bg header
logo_print

Biscotti morbidi al pistacchio: facili da preparare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Biscotti morbidi al pistacchio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 8 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (12 Recensioni)

Biscotti morbidi al pistacchio: uno sfizio contro le intolleranze

I biscotti morbidi al pistacchio con riso integrale e cannella sono molto gustosi, facili da preparare e, per quanto possibile per un prodotto dolciario, anche ipocalorici. Soprattutto, possono essere consumati da chiunque, anche da chi soffre di intolleranze alimentari. Il riferimento è, ovviamente, alla celiachia.

Il merito di ciò va all’assenza di alcuni ingredienti, sostituiti egregiamente non da sostanze prodotte in laboratorio (come le farine deglutinate) ma da alimenti naturali. In questo caso, la farina di grano tenero è sostituita dalla farina di riso integrale. Una scelta, questa, che è stata pensata per valorizzare il gusto, non solo per rendere questi biscotti accessibili ai celiaci.

Ricetta Biscotti morbidi al pistacchio

Preparazione Biscotti morbidi al pistacchio

Montate gli albumi con lo zucchero bruno di cocco e formate una meringa. Continuando a mescolare, inserite gli altri ingredienti: la farina di riso integrale, la polvere di pistacchio, lo zucchero bruno finissimo e la cannella. In questa fase fate molta attenzione a non smontare il composto.

Versate il composto in una sac a poche e formate dei biscotti di 3 cm di diametro. Inseriteli poi nel forno e cuocete a 180 gradi per 7-8 minuti. I biscotti al pistacchio vanno serviti a temperatura ambiente e possono essere consumati entro due giorni.

Ingredienti Biscotti morbidi al pistacchio

  • 100 gr. di albume
  • 50 gr. di zucchero bruno di cocco
  • 100 gr. di polvere di pistacchio
  • 50 gr. di zucchero bruno di canna finissimo
  • 50 gr. di farina di riso integrale
  • 1 gr. di cannella in polvere

Il pistacchio, alimento sottovalutato

Il pistacchio è un alimento decisamente sottovalutato. Nell’immaginario collettivo è sì considerato molto buono, e in alcuni casi (es. le varietà siciliane) una vera prelibatezza, ma anche un alimento molto grasso che non fa bene alla salute. Ebbene, si tratta solo di pregiudizi. Il pistacchio è infatti un alimento salutare. Contiene grassi, certo, ma sono grassi insaturi, che non contribuiscono ad aumentare il colesterolo.

Inoltre i pistacchi contengono molti sali minerali come il calcio, il ferro e il magnesio. Ottimo è l’apporto di vitamina E e di carotenoidi, sostanze che proteggono dall’azione dei radicali liberi. Il pistacchio si caratterizza anche per la presenza di antiossidanti, di flavonoidi e di acido folico.

I pistacchi sono i semi di piccoli alberi forse originari del Turkestan meridionale, e che si coltivano nei paesi mediterranei e del Medio Oriente da tre o quattromila anni (nel Genesi è detto che tra i doni inviati da Giacobbe a Giuseppe c’erano anche i semi di pistacchio). Il pistacchio preferisce un clima simile a quello adatto alla coltivazione delle mandorle e delle olive e oggi viene coltivato praticamente in tutti i paesi intorno al Mediterraneo, tra cui la Francia meridionale, l’Italia, la Spagna, nonché in Persia, nell’ Afghanistan, e nelle regioni sudoccidentali degli Stati Uniti. Se ne coltivano molte varietà; vi sono alberi maschili e femminili.

Biscotti morbidi al pistacchio

Il seme della noce di pistacchio è ricoperto da una pellicola rosso-bruna, ma la polpa è verde brillante fin nell’interno. In generale, la gradazione del verde sta ad indicare la qualità del seme. I semi di pistacchio non sono famosi dappertutto come nei paesi dove vengono coltivati, forse perché sono piuttosto costosi.

A chi ha viaggiato nel Medio Oriente è capitato senz’altro di imbattersi nei pistacchi salati, coi gusci che si spalancano come tante piccole conchiglie. I semi di pistacchio sono utilizzati nei torroni orientali e nel locoum (una specialità turca). Si adoperano anche per decorare dolci e costituiscono (almeno si spera) il colore e l’aroma principale del gelato al pistacchio, cosi popolare in Italia e negli Stati Uniti.

L’aroma dei semi di pistacchio è delicato, e dai migliori si ricavano estratti ed essenze. Si conservano bene e se ne può tenere una piccola scorta in cucina, per mescolarli alle creme o decorarle. I pistacchi compaiono anche in alcuni piatti di carne e di selvaggina, particolarmente nella cucina libanese e in altre del Medio Oriente, ma in questo caso non si possono considerare una vera sostanza aromatica in quanto pur essendo belli da vedere il loro sapore viene in gran parte eclissato. Piii notevole è l’apporto di sapore che danno ad alcuni salumi, come alla mortadella bolognese.

La farina di riso integrale

I biscotti morbidi al pistacchio sono realizzati con la farina di riso integrale. Questa scelta è dettata da un’esigenza di gusto ma anche dalla volontà di rendere questa preparazione adatta anche ai celiaci. Ad ogni modo, la farina di riso integrale reca benefici che possono essere apprezzati anche dalle persone che non soffrono di intolleranze. Anche perché si tratta di un ingrediente dalle eccellenti proprietà nutrizionali.

La farina di riso integrale, infatti, contiene le vitamine del gruppo B, la vitamina D, magnesio, ferro, calcio e potassio. Rispetto alla classica farina “bianca” (ovvero di grano e raffinata) presenta una concentrazione molto più elevata di macronutrienti e un ridotto quantitativo di carboidrati.

Ricette biscotti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (12 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

crostata banane e cioccolato

Pasta frolla senza burro, un’ottima base senza lattosio

Come preparare la pasta frolla? La pasta frolla senza burro è davvero speciale e diversa dalle altre, allo stesso tempo è anche semplice da realizzare. E’ sufficiente creare un mix secco con...

Muffin alle mele e farina di patate

Muffin alle mele e farina di patate, dei...

I pregi della farina di patate La farina di patate incide parecchio sull’impasto dei muffin alle mele, anche perché se ne utilizza una quantità importante. E’ frutto del processo di...

Viennetta fatta in casa

Viennetta fatta in casa alla panna, una ricetta...

Quale cioccolato fondente utilizzare? Tra gli ingredienti più importanti della mia viennetta fatta in casa spicca il cioccolato fondente. Esso compare in due momenti distinti: durante la...