bg header
logo_print

Polpettine di pane e formaggio, una rosticceria semplice

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Polpettine di pane e formaggio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Polpette di pane e formaggio, un esempio di rosticceria veggie

Le polpettine di pane e formaggio sono pezzi di rosticceria gustosi, leggeri e facili da preparare. In un certo senso, seguono la filosofia “veggie” in quanto non contengono carne. In questo caso, infatti, la carne viene compensata adeguatamente dal pane raffermo. Nello specifico questo viene tagliato a cubetti, ammollato nel latte in modo che ne acquisisca il sapore, sminuzzato e mescolato con gli altri ingredienti. Il risultato è una polpettina dalla giusta consistenza e abbastanza saporita.

Ricetta polpettine di pane e formaggio

Preparazione polpettine di pane e formaggio

Come fare la ricetta delle polpette di pane ? Per la preparazione delle polpettine di pane e formaggio iniziate riducendo la mollica del pane raffermo a cubetti e rimuovendo la crosta. Ammollatelo nel latte per pochi minuti, poi scolatelo per bene, strizzatelo e ponetelo in una ciotola. Poi sbriciolatelo con le mani e unite un uovo, 50 grammi di pangrattato, il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato finemente, un po’ di pepe e un po’ di sale. Infine applicate la pellicola alimentare al contenitore e fate riposare un quarto d’ora in frigorifero.

Trascorso questo lasso di tempo, formate delle polpette da 30 grammi circa, lavorando il composto con le mani. Arricchite ciascuna polpetta con un pezzetto di scamorza, da mettere al centro. Passate le polpette prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Intanto scaldate l’olio di semi in una padella dai bordi alti, quanto è ben caldo immergente le polpette, girandole spesso fino a quando non si saranno dorate. Fate asciugare le polpette su un foglio di carta assorbente e servite. In alternativa potete cuocere le polpette al forno per circa 15 minuti a 180 gradi, in questo modo avrete una versione più light di questo secondo piatto.

Ingredienti polpettine di pane e formaggio

  • 150 gr. pane raffermo consentito
  • 80 gr. di pane grattugiato consentito
  • 60 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 80 gr. di scamorza consentita
  • 2 uova
  • q. b. di sale e di pepe
  • q. b. di olio di semi.

Per quanto riguarda la cottura delle polpette di pane e formaggio, avete a disposizione due alternative. La prima alterativa è la frittura. In questo caso il consiglio è di abbondare con l’olio, infatti risparmiare sull’olio significa aumentare la quota di grassi che permane sulla panatura. Un altro accorgimento essenziale riguarda la temperatura dell’olio, che molto banalmente deve essere ben calda. La seconda alternativa è la cottura al forno. E’ decisamente più leggera, tuttavia vi è il rischio che le polpettine risultino un po’ meno morbide e più secche. Niente che non possa essere compensato con un giro d’olio prima del passaggio in forno. Preparare le polpette pane raffermo e formaggio è molto semplice.

Le proprietà nutrizionali della scamorza

La scamorza gioca un ruolo importante nelle polpette con pane raffermo, più di quanto non si direbbe dalle dosi ad essa riservate: 80 grammi per più di una dozzine di polpette. Nello specifico la scamorza viene fatta a pezzettini, che verranno inseriti dentro le polpettine. Basta questo per garantire un cuore cremoso, dal sapore equilibrato e in grado di valorizzare gli altri ingredienti.

Polpettine di pane e formaggio

Perché abbiamo optato proprio per la scamorza nella ricetta di queste polpette con il pane e formaggio ? In primo luogo perché fonde molto bene. Secondariamente perché è semplicemente buona e adatta a questo tipo di ricette. Infine perché non è un formaggio molto pesante, come generalmente si pensa. Un etto di scamorza, infatti, apporta circa 300 kcal, che è comunque meno di tanti altri formaggi, come il Parmigiano Reggiano. La quota di grassi è pari al 23%, che è in linea con gli altri prodotti lattiero-caseari. Per il resto stiamo parlando di un alimento nutriente, ricco di proteine e sali minerali. Il riferimento è in particolare al calcio, che fa bene alla salute delle ossa.

Le eccellenti proprietà del Parmigiano Reggiano

Uno degli ingredienti che emerge più limpidamente, già al primo assaggio delle polpette pane e formaggio, è il Parmigiano Reggiano. D’altronde non potrebbe essere altrimenti, infatti il suo sapore è corposo, riconoscibile e in grado di spiccare senza coprire gli altri ingredienti. Ci si potrebbe chiedere quale Parmigiano utilizzare. D’altronde ce ne sono di diversi tipi, che si differenziano principalmente per la stagionatura. Ebbene, in questo caso consiglio una via di mezzo, ossia un Parmigiano stagionato 18-24 mesi. Questo tipo di la stagionatura è sufficiente a garantire compattezza, mantenendo il prodotto non eccessivamente secco.

Il Parmigiano Reggiano non è apprezzato solo per il suo gusto, ma anche per le proprietà nutrizionali. Come tanti altri formaggi abbonda di proteine e calcio. Sono veramente pochi gli alimenti che possono considerarsi “più proteici” del Parmigiano. In quanto al calcio, poi, basta una piccola dose di formaggio per soddisfare quasi tutto il fabbisogno giornaliero. Il Parmigiano Reggiano è anche ricco di vitamina D, essenziale per il sistema immunitario e non facilmente reperibile in alimenti di origine vegetale. Per quanto concerne l’apporto calorico, è vero, siamo su livelli sostenuti, ossia 400 kcal circa per 100 grammi.

Alle persone intolleranti al nichel è sconsigliato di aggiungere il pepe. Per questo tipo di intolleranza consiglio di preparare le polpette di pane al forno e non fritte.

Ricette polpette ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Involtini di zucchine gialle

Involtini di zucchine gialle, dei rotolini davvero deliziosi

Involtini di zucchine gialle: al forno o in padella? Gli involtini di zucchine gialle, come quelli di carne, si possono cuocere in padella. Questo metodo, sebbene tradizionale, tende ad essere più...

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...

Uova in crosta di sfoglia

Uova in crosta di sfoglia, una ricetta facile...

Qualche consiglio sulla cottura delle uova sode La ricetta delle uova in crosta è davvero semplice, l’unica difficoltà risiede nella preparazione delle uova sode. Il rassodamento è considerato...