Parmigiana di patate e prosciutto, un classico italiano

parmigiana di patate e prosicutto cotto

Parmigiana di patate e prosciutto cotto, un’idea semplice e geniale

La parmigiana di patate e prosciutto cotto prende ispirazione dalla parmigiana di melanzane, ovvero da uno dei primi delle tradizione italiana, cucinata e apprezzata da nord a sud. Le differenze con l’originale sono evidenti già dal nome. Le melanzane sono sostituite dalle patate, mentre a formare lo strato concorre anche il prosciutto cotto a fette. La parmigiana di patate e prosciutto cotto è un’alternativa sfiziosa alla classica melanzana, e persino più leggera. Certo, mediamente le patate sono più caloriche delle melanzane, ma mentre queste ultime vanno fritte, le prime si cuociono direttamente al forno.

Senza nulla togliere alla frittura (ogni tanto andrebbe concessa), la cottura al forno è di gran lunga più leggera e certamente più sana. Tra l’altro, la ricetta è davvero semplice e quasi banale. Si tratta semplicemente di creare degli strati alternando gli ingredienti secondo un ordine preciso. Il risultato è straordinario con un piatto sapido al punto giusto, cremoso (la scamorza si trasforma in una deliziosa salsina) e gustoso nella sua semplicità. L’unico consiglio che mi sento di darvi riguarda la proporzione tra le dosi: aggiungere più patate piuttosto che prosciutto cotto potrebbe alterare l’equilibrio tra i sapori, che è comunque dedicato. Dunque, attenetevi alle indicazioni che vi darò tra poco.

Il segreto della nostra parmigiana di patate e prosciutto cotto

Il vero segreto della parmigiana di patate e prosciutto è un ingrediente in particolare: il prosciutto cotto Raspini. Si tratta di un insaccato di alta qualità, realizzato da una delle aziende simbolo dell’arte salumiera italiana. Raspini è presente sul mercato dal 1940 e da sempre realizza salumi e insaccati seguendo la tradizione piemontese. Questo prosciutto cotto, così come tutti gli altri, è frutto delle migliori carni in circolazione. Lo si nota dal gusto, che è straordinario, ma anche dai valori nutrizionali.

parmigiana di patate e prosicutto cotto

 

Il riferimento è in particolare all’apporto proteico, che non ha nulla da invidiare a quello delle carni rosse. Importante è anche la quantità di acidi grassi insaturi, che fanno bene all’organismo e aiutano a tenere a bada il colesterolo. Il tutto è valorizzato da un apporto calorico minimo per un insaccato, che si attesta sulle 160 kcal per 100 grammi. Gli insaccati Raspini, e quindi anche il prosciutto cotto, ha una particolarità, ossia viene venduto in una vaschetta dotata di tappo. In questo modo, l’alimento si mantiene fresco e non rischia di seccarsi.

Quali patate scegliere per la nostra ricetta?

L’ingrediente principale di questa parmigiana al prosciutto è la patata. E’ lei a formare buona parte degli strati, e a rappresentare il “corpo” di questa ricetta. Quando si parla di patate sorge sempre una domanda spontanea: quale scegliere? Di tipologie in circolazione ce ne sono tante: rosse, bianche, gialle, dolci ecc.. C’è proprio l’imbarazzo della scelta. Per quanto riguarda questa ricetta, è necessaria una patata che non abbondi di amido (dal momento che non è prevista una pre-cottura) e che tenga ottimamente le alte temperatura senza sfaldarsi. A questo identikit corrisponde la patata a pasta gialla, che vi consiglio di utilizzare.

Forse la fase più critica della preparazione della parmigiana di patate e prosciutto cotto è proprio il taglio delle patate. E’ necessario, infatti, che vengano tagliate a fette sottilissime e regolari, in modo da garantire una cottura non solo completa, ma anche uniforme. Nello specifico, non dovrebbero essere più spesse di un paio di millimetri. Per raggiungere questo scopo, potreste usare una mandolina, anche se il classico coltello risulta comunque efficace.

Ecco la ricetta della parmigiana di patate e prosciutto cotto:

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 1 kg di patate a pasta gialla;
  • 200 gr. di prosciutto cotto Raspini;
  • 250 gr. di scamorza Deliziosa;
  • 120 gr. di Grana Padano;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione della parmigiana con prosciutto cotto iniziate sbucciando le patate. Lavatele, poi fatele asciugare e tagliatele a fette sottili. E’ bene che le fette siano piuttosto sottili, dallo spessore di pochi millimetri. Inoltre, è necessario che siano regolari, in modo da garantire una cottura uniforme. Per fare tutto ciò, potete utilizzare o un coltello molto affilato o una mandolina. Una volta tagliate le patate, occupatevi della scamorza facendola a dadini. A questo punto potete comporre la parmigiana. Iniziate ungendo una teglia abbastanza alta con dell’olio.

Componete il primo strato come segue: adagiate le fette di patate, condite con olio e sale, poi mettete le fette di prosciutto e su queste distribuite i dadini di scamorza, infine coprite con un po’ di Grana Padano grattugiato. Componete altri strati in questo modo fino ad esaurire gli ingredienti. L’ultimo strato, però, deve essere diverso: fette di patate, pochi cubetti di scamorza e Grana fino a coprire il tutto. Concludete condendo con un filo di olio extravergine d’oliva. Ora coprite la teglia con della carta da forno e fate cuocere in un forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti. Infine, rimuovete la carta da forno, accendete il grill e fate dorare la superficie. Se il grill non è abbastanza potente spostate la teglia nel ripiano superiore. Servite il piatto caldo e buon appetito!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


29-05-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti