La colazione per i bambini che rientrano a scuola

colazione per i bambini
Commenti: 0 - Stampa

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante

Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una sana colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto lungo. Le giornate all’insegna del gioco diventano un ricordo, e vengono sostituite dalle mattine a scuola e dai pomeriggi passati a fare i compiti. Insomma, il cambio di abitudine è abbastanza drastico e stressante. D’altronde, ricordiamo la sensazione di tristezza e dolce malinconia che coglie tutti al ritorno in aula. Le generazioni cambiano, ma le dinamiche sono sempre le stesse.

E’ anche una questione di ritmi, infatti è necessario, per i bambini riprendere il ritmo e il tran tran scolastico. Non è facile a livello mentale, e lo è ancora di meno a livello fisico. Ecco che entra in gioco l’alimentazione, che deve essere il più possibile nutriente, ricca di elementi essenziali e in grado di fornire energia (mentale e fisica) senza appesantire. Le possibilità sono molte, quindi tanto vale metterle in ordine, e proporre una pratica sintesi. I punti nevralgici, quelli su cui un genitore deve concentrare gli sforzi, sono la mattina e il pomeriggio, ovvero la colazione e la merenda. Qui di seguito vi elenco qualche idea per una colazione e una merenda adatta ai bambini che rientrano a scuola dalle vacanze.

Saltare la colazione priva il nostro organismo di elementi nutritivi essenziali per affrontare la giornata.

La colazione ideale per favorire il rientro dei bambini a scuola

Prima di parlare in maniera approfondita della colazione per i bambini, e quindi presentare soluzioni il più possibile varie, vorrei soffermarmi su un alimento che può essere consumato un po’ in tutti i momenti della giornata. Un alimento prezioso per iniziarla, ma anche per riempire un semplice break senza dedicare troppo tempo alla preparazione. In questi momenti molti suggeriscono il consumo dello yogurt, che nutre senza appesantire. Io suggerisco, invece, lo Skyr alla vaniglia di Exquisa, magari abbinato a pezzi di frutta fresca, uvetta e frutta secca. Perché abbiamo optato proprio per lo Skyr? E perché proprio alla vaniglia?

Abbiamo scelto lo Skyr per vari motivi. Intanto è ufficialmente un formaggio, in quanto realizzato con il caglio, tuttavia ha l’aspetto e il sapore di uno yogurt bianco-magro, molto vicino a quello greco. E’ un’ottima fonte di proteine, calcio (che fa bene alle ossa durante lo sviluppo) e vitamina D.

Questa sostanza, è bene ricordarlo, sostiene e rafforza il sistema immunitario e non è così facile da trovare in natura. Il tutto a un apporto calorico davvero minimo, inferiore a quello dei formaggi freschi e di molti yogurt.

Le peculiarità di Exquisa per una colazione sana adatta ai bambini

La linea Exquisa comprende molti gusti, tra cui quello alla vaniglia, che è davvero squisito e molto dolce. In questo modo i bambini, a prescindere dal momento della giornata (colazione o merenda), non sentiranno la mancanza della classica merendina pomeridiana.

Lo Skyr alla vaniglia di Exquisa dimostra ancora una volta la capacità di questo brand di stupire con prodotti genuini e

Smoothie bowl con Skyr alla vaniglia

diversi dal solito. D’altronde stiamo parlando di una ricetta islandese, adattata al meglio per risultare compatibile con il gusto mediterraneo, ma non così tanto da modificarne lo spirito.

Va detto che, di base, lo Skyr non fa parte della categoria alimenti senza lattosio. Quindi se siete intolleranti a questa sostanza, dovreste cercare altri prodotti. Ma non vi preoccupate, non dovete andare poi così lontano, infatti la stessa Exquisa offre una grande varietà di prodotti per gli intolleranti al lattosio. Ovviamente tutti i prodotti sono preparati con materie prime genuine, sono davvero buoni e indistinguibili dal punto di vista organolettico rispetto agli analoghi  prodotti con lattosio.

Latte, frutta, pane integrale e altri alimenti salutari

Skyr con ananas e ribesPer quanto concerne la colazione per i bambini, il consiglio è di puntare ovviamente al latte, che è una buona fonte di proteine, vitamine, sali minerali e zuccheri. In caso di intolleranza al lattosio, potete optare per i vari tipi di bevande vegetali in sostituzione al latte vaccino. Attualmente in commercio ne trovate di ogni tipo: cocco, mandorle, soia ecc. La scelta è davvero ampia e adatta ad ogni tipo di gusto. Inoltre potete accompagnare una tazza di latte, più che con i biscotti, con un bel dolce fatto in casa. All’occorrenza, potete sostituire quest’ultimo con del pancake o delle crepes. Queste preparazioni permettono di spaziare sia a livello di impasti che di condimenti. Per esempio, potete optare per il miele, per la marmellata o per lo sciroppo d’acero. Quest’ultimo, nonostante l’apporto calorico, si rivela molto nutriente.

Inoltre, non può mancare la frutta, visto che è la fonte privilegiata di vitamine e sali minerali. La frutta nutre senza appesantire, quindi una spremuta di arance (o un altro agrume) o un succo di frutta al mattino è quello che ci vuole per iniziare la giornata all’insegna del gusto e della salute. Potete abbinarlo a una fetta di pane e miele, o fette biscottate con della marmellata.

Il pane, se possibile, dovrebbe essere integrale, infatti le farine integrali garantiscono un maggiore apporto di fibre, che agevolano le funzionalità dell’apparato digerente. Inoltre, gli impasti integrali hanno un basso indice glicemico, ossia generano un minor senso della fame rispetto agli altri cibi. Per quanto riguarda la colazione salata la scelta è altrettanto ampia. In genere si dovrebbe optare per le verdure e per i pomodori. Sul fronte dei condimenti, vanno bene l’olio, i semi di sesamo e di zucca, che sono un ricettacolo di antiossidanti e grassi benefici.

Al bando le merendine con una merenda salutare

Il problema principale della merenda , o della prima colazione per i bambini, è la preferenza spiccata per le merendine. Al cospetto di qualsiasi ciboskyr con kiwi e fiocchi di avena o preparazione salutare, le merendine vincono a mani basse. Tuttavia è possibile intervenire per cambiare questo dato di fatto, e ispirare un approccio più salutare alla merenda. Si potrebbe, per esempio, puntare al cioccolato fondente, che piace anche ai bambini ed è comunque salutare in quanto contiene molti antiossidanti. Il consiglio è di abbinare il cioccolato ad un piccolo panino, oppure condirlo con della marmellata o del prosciutto crudo (se si punta al salato).

Le torte fatte in casa rappresentano una garanzia anche in questo caso. Potete organizzarvi e prepararle la sera prima. Se potete cercate di prepararne una senza grandi farciture, in quanto aumentano l’apporto calorico e di zuccheri. Potete trovare soluzioni senza zuccheri aggiunti. Non dovrebbe mancare poi un frutto di stagione e la frutta secca. Anzi quest’ultima rappresenta lo spuntino ideale in quanto non è molto calorica (se consumata in piccole dosi) e fornisce grassi salutari, che fanno bene all’organismo. Il riferimento è agli acidi grassi omega tre e agli omega sei, che impattano non solo sulla salute del cuore, ma anche sulle performance cognitive.

Lo sapevi che?

Alimentazione per un buon rientro a scuolaIl rientro da scuola può essere facilitato da alcune buone pratiche, che vanno oltre l’organizzazione di una buona colazione e della merenda. Per esempio occorre mantenersi ben idratati. La questione dell’idratazione è importante e allo stesso tempo complicata da affrontare. Infatti il corpo tende a disidratarsi prima ancora di emettere lo stimolo della sete. Per questo motivo, molti bevono meno di quanto dovrebbero. Tale dinamica coinvolge soprattutto i ragazzi, che si disidratano più in fretta a causa della tendenza a “muoversi molto”, specie quando – al rientro dalle vacanze – riprendono tutte le attività. Per inciso, la disidratazione può causare senso di spossatezza, atteggiamento letargico, mal di testa, cali di concentrazione e riduzione drastica della pressione sanguigna.

Il consiglio, dunque, è di stimolare i ragazzi a bere anche fuori dai pasti. Spesso, basta dotarli di una semplice borraccia, che consente loro di avere a portata di mano il necessario per dissetarsi. Ovviamente, in questi frangenti si dovrebbe bere solo acqua. Niente bevande preconfezionate o zuccherate, che in molti casi favoriscono la disidratazione. Un altro consiglio è quello di integrare nella dieta alimenti che aiutano la concentrazione, che non è facile da “recuperare” dopo mesi di gioco e di divertimento  Per fortuna, alcuni di questi alimenti sono anche buoni, il riferimento è al cioccolato e ai latticini.

Un altro consiglio è anche quello di modificare l’alimentazione in base all’intensità dello sforzo fisico che il ragazzo compie. Se per esempio pratica sport intensi e di resistenza, come il nuoto, dovrebbe consumare più carboidrati e grassi, sebbene eccedere in queste sostanze possa risultare dannoso in tutti gli altri casi. Se invece lo sport sfrutta la potenza muscolare, piuttosto che la resistenza, si dovrebbe aumentare la quota riservata agli zuccheri e alle proteine. Fate attenzione anche all’età. Un ragazzo prima dello sviluppo necessita di più calcio e più proteine, mentre un ragazzo che ha già fatto lo sviluppo dovrebbe assumere una dose discreta di carboidrati, perché deve sostenere una maggiore massa muscolare.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

kebab

Il kebab, una versione casalinga

Come preparare il kebab in casa La ricetta di oggi può essere considerata come una specie di panino kebab fatto in casa a base di carne. Molti storceranno il naso di fronte a questa espressione,...

Burro al dragoncello

Burro al dragoncello, un’alternativa aromatica

Burro al dragoncello, un condimento per tanti usi Il burro al dragoncello è un’alternativa gradevole al burro classico. Fa parte della categoria dei burri aromatizzati, che apre scenari...

Petto di piccione in manto di verza

Petto di piccione in manto di verza, un...

Petto di piccione in manto di verza e salsa di mais, un piatto raffinato Il petto di piccione in manto di verza e salsa di mais è un secondo molto corposo. D’altronde, lo si evince dalla lista...

Aceto al dragoncello

Aceto al dragoncello, un sostituto dell’aceto di vino

Le differenze tra l’aceto al dragoncello e l’aceto di vino L’aceto al dragoncello è una gradevole alternativa al classico aceto di vino. E’ una preparazione semplice, che gioca sulla...

Vellutata di finocchi e gamberi

Vellutata di finocchi e gamberi, una crema insolita

Vellutata di finocchi e gamberi, un abbinamento davvero unico La vellutata di finocchi e gamberi è un primo piatto tra il raffinato e il rustico. Si caratterizza non solo per una texture...

Pesto al dragoncello

Pesto al dragoncello, un condimento squisito

Pesto al dragoncello, una gradevole alternativa Il pesto al dragoncello è un’alternativa molto suggestiva rispetto al pesto alla genovese, realizzato con il basilico. Ovviamente gli utilizzi sono...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-09-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti