Conchiglie con avena, dolcetti semplici da realizzare

Conchiglie con avena e sciroppo di zucchero allo zenzero
Stampa

Conchiglie con avena e sciroppo allo zenzero, una vera sinfonia di sapori

Le conchiglie con avena e sciroppo di zucchero allo zenzero sono dei dolcetti simili alle madeleine. Come queste, si caratterizzano per un impatto visivo gradevole, valorizzato dalle tipiche scanalature (che si realizzano grazie ad appositi stampi). La ricetta si distingue anche per una lista di ingredienti sui generis, a tratti decisamente insolita. Il riferimento è in particolare allo sciroppo di zucchero allo zenzero. E’ un alimento che vede come protagonista sia lo zucchero che lo zenzero, in grado di valorizzarsi a vicenda, nonostante propongano due sapori completamente diversi. Ne risulta un ingrediente speciale, capace di conferire grande personalità alle preparazioni dolciarie.

Ingredienti “insoliti” a parte, le conchiglie all’avena e sciroppo di zucchero allo zenzero non sono difficili da realizzare. Si tratta di preparare un composto con i vari ingredienti e versarlo nello stampo. L’unica difficoltà, se può essere considerata tale, riguarda la cottura. La ricetta suggerisce un minutaggio ben preciso, ma occorre comunque verificare in prima persona se la superficie è gonfia e l’interno è asciutto. Le conchiglie sono pronte solo se rispettano questi due requisiti. All’occorrenza potete procedere anche con la prova dello stecchino: infilzate le madeleine, se lo stecchino non è umido potete spegnere il forno.

I pregi nutrizionali della farina di avena

Per le conchiglie ho optato per la farina di avena. Non è una scelta canonica, è vero, ma sono convinta che possa dare tanto, sia in termini di gusto che di potere nutritivo. L’avena, e di conseguenza la sua farina, sono infatti ingredienti davvero sottovalutati. Ci tengo a precisare che la presenza della farina di avena è giustificata anche (ma non solo) dalla volontà di garantire il consumo delle “conchiglie” a chi ha problemi di assorbimento del glutine (intolleranti e celiaci). La farina di avena, infatti, non contiene questa sostanza.

Conchiglie con avena e sciroppo di zucchero allo zenzero

La farina di avena, poi, si caratterizza anche per l’apporto eccezionale di proteine: 100 grammi di prodotto contengono 15 grammi di proteine, quasi come la carne. E’ inoltre ricca di vitamine, e in particolare della B1 e della B2. Non delude nemmeno in quanto a minerali, dal momento che apporta grandi quantità di fosforo, magnesio e ferro. Ovviamente l’avena contiene anche tantissime fibre. Infine, si registra un indice glicemico molto basso, il ché la rende adeguata anche al consumo da parte dei diabetici.

Perché abbiamo preferito lo yogurt di riso?

Lo yogurt di riso, utilizzato nella preparazione delle conchiglie all’avena, sostituisce lo yogurt normale. Lo scopo di questa sostituzione è, anche in questo caso, per permetterne il consumo da parte degli intolleranti; nella fattispecie degli intolleranti al lattosio. Il riso, ovviamente, non contiene questa sostanza, così come lo yogurt di riso che da un notevole contributo in termini di gusto. Questo yogurt, infatti, ha un sapore più corposo e meno dolce dello yogurt classico, è quindi più gradevole a qualsiasi palato.

Grazie allo yogurt di riso, le conchiglie all’avena e sciroppo di zucchero allo zenzero possono essere consumate anche da chi soffre di intolleranza al lattosio. Se si considera anche la presenza dell’avena, che è priva di glutine, possiamo affermare che questa ricetta sia letteralmente a prova di intolleranze. Il tutto, sia chiaro, senza rinunciare al gusto, alla gradevolezza e alla salubrità. Insomma, vale proprio la pena di preparare (e gustare) queste deliziose conchiglie all’avena.

Ecco la ricetta delle conchiglie con avena e sciroppo allo zenzero:

Ingredienti per 10 pezzi:

  • 130 gr. di uova intere;
  • 60 gr. di yogurt di riso;
  • 45 gr. di zucchero di canna;
  • 45 gr. di sciroppo allo zenzero;
  • 60 gr. di olio di riso;
  • 30 gr. di burro di cacao;
  • 160 gr. di farina di avena;
  • 3 gr. di sale;
  • 1 gr. di lievito per dolci;
  • 2 gr. di menta essiccata;
  • 20 gr. di fiocchi di avena;
  • 2 gr. di zenzero in polvere.

Preparazione:

Per la preparazione delle conchiglie all’avena prendete uno stampo per madeleine. In commercio ce ne sono in metallo o in silicone. Io preferisco quelli in metallo, anche se sono più costosi, in quanto garantiscono una cottura più omogenea e imprimono le scanalature in modo più definito. Ad ogni modo, sciogliete il burro di cacao a bagnomaria o nel microonde, poi unitelo all’olio di riso e mescolate. Versate questo composto in una ciotola ed unite le uova intere, poi sbattete con una frusta fino ad ottenere un composto ben omogeneo, ma non montato. Unite 2 grammi di menta essiccata e lo zenzero in polvere, poi fate riposare per 30 minuti prima di frullare tutto insieme.

Unite tutti gli ingredienti rimasti, compresa la farina con lievito setacciato, e mescolate con cura fino a ricavare un composto uniforme e dalla struttura stabile. Infine fate risposare in frigo per circa 60 minuti. Servendovi di una sac à poche riempite le madeleine (ben oliate) con il composto realizzato lasciando pochi millimetri dal bordo, poi cospargete la superficie con fiocchi d’avena. Ora infornate in un forno preriscaldato a 180 gradi e cuocete per circa 10 minuti. Prima di terminare la cottura, verificate che le “conchiglie” siano gonfie e asciutte all’interno. Poi sformatele subito in modo da evitare che i dolci si attacchino allo stampo per l’umidità. Servite e buon appetito!

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


10-12-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti