logo_print

Sushi alla banana e cioccolato, un’imitazione giapponese

Sushi alla banana e cioccolato
Stampa

Cosa sono i sushi alla banana e cioccolato?

Ovviamente, i sushi alla banana e cioccolato non sono veri sushi e dal punto di vista nutrizionale non ha nulla a che vedere con i sushi propriamente detti. Anche perché questi sono dolci, e realizzati persino con un frutto. Sono chiaramente un’imitazione, una preparazione che si ispira dal punto di vista estetico ai sushi. Per questo motivo, consiglio di prepararli in occasione delle feste di compleanno con bambini. Di sicuro sanno attirare lo sguardo, e sono frutto di un’idea simpatica e creativa. Tra l’altro, sono molto semplici da realizzare, considerando anche la resa estetica che possono vantare.

Sotto un profilo prettamente visivo, l’alga del sushi è sostituita dal cioccolato fuso fatto colare sulla banana, mentre il riso è sostituito dalla stessa banana. Il dolce, prima di essere tagliato, a mo’ di sushi, necessita di un generoso passaggio in frigo. L’ingrediente principale, quindi, è proprio la banana, un frutto prezioso più di quanto si possa immaginare. Nel senso comune, la banana non è poi così salutare, se non altro perché apporta molte calorie. In effetti 100 grammi di banana apportano 90 kcal, che è un po’ troppo per un frutto. In compenso contengono molto potassio, ma anche ferro e magnesio. Per quanto guarda le vitamine, le banane abbondano di vitamina PP e vitamina B6. Come molte specie vegetali, anche le banane si caratterizzano per un elevato contenuto di fibre, le quali contribuiscono a risolvere i problemi di stipsi e conferiscono equilibrio ai processi digestivi.

Quale cioccolato utilizzare per i nostri sushi alla banana?

Il cioccolato, come ho già detto, sostituisce l’alga nei nostri sushi alla banana. L’effetto è quello sperato, ossia la banana acquisisce veramente  le sembianze di un sushi. Nello specifico, il cioccolato viene fuso a bagnomaria e versato sulle banane. In ogni caso è necessario un ampio passaggio in frigo in modo che il cioccolato fuso si indurisca e assuma una certa consistenza. Quale cioccolato utilizzare? Ebbene, le varietà di cioccolato da utilizzare sono ben due. La prima è il cioccolato fondente, che è il più apprezzato al mondo e ben visto anche dai nutrizionisti in quanto povero di zuccheri (per quanto più calorico degli altri tipi di cioccolata) e ricco di antiossidanti, che aiutano a prevenire il cancro. E’ stato scientificamente provato, poi, l’impatto positivo del cioccolato fondente sull’umore.

Sushi alla banana e cioccolato

L’altro cioccolato è quello bianco. Nonostante il nome, non si tratta di vero cioccolato bianco, infatti è realizzato con il burro di cacao, che è un elemento di scarto della produzione del cioccolato. Per questo motivo è mediamente più calorico delle altre tipologie. Tuttavia, basta consumarlo con raziocinio (come abbiamo fatto in questa ricetta) per non mettere in pericolo la linea.  Proprio come il cioccolato fondente, va fuso in bagnomaria e versato sulle banane.

Perché conviene usare il burro chiarificato?

Un altro ingrediente particolare dei sushi alla banana e cioccolato è il burro. Non si tratta di burro qualsiasi, bensì di burro chiarificato. Qual è la differenza di questo tipo di burro rispetto al burro normale? Ebbene, questo burro è priva di caseina, la proteina del latte che rischia di bruciare se sottoposta ad elevate temperature. Inoltre, ha un sapore più delicato, ottimo quando deve essere integrato in preparazioni complesse come queste.

Ad ogni modo, il burro va inserito nel cioccolato nella prima fase della preparazione, ossia quando il cioccolato viene sciolto a bagnomaria. Quest’operazione, tra l’altro, va effettuata sia per il fondente che per il cioccolato bianco. Di base il burro chiarificato non contiene lattosio. In quanto a calorie, essendo sostanzialmente grasso, supera il burro normale (si parla di quasi 800 kcal per 100 grammi).

Ecco la ricetta del sushi alla banana e cioccolato:

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 banane mature,
  • 200 gr. di cioccolato fondente,
  • 50 gr. di cioccolato bianco vegan,
  • 80 gr. di granella di pistacchi,
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo,
  • 20 gr. di burro chiarificato.

Preparazione:

Per la preparazione dei sushi alla banana e cioccolato iniziate prendendo due pentolini e in ciascuno di essi fate sciogliere a bagnomaria un tipo di cioccolato (bianco e fondente). In entrambi versate lo zucchero a velo e il burro, poi mescolate.

Togliete la buccia alle banane e disponete la polpa (senza tagliarla) su una gratella per dolci.

Aiutandovi con un cucchiaio, fate scivolare il cioccolato fondente fuso sulle banane e ricoprite omogeneamente l’intera superficie (il cioccolato restante raccoglietelo con una teglia messa sotto la gratella).

Adesso non dovete fare altro che decorare il sushi con il cioccolato bianco fuso e con un po’ di granella di pistacchi, avendo cura che aderisca per bene.

Conservate in frigorifero per un paio d’ore prima di servire. Infine tagliate le banane a fette, a mo’ di sushi, e iniziate a leccarvi i baffi!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


30-06-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti