Panna cotta al latte di miglio, dessert fresco e gustoso

Panna cotta al latte di miglio

Perché la panna cotta al latte di miglio e limone candito è così buona?

La panna cotta al latte di miglio con amarene e limone candito è un dessert da provare, fresco, gustoso e colorato. E’ anche abbastanza semplice da realizzare, se si dispone degli ingredienti giusti. Proprio la scelta degli ingredienti segue percorsi diversi da quelli tradizionali, e segna un solco tra questa panna cotta e quelle “classiche”. Il riferimento è in particolare al latte di miglio e alla panna cotta.

Il latte di miglio si prepara con l’omonimo cereale. E’ un prodotto di nicchia, quasi introvabile nei supermercati ma acquistabile in qualsiasi negozio biologico. Il miglio è un cereale prezioso, che non contiene glutine, dunque consumabile anche dagli intolleranti a questa sostanza e dai celiaci. Ha un indice glicemico estremamente basso, è ricco di fibre e sali minerali ed è dotato di proprietà alcalinizzanti. Sotto forma di latte può essere impiegato come il tradizionale latte vaccino, dunque anche per realizzare la panna cotta.

La panna di cocco sostituisce invece la panna tradizionale. E’ una scelta anche in questo caso finalizzata a rendere il dessert compatibile con i regimi alimentari degli intolleranti al lattosio. E’ una panna più leggera, dal sapore più marcato sebbene un po’ meno dolce. Le sue proprietà organolettiche e la sua struttura fanno sì che possa essere trattata come una panna tradizionale, dunque merita a pieno titolo di figurare nella lista ingredienti di questa ricetta.

Come realizzare il limone candito

Uno dei pezzi forti di questa panna cotta al latte di miglio e amarene è la decorazione. Essa si prepara non solo con le amarene intere, ma anche con il limone candito, un “dolcetto” che si vede spesso nelle fiere di paese. Si può acquistare nei negozi di dolciumi e spesso e volentieri nelle pasticcerie, ma nessuno vi vieta di farlo in casa. Anzi, la ricetta del limone candito è davvero semplice. La prima fase serve ad eliminare il sapore amaro dalle bucce e consiste nella bollitura e raffreddamento delle bucce stesse (l’operazione va eseguita un paio di volte). Successivamente si prepara lo sciroppo facendo bollire una soluzione di acqua e zucchero. L’ultima fase consiste nella cottura delle bucce proprio nello sciroppo per almeno un’ora.

Panna cotta al latte di miglio

Ovviamente il limone candito è molto zuccherino, dunque è anche abbastanza calorico. Tuttavia, almeno in questa ricetta, le dosi sono davvero minime. E’ anche un alimento abbastanza sano, dal momento che la buccia di limone contiene molti sali minerali e vitamine. Gioca un ruolo fondamentale in questa ricetta in quanto ne costituisce gran parte della decorazione. In genere dona colore e ulteriore gusto alla panna cotta.

Cos’è l’agar e a cosa serve nella nostra ricetta

Tra gli ingredienti più esotici di questa panna cotta al latte di miglio e limone candito spicca l’agar. Molti di voi non l’hanno sentito nominare, e men che meno lo hanno impiegato per le loro preparazioni dolciarie, ma si tratta di un ingrediente prezioso e di facile gestione. In un certo senso possiamo affermare che sostituisce la classica gelatina per dolci, un ingrediente che non può mancare nelle panne cotte in quanto dona loro corposità. L’agar si ottiene dalle alghe rosse del sud est asiatico. La sua particolarità consiste nelle sue capacità nutrizionali. L’agar, infatti, non si limita a un’azione gelificante, ma fa anche bene alla salute. Per esempio, contiene moltissimi sali minerali, tra cui il calcio e il potassio, a tal punto che da alcuni è considerato un buon rimineralizzante.

L’agar è anche vagamente dolciastro, per quanto il suo sapore possa essere definito tenue. La sua potenza zuccherina è data dal galattosio, una delle due sostanze che compone il lattosio. Ciò non significa che tale alimento sia fuori dalla portata degli intolleranti al lattosio. Questi, infatti, possono digerire il galattosio “da solo”, i sintomi dell’intolleranza si presentano esclusivamente quando il galattosio si lega al glucosio per formare il lattosio. L’agar in questa ricetta si comporta anche meglio delle classiche gelatine, dunque è un alimento prezioso.

Ecco la ricetta della panna cotta al latte di miglio con amarene e limone candito:

Ingredienti per 10 panne cotte:

  • 500 gr. di latte di miglio;
  • 200 gr. di panna di cocco;
  • 7 gr. di agar;
  • 1 gr. di sale;
  • 200 gr. di amarene sciroppate con un po’ del loro sciroppo;
  • 100 gr. di limone candito;
  • panna montata per decorazione.

Preparazione:

Per la preparazione della panna cotta iniziate versando in una pentola il latte di miglio, la panna di cocco e il sale. Portate a ebollizione, poi versate anche l’agar e fate cuocere per poco tempo, un minuto circa. Ora mescolate lo sciroppo con le amarene divise in quattro e unite al composto. Versate tutto nei bicchieri di servizio o nelle coppette e fate addensare. Infine decorate con delle fette di limone candito, con un po’ di panna montata e con le amarene.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


29-06-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti