bg header
logo_print

Sorbetto al caffè, un dessert classico e gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Sorbetto al caffè
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 04 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 10 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Sorbetto al caffè, ideale per l’estate

Il sorbetto al caffè è un dessert da fine pasto adatto soprattutto per l’estate, per quanto sia ovviamente buono sempre e comunque. E’ facile da realizzare e non richiede la macchina del gelato, in genere necessaria per la preparazione dei sorbetti. E’ sufficiente trattare il composto in maniera particolare, alternando fasi in congelatore con una sessione di mescolamento. Il composto è molto semplice, in quanto è formato da caffè zuccherato diluito e arricchito con panna fresca.

La decorazione invece lascia ampio margine di discrezione. Di base dovreste aggiungere cacao amaro in polvere e panna, in modo da formare una copertura morbida e aromatica. Tuttavia, potete arricchire ulteriormente il dolce con delle gocce di caffè ricoperte al cioccolato, che rafforzano il sapore, oppure con dei biscotti sbriciolati, che conferiscono una texture più croccante e gradevole al palato.

Ricetta sorbetto al caffè

Preparazione sorbetto al caffè

Per preparare il sorbetto dovrete per prima cosa preparate il caffè. Versate in un pentolino il caffè, lo zucchero, l’acqua e accendete a fiamma bassa. Fate sobbollire fino a quando lo zucchero non è completamente sciolto. Poi, senza spegnere la fiamma, incorporate la panna e mescolate. Al raggiungimento del bollore spegnete la fiamma e fate raffreddare a temperatura ambiente, mescolando con la frusta di tanto in tanto.

Versate il composto ormai freddo in un contenitore e ponetelo nel freezer. Ogni ora riprendete il contenitore e date una mescolata. Trascorse quattro ore il sorbetto è pronto per essere servito. Distribuitelo nei bicchieri e guarnitelo con panna montata e cacao amaro, oppure con biscotti e gocce di caffè al cioccolato. Il sorbetto caffè e panna è stratosferico!

Ingredienti sorbetto al caffè

  • 4 tazze di caffè espresso
  • 170 gr. di zucchero semolato
  • 250 ml di acqua naturale
  • 80 ml di panna fresca consentita
  • q. b. di panna montata consentita e cacao amaro.q. b. di gocce di cioccolato al caffè e biscotti (facoltativo).

Quale zucchero utilizzare?

Lo zucchero è una componente fondamentale di questo sorbetto al caffè. D’altronde è l’unico elemento dolcificante in una ricetta che contempla i sentori intensi del caffè e del cacao, nonché quelli leggermente aciduli della panna. La domanda da porgersi è: quale zucchero utilizzare per questo tipo di sorbetto? D’altronde, ce ne sono di tanti tipi. La scelta è in genere tra quello fine e quello semolato, tra lo zucchero bianco e lo zucchero bruno. Per quanto concerne la grana vi consiglio di utilizzare lo zucchero semolato, che si scioglie meglio di quello fine.

Per quanto concerne il colore, invece, potete scegliere liberamente. Dal punto di vista nutrizionale sono simili, ma sappiate che il sapore cambia parecchio. Lo zucchero bianco è più neutro, mentre lo zucchero bruno sa di caramello. La sua peculiarità consiste infatti nella presenza della melassa, un prodotto di una lavorazione non raffinata. Se il sapore di caramello vi piace, e pensate possa arricchire questo dessert al caffè, allora procedete con lo zucchero bruno. In caso contrario optate per lo zucchero bianco.

Le proprietà nutrizionali del cacao

Il cacao gioca un ruolo importante in questo sorbetto di caffè anche se interviene alla fine, infatti viene sventagliato poco prima del servizio a mo’ di guarnizione. Il cacao non ha bisogno di presentazioni, visto che è uno degli alimenti più consumati e apprezzati. D’altronde dà vita al cioccolato, sebbene solo il cioccolato fondente sia in grado di rappresentarne al meglio i sentori.

Sorbetto al caffè

Ad ogni modo il cacao apporta alcuni nutrienti importanti, che lo rendono un alimento tutto sommato salutare. E’ ricco infatti di sali minerali, come il magnesio, che incide sullo stato di benessere generale e infonde energia. E’ ricco anche di antiossidanti, che regolano i processi di ricambio cellulare, allontanando lo spettro del cancro. Infine fa bene all’umore, una proprietà nota da tempo e dimostrata anche da recenti studi scientifici. L’unico difetto del cacao è l’apporto calorico, che, a parità di peso, è meno alto rispetto a quello del cioccolato. In ogni caso non ci sono problemi visto che in questa ricetta se ne usa ben poco.

Come montare la panna a regola d’arte?

La ricetta del sorbetto al caffè pone l’accento anche sulla guarnizione. Essa vede come protagonista il cacao, tuttavia richiede anche l’impiego della panna, che in questo caso deve essere montata. Il consiglio è di non comprare la panna già montata, ma di montare in casa quella fresca. D’altronde il procedimento è davvero facile. ossia basta sbatterla per tutto il tempo necessario con una frusta, meglio se elettrica. Tuttavia vi è una certa differenza tra una panna montata e una panna montata a regola d’arte. Per quest’ultima è necessario prendere alcuni accorgimenti.

In primo luogo vanno gestite le temperature. La panna deve essere fredda da frigo, tuttavia devono essere fredde anche la ciotola e la frusta. Quindi ponetele in frigo per qualche ora prima di montare la panna, o magari in una soluzione di acqua e ghiaccio. E’ necessario poi mantenere sempre il medesimo verso per non rallentare la montatura, creando una montata irregolare. Infine non montatela più del necessario. Per capire quando smettere fate la prova del cucchiaino. Poggiate un cucchiaino in verticale sulla panna, se non sprofonda allora è pronta. Oppure ruotate la ciotola in cui avete montato la panna, se non cade allora è ben montata.

Ricette con caffè ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...