bg header
logo_print

Timballo di riso con animelle di agnello, un buon primo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Timballo di riso con animelle di agnello
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 30 min
cottura
Cottura: 01 ore 40 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Il timballo di riso con animelle di agnello è un primo piatto elegante che può essere servito anche come secondo piatto. Tuttavia, si caratterizza per un impatto visivo particolare, che si fregia di una guarnizione semplice ma in grado di colpire, mi riferisco ai pomodorini essiccati posti in cima a formare una coroncina.

Tra l’altro, è un timballo gustoso e ricco di sapori. D’altronde, è valorizzato da un sugo di pomodoro e animelle, che conferisce una spiccata profondità organolettica al piatto. Per quanto concerne la varietà di riso, in linea di massima avete un certo margine di discrezione.

Ricetta timballo di riso con animelle di agnello:

Preparazione Timballo di riso con animelle di agnello

Per la preparazione del timballo di riso con animelle di agnello iniziate tostando il riso in una pentola unta d’olio, poi copritelo con il brodo bollente e unite la cipolla e i chiodi di garofano. Spegnete il fuoco e trasferite il tutto in forno.

Cuocete per 16 minuti a 180 gradi. Terminata la cottura, stendete il riso su una placca. Ora pelate le carote, lavatele e riducetele a dadini.

Poi cuocetele al vapore insieme ai piselli sgusciati. Intanto tagliate i pomodori in due, adagiateli su una placca, applicate un po’ di olio extravergine di oliva, un po’ di sale e pepe. Cuocete in forno a 90 gradi per circa un’ora.

Cospargete le animelle di farina di riso, poi rosolatele in padella a fiamma alta insieme all’olio, infine scolatele per bene. Poi fate le cipolle a julienne e rosolatele in una pentola con l’olio d’oliva, il peperoncino e l’aglio.

Infine aggiungete la polpa di pomodoro, aggiustate di sale e continuate la cottura per 10 minuti. A questo punto unite le animelle e fate cuocere per qualche altro minuto. Poi passate il riso in padella con un po’ di burro, insieme alle carote, ai piselli e alla maggiorana tritata.

Adagiate il riso nei piatti di portata, servendolo con le animelle al sugo e i pomodorini precedentemente essiccati disposti a coroncina, come vedete in foto. Se avete uno stampo potete disporre il riso in modo ancora più coreografico.

Ingredienti Timballo di riso con animelle di agnello

  • 420 gr. di riso Carnaroli
  • 1 lt e mezzo di brodo vegetale
  • 1 cipolla
  • 3 chiodi di garofano
  • 200 gr. di carote
  • 100 gr. di piselli sgusciati
  • 300 gr. di pomodori datterini
  • 400 gr. di animelle di agnello
  • 60 gr. di farina di riso
  • 100 gr. di cipolle
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino piccante
  • 400 gr. di polpa di pomodoro
  • 1 mazzetto di maggiorana
  • 40 gr. di burro chiarificato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e pepe.

Per il timballo d riso con animelle di agnello, tuttavia, vi consiglio di optare per il Carnaroli. E’ vero, stiamo parlando della classica varietà da risotto, ma può dare il meglio di sé anche in un timballo. Anche perché tiene bene le alte temperatura e le cotture prolungate, tutte dinamiche che scaturiscono dalla cottura al forno, necessaria per questo timballo. Tutto ciò rende molto versatile il Carnaroli, un riso dalle mille qualità.

animelle

Come preparare un perfetto brodo vegetale

Il riso, per cuocere, necessita del brodo vegetale. Ciò vale per il risotto, ma anche per il timballo di riso con animelle di agnello. Nello specifico, è fondamentale in questo timballo, che prevede una cottura al forno.

La dinamica è sempre la stessa, ossia il brodo va inserito poco alla volta, in modo da consentire al riso di assorbirlo nel migliore dei modi. Alcuni di voi saranno tentati di usare il brodo pronto, tuttavia vi consiglio di prepararlo in casa. Risulterà certamente più genuino e più saporito.

Inoltre, il brodo è semplice da preparare, e non richiede chissà quali ingredienti. Sono necessari, infatti, carote, cipolle, sedano, zucchine, sale e molta acqua. Se desiderate preparare un brodo con i fiocchi vi invito a leggere la guida che ho pubblicato qui, su Nonnapaperina.it.

E’ fondamentale, ad ogni modo, inserire la verdura prima che l’acqua vada in ebollizione, ossia quando è ancora fredda. Discorso diverso per il sale, che va inserito al primo bollore.

Le proprietà nutrizionali delle animelle di agnello

Uno dei sapori più distinguibili di questo timballo di riso sono proprio le animelle di agnello. Stiamo parlando di frattaglie tra le più apprezzate, protagoniste di molte ricette tipiche regionali. Le frattaglie sono una specie di istituzione gastronomica in Toscana e nel Lazio, dove vengono proposte insieme ad altri tagli.

Nella fattispecie di questa ricetta, vanno prima infarinate e poi brasate. Infine, vanno inserite nel sugo, all’interno del quale completano la propria cottura.

Timballo di riso

Le animelle di agnello non sono solo squisite, ma vantano delle proprietà nutrizionali da far invidia ai tagli “più nobili”. Il riferimento è alla concentrazione elevata di proteine (15 grammi per etto), alla presenza equilibrata di grassi e alla straordinaria concentrazione di fosforo, magnesio e potassio.

Le animelle, a dispetto di altri tagli di carne, contengono anche la vitamina C, sostanza in genere associata agli alimenti di origine vegetale. Contengono anche alcuni folati, che esercitano una buona funzione antiossidante, e la lisina, una sostanza in grado di rafforzare il sistema immunitario. L’apporto calorico, poi, è abbastanza contenuto: un etto di animelle apporta circa 150 kcal.

Per questa ricetta potete utilizzare anche il riso integrale. I tempi di cottura si allungano notevolmente. Mi hanno consigliato una torta salata con le animelle. Avete qualche ricetta da consigliarmi?

Ricette con animelle di agnello ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cous cous con vongole e zucchine

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto...

Uno sguardo alle vongole Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...