logo_print

Torta di canapa con funghi, ricetta speciale

Torta di canapa con funghi porcini
Stampa

Torta di canapa con funghi, una scelta di ingredienti sui generis

La Torta di canapa con funghi  è una specie di torta salata. Il termine “specie” è necessario in quanto siamo di fronte a una preparazione davvero sui generis, che reinterpreta un po’ gli ingredienti e propone per loro un trattamento diverso da quello solito. Solo per fare un esempio, i funghi porcini vengono “marinati” nel tuorlo d’uovo, o per meglio dire lasciati in infusione affinché si ammorbidiscano. L’impasto, poi, è realizzato a partire da un frullato di ingredienti di per sé non associato a questa preparazione, come appunto i funghi, il formaggio e, ovviamente la farina.

Tra l’altro, la farina è particolare. Niente grano, o riso, e nemmeno cereali dal carattere esotico. Per questa ricetta, come suggerisce il nome del resto, si impiega la farina di canapa. Una pianta, questa, famosa per altri usi e in particolare per la produzione di tessuti ma che, evidentemente, in alcune sue componenti è commestibile, anzi davvero nutriente. La farina di glutine si ottiene dalla macinazione dei semi di questa pianta. Essa contiene proteine ad alta digeribilità, presenti comunque in concentrazioni elevate. La farina di canapa è anche una eccellente fonte di vitamina E, di ferro e di zinco. Sono molto presenti gli acidi grassi omega tre, sostanze che fanno davvero bene all’organismo, e in particolare all’apparato cardiocircolatorio.

Il segreto della Torta di canapa con funghi

Il vero segreto della torta di canapa con funghi non è la farina di canapa, che è comunque – come abbiamo visto – un ingrediente prezioso. Il vero segreto, anzi l’arma in più di questa ricetta, è il formaggio cremoso senza lattosio Exquisa. Questo prodotto è un po’ il simbolo della capacità, dimostrata più volte da Exquisa di offrire ai consumatori prodotti in grado di coniugare gusto, leggerezza e benefici per l’organismo. Questo formaggio cremoso, infatti, è meno calorico dei prodotti simili di altri brand, dunque può essere consumato senza molte remore (pur rimanendo comunque un latticino e per questo abbastanza calorico). La presenza delle proteine, poi, è significativa nonostante la presenza di acqua (questo formaggio, ovviamente, non è stato sottoposto a stagionatura).

Torta di canapa con funghi porcini

La caratteristica più importante di questo prodotto, però, è la totale assenza di lattosio. Ciò rende il formaggio, e quindi il multistrato di pollo e curry in generale, compatibile con l’esigenza di chi soffre di intolleranza al lattosio, un disturbo incredibilmente diffuso nel nostro paese. Ovviamente, il processo di estrazione del lattosio è avvenuto attraverso tecniche naturali, che non hanno nulla di chimico, e in grado di preservare tutto il gusto del formaggio cremoso. Anzi, il formaggio cremoso Exquisa è persino più buono degli omologhi delle altre altre marche che contengono lattosio.

La bontà dei funghi porcini essiccati

Tra gli ingredienti principali di questa ricetta spiccano i funghi porcini essiccati. Perché proprio essiccati? Il motivo è semplice: non vanno consumati in solitaria, magari in padella, ma rappresentano l’ingrediente dell’impasto attraverso un lungo passaggio nel frullatore. Se fossero naturalmente idratati, l’impasto verrebbe troppo acquoso, e dunque sostanzialmente inservibile. Ciò non toglie, però, che vadano comunque ammorbiditi. Nel caso della ricetta della torta di canapa con funghi il procedimento di infusione avviene nel tuorlo (sono necessarie circa due ore).

I funghi porcini sono tra i funghi più apprezzati, anche perché davvero squisiti. Hanno un apporto calorico infimo, ma in compenso si caratterizzano per una certa presenza di vitamine. Il riferimento è in particolare alle vitamine B1, B2, B6, PP, D e C. Ottime anche le concentrazioni di oligoelementi e in particolare di ferro, potassio, fosforo, zinco, rame e selenio. Ovviamente, i funghi porcini sono del tutto privi di colesterolo, lattosio e glutine.

Ecco la ricetta della Torta di canapa con funghi:

Ingredienti:

  • 70 gr. di farina di canapa;
  • 80 gr. di amido di mais;
  • 50 gr. di olio di canapa;
  • 50 gr. di olio di riso;
  • 250 gr. di uova (circa 5);
  • 120 gr. di formaggio cremoso senza lattosio Exquisa;
  • 40 gr. di maltitolo;
  • 4 gr. di lievito;
  • 50 gr. di funghi porcini essiccati;
  • 2 cucchiai di succo di limone;
  • 30/40 gr. di chiodini freschi;
  • 30 gr di burro chiarificato
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio spicchio di aglio
  • q.b. sale e pepe macinato al momento

Preparazione:

Reidratate i funghi utilizzando una pentola di acqua a cui aggiungete due cucchiai di succo di limone. Una volta che l’acqua bolle immergete i funghi lasciandoli in ammollo per circa 3 minuti.

Pulite i chiodini, staccate il terriccio dal fondo del gambo, lavateli a lungo in acqua corrente, scolateli con cura ed asciugateli delicatamente con un canovaccio asciutto. Bolliteli circa 10 minuti.

Fateli soffriggere uno spicchio d’aglio in un tegame di terracotta con olio e burro. a fuoco moderato.

Aggiungete quindi i funghi ed alzate appena il fuoco, affinché perdano un po’ di umidità. Conditeli quindi con sale e abbondante pepe macinato, rimescolate con delicatezza tacendo attenzione a non romperli. Coprite il recipiente e lasciateli cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti o più, sino a completa cottura.

Separate gli albumi dai tuorli. Versate i tuorli in nel bicchiere del frullatore e inserite i funghi porcini. Azionate versando gli oli a filo fino ad ottenere una maionese. A questo punto Inserite anche il formaggio e azionate ancora. In una ciotola a parte montate gli albumi con il maltitolo fino a ottenere un composto spumoso ma stabile.

Unite il composto di funghi porcini con il composto di albumi, poi aggiungete anche le farine già setacciate e il lievito, mescolando solo leggermente. Versate tutto in uno stampo per ciambelle e infornate il tutto a 180 gradi per 15-20 minuti. Servite la torta calda accompagnando con i chiodini. Buon appetito!

Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


05-10-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti