applicatela per ultima. In questo modo la guarnigione risulterà più divertente e creativa. E’ pronta e non vi resta che portarla in tavola! E’ una ricetta facile e alla portata di tutti e può essere preparata il giorno prima senza problemi. Per la guarnizione potete mettere in moto la fantasia e adattarla al vostro gusto personale.

E vi propongo anche una fresca alternativa

Per chi cerca un’alternativa più vivace e frizzante alla tradizionale cream tart albero di Natale, proponiamo una variante che cattura l’essenza di uno dei cocktail più amati: la cream tart al mojito. Questa deliziosa interpretazione combina la dolcezza della crema con il gusto rinfrescante della menta e il sottile pizzico di lime, creando un equilibrio perfetto tra dolce e agrumato.

Lasciatevi sedurre da questa versione innovativa della cream tart, dove ogni morso è un viaggio verso terre esotiche e solari. La base di questa torta mantiene la sua consistenza morbida e friabile, ma è l’aggiunta di una crema al gusto mojito a renderla irresistibile. La freschezza della menta, unita alla vivacità del lime e a un tocco di rum (facoltativo, per adattarsi a tutti i palati), si fonde armoniosamente con la dolcezza della crema, offrendo un’esperienza gustativa unica.

Non solo deliziosa, ma anche esteticamente affascinante, la cream tart al mojito può essere decorata con foglioline di menta fresca, fettine sottili di lime e, perché no, piccoli bastoncini di zucchero per rimanere in tema natalizio. Il risultato è una torta che non solo sa di festa, ma sembra un vero e proprio capolavoro di pasticceria, capace di stupire e deliziare i vostri ospiti.

Ricette di cream tart ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie gras

Crostini di foie gras, l’antipasto elegante per Capodanno

Perché è meglio usare la baguette? Quale pane utilizzare per i crostini di foie gras? Stiamo parlando di una specialità francese, dunque la baguette è d’obbligo, tra l’altro la baguette si...

Punch natalizio al cocco

Punch natalizio al cocco, la bevanda per le...

Cosa sapere sul latte di cocco Buona parte del sapore di questo punch alcolico natalizio è dato proprio dal latte di cocco. Le sue note morbide e dolci emergono in modo preponderante, ma sono...

Nocchiata

Nocchiata, il dolce natalizio della cucina romana

Quale frutta secca usare per la nocchiata? La ricetta della nocchiata, benché molto antica, è declinata in diverse varianti. L’elemento di differenziazione più importante è proprio la frutta...