Filetti di trota salmonata con salsa di cetriolo e sedano

trota salmonata con salsa di cetriolo
Stampa

Un piatto prelibato: i filetti di trota salmonata con salsa di cetriolo

State cercando un secondo piatto diverso dal solito, che sia gustoso, sostanzioso e saziante? Se avete risposto di sì, sappiate che i filetti di trota salmonata con salsa di cetriolo e sedano potranno rivelarsi la scelta ideale. Infatti, combineranno il gustoso sapore di questo pesce dalle carni tenere e rosate, con quello di ortaggi freschi e dal carattere deciso, proponendo a ogni vostro commensale una fantastica esperienza organolettica.

Potrete contare su questa ricetta tutte le volte in cui non saprete cosa preparare, ma vorrete comunque stupire piacevolmente i vostri ospiti e familiari. Si tratta di un secondo piatto dotato di così tante potenzialità? Sì, lo è… e ancora non le conoscete tutte! I filetti di trota salmonata accompagnati dalla salsa di cetriolo fanno la differenza a tavola e persino per il nostro organismo. Scopriamo il perché e poi prepariamoli!

Una trota dalle mille qualità…

Lo sapete, non è vero? La trota salmonata non è una “semplice” trota. Si differenzia dall’esemplare comune per il colore rosato e aranciato delle sue carni che, per l’appunto, ci ricordano il salmone. Questa sostanziale differenza è dovuta all’alimentazione proposta ai pesci all’interno degli allevamenti, che risulta prevalentemente a base di carotenoidi. Con queste caratteristiche, i filetti di trota salmonata con salsa di cetriolo e sedano diventano ancor più coinvolgenti… Attirano persino lo sguardo curioso dei bambini, che sicuramente non vedranno l’ora di assaporare il loro pasto!

trota salmonata con salsa di cetriolo

Colorazione a parte, dovreste sapere che molti nutrizionisti consigliano questo pesce come alternativa al salmone, proprio per quanto riguarda le sostanze nutritive che propone. Infatti, entrambi i pesci sono altamente proteici, ma i filetti di trota salmonata sono meno calorici e propongono una minore quantità di sodio e grassi. Tuttavia, questi ultimi sono sempre costituiti in gran parte da omega 3. Buono a sapersi, non è vero? Questo pesce è inoltre una buona fonte di potassio, fosforo, magnesio e vitamine del gruppo B.

Le altre potenzialità di un pasto a base di filetti di trota salmonata

Insomma, l’avete capito… Questa pietanza non è solo deliziosa: può rivelarsi un vero toccasana per il nostro organismo. È un piatto saziante, che in genere si digerisce senza difficoltà. I filetti di trota salmonata sono preziosi alleati dell’apparato cardiovascolare e del sistema nervoso, di ossa e denti, di reni e muscoli. Tutte queste interessanti proprietà benefiche potranno acquisire un maggiore valore al fianco degli altri ingredienti, quali il cetriolo, il sedano, il limone, il basilico e l’olio extravergine d’oliva… L’abbondanza di antiossidanti, vitamine e minerali è incredibile!

In poche parole, portare in tavola i filetti di trota salmonata con salsa di cetriolo e sedano è sempre una buona idea, per il palato e per il nostro benessere. Quindi, non perdiamo tempo: andiamo a preparare questo delizioso secondo piatto… Non ci metterete molto e non farete neanche troppa fatica. Tuttavia, per ottenere un grande risultato, dovrete puntare su una grande qualità. Scegliere gli alimenti giusti potrà aiutarvi a creare una portata dal sapore e dall’aspetto sensazionale. Vi assicuro che non ve ne pentirete!

Ed ecco la ricetta dei filetti di trota salmonata con salsa di cetriolo

Ingredienti per 4 persone

  • 4 filetti di trota salmonata (circa 600 gr. in tutto)
  • 1 cetriolo
  • 2 gambi di sedano
  • 1 limone bio
  • 4 foglie di basilico
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale marino integrale

Preparazione

Eliminate i filamenti dal sedano e affettatelo. In seguito, frullatelo con il cetriolo tagliato a tocchetti (con la buccia), il basilico e un pizzico di sale. Suddividete la crema ottenuta in 4 piatti di servizio.

In una padella con l’olio caldo, mettete a cuocere i filetti di pesce, appoggiandoli prima dalla parte della pelle. Lasciateli cuocere per circa 3 minuti, poi girateli e lasciateli ancora cuocere su fiamma vivace per altri 2 minuti.

Suddividete il pesce nei 4 piatti di servizio con la crema di cetriolo e servite subito in tavola, guarnendo con qualche strisciolina di buccia di limone e capperi.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-02-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti