Tagliatelle con pomodorini cacio e menta: esaltazione della semplicità a tavola

Tagliatelle con pomodorini cacio e menta

Tagliatelle con pomodorini cacio e menta: un piatto buono e colorato

Le tagliatelle con pomodorini cacio e menta sono una pietanza davvero semplice da preparare e capace di rendere sia dal punto di vista gustativo che estetico. E’ sufficiente dare un’occhiata all’immagine per capire che uno dei pregi di questo primo piatto è proprio la resa visiva. E’ un primo coloratissimo, che trasforma gli ingredienti in un motivo di gioia per gli occhi (oltre che per il palato).

Un altro pregio consiste nella facilità di preparazione: la ricetta è davvero semplice e si realizza in pochi minuti, il tempo di cuocere la pasta. Tutto ciò è valorizzato dalla scelta di ingredienti che, seppur circoscritta a pochissimi alimenti, è capace di garantire il massimo risultato con il minimo sforzo. Dunque vi consiglio di preparare le tagliatelle con pomodorini cacio e menta, non ve ne pentirete!

I pomodorini datterini gialli

Tra gli ingredienti delle tagliatelle con cacio e menta spiccano, appunto, i pomodorini. Nello specifico, si tratta dei datterini gialli, una variante molto diffusa in Italia e apprezzata da molte tradizioni regionali. Il datterino giallo si caratterizza in primo luogo per il suo colore, che varia dal giallo brillante all’arancione. Per quanto riguarda il gusto, questa varietà si differenzia dalle altre per le spiccate noti dolci, che tra le altre cose gli conferiscono anche una certa versatilità.

Tagliatelle con pomodorini cacio e menta

I datterini gialli, poi, contengono concentrazioni di licopene più elevate rispetto alle altre varietà. Sono considerati, inoltre, una fonte abbondantissima di vitamina C, sui cui benefici la comunità scientifica è da tempo concorde, e di minerali. In virtù del sapore dolce, si prestano ad abbinamenti arditi, basati sulla contrapposizione. E’ il caso delle tagliatelle con pomodorini cacio e menta, in cui il dolce del datterino si contrappone al salato del pecorino.

Menta e pecorino: un abbinamento perfetto

Il pecorino, però, viene valorizzato anche da un altro alimento: la menta. Può sembrare un abbinamento strano, forse ardito, ma invece è capace di donare un po’ di personalità a un piatto già buono di per sé. Da apprezzare, in primis, è la contrapposizione cromatica, in cui il verde a tratti brillante della menta risalta sul giallo pallido del pecorino.

La menta ha ovviamente anche un’altra ragion d’essere, che riguarda il sapore (rinfrescante) e i valori nutrizionali. La menta infatti è apprezzata per la capacità di favorire la digestione, ma anche in funzione antibiotica. Infine, rilassa la muscolatura dell’intestino, riducendo i rischi derivanti dal colon irritabile.

Ecco la ricetta delle tagliatelle con pomodorini cacio e menta

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di tagliatelle consentite
  • 15 pomodorini datterini gialli
  • 2 cipollotti
  • 40 gr. di pecorino stagionato a scaglie
  • 1 rametto di menta
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale

Preparazione:

Tagliate i cipollotti a rondelle e fateli appassire in un tegame in cui avrete precedentemente riscaldato l’olio. Tagliate i pomodorini a dadini e versateli nel tegame.

Nel frattempo lessate le tagliatelle in acqua con poco sale e scolatele quando sono al dente. Versate le tagliatelle nel tegame e fate saltare per due minuti. Infine aggiungete il pecorino a scaglie e qualche fogliolina di menta.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


01-06-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti