Cucinando la cacciagione: pernici al forno con le verdure

pernici al forno con le verdure
Commenti: 0 - Stampa

Sapore intenso di cacciagione con le pernici al forno

Pernici al forno con le verdure. Le pernici sono degli uccelli galliformi dalle carni semplicemente deliziose. La loro caccia, concessa in alcuni periodi dell’anno ed in determinate zone, ci consente di avere a tavola un prodotto straordinario che va trattato con rispetto che merita. Preparando questa ricetta a base di pernici al forno con le verdure ci si rende presto conto che è composta da elementi essenziali ed ingredienti basilari. Il profumo ed i sapori sprigionati da questa ricetta sono tuttavia incredibili, una specialità che non ha nulla a che vedere col pollo, cui tuttavia sembrano spesso essere accomunate le pernici.

Distinguibile, ma mai sgradevole, è il sapore di selvatico di queste carni, “addomesticabile” con l’uso dei giusti aromi, come previsto dalla ricetta. Trattandosi di un ingrediente così ricercato e di difficile reperimento, va da sé che questo è un piatto d’occasione, per serate speciali. Una leccornia che possiamo concederci di tanto in tanto, se abbiamo il giusto fornitore di carni a metterci a disposizione queste specialità.

Trattare le pernici, operazioni preliminari!

Non avete mai cucinato la carne di cacciagione e siete un po’ titubanti su come vada ripulita? Considerate le pernici come qualcosa di molto simile ad un pollo. Una volta spennato (cosa cui generalmente provvede direttamente il macellaio) potrete rimuovere eventuali pelucchi e residui semplicemente fiammeggiando le pernici. L’operazione è più semplice a farsi che a dirsi!

pernici al forno con le verdure

Una volta acceso il fuoco di un fornello, con cautela, vi basterà avvicinare la pernice alla fiamma affinché in pochi secondi i peletti reduci possano scottarsi e venir via in polvere. Ruotando pian piano la pernice sulla fiamma vi assicurerete di aver ripulito a dovere la pelle, preparando la carne ai successivi passaggi di lavorazione, in tutta sicurezza. Non temete, sarà un gioco da ragazzi!

Un secondo speciale, per un’occasione speciale

Erbe aromatiche e spezie sono essenziali quando si tratta di cacciagione. Imparare a dosarle, giustapporle ed abbinarle, è di grande aiuto in cucina. Non temete! L’esperienza è l’unico verso segreto per riconoscerle e distribuirle. Quel che rende ancor più gustose queste pernici al forno con le verdure è proprio il mix di sapori d’accompagnamento che l’affiancano e la valorizzano.

Semplici ingredienti che contribuiscono ognuno con la propria nota di particolarità e sapore. Servite questa pietanza come secondo per una romantica cena a due oppure ad una piccola platea di commensali. Un piatto come questo sarà assaporato al suo meglio, in piccole ed intense porzioni.

Ed ecco la ricetta delle pernici al forno con le verdure:

Ingredienti:

  • 2 pernici pulite
  • mix per soffritto (2 cipolle + 2 carote + 1 porro)
  • 1 foglia di alloro e  1 rametto di timo fresco
  • qualche chiodo di garofano
  • uno spicchio d’aglio in camicia
  • 1 bicchierino di vino bianco + 1 bicchierino d’aceto di vino bianco
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

Spennate e ripulite le pernici, salando e pepando a piacere. In una padella antiaderente con un giro d’olio d’oliva, doratele da entrambi i lati e rimuovetele dal fuoco. Nella stessa padella di cottura delle pernici, soffriggete le cipolle tagliate a quarti, carote e porro a fettine. Unite alla padella una foglia d’alloro, timo, chiodi di garofano ed aglio in camicia.

Adagiate in una pirofila con vino bianco ed aceto, infornando il tutto a 180° per circa 60 minuti. A fine cottura, impiattate con le verdure e buon appetito!

4/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Triglie alla livornese

Triglie alla livornese, un secondo davvero squisito

Triglie alla livornese, una secondo di pesce davvero unico Come suggerisce il nome, le triglie alla livornese sono un piatto tipico della città di Livorno, che vanta una grande tradizione per...

Petto di piccione in manto di verza

Petto di piccione in manto di verza, un...

Petto di piccione in manto di verza e salsa di mais, un piatto raffinato Il petto di piccione in manto di verza e salsa di mais è un secondo molto corposo. D’altronde, lo si evince dalla lista...

Spezzatino di cervo

Spezzatino di cervo, un secondo tradizionale e rustico

Spezzatino di cervo, un piatto tradizionale e rustico Lo spezzatino di cervo è un secondo piatto che appartiene alla tradizione più rustica della cucina italiana. D’altronde si base su una carne...

Triglie al cartoccio

Triglie al cartoccio, un classico secondo a base...

Triglie al cartoccio, una ricetta semplice e gustosa Le triglie al cartoccio sono un secondo piatto di pesce molto semplice e tutto sommato classico, che punta ad offrire sapori suggestivi. A fare...

Coquilles St. Jacques

Le Coquilles Saint Jacques per deliziare il palato

Coquilles Saint Jacques, una preparazione di alta cucina Le Coquilles Saint Jacques ai funghi sono una ricetta della cucina francese. Possono essere considerati come un secondo di pesce o un...

Pernice rossa con uva e polenta

Pernice rossa con uva e polenta, un secondo...

Pernice rossa con uva e polenta bianca, una lista di ingredienti diversa dal solito La pernice rossa con uva e polenta è una di quelle ricette ascrivibili alla categoria “gourmet”, ma allo...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


11-03-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti