Caserecce al radicchio e champignon, un piatto rustico

Caserecce al radicchio e champignon

Caserecce al radicchio e champignon, una ricetta davvero semplice

Le caserecce al radicchio e champignon cremini sono un primo molto semplice da preparare ma che offre molto sotto tutti i punti di vista: estetico, organolettico e nutrizionale. E’ il classico piatto che si basa su una manciata di ingredienti, ma che si giova di un’attenta selezione degli stessi. Il punto di forza delle caserecce al radicchio e champignon cremini è proprio la scelta di ingredienti di qualità, capaci di valorizzarsi a vicenda. Il riferimento è in primis alla pasta Garofalo, a cui dedicherò un paragrafo a parte, ma anche al radicchio di Treviso e agli champignon cremini.

Il funghi, spiccano per un apporto calorico minimo, in questo caso pari a circa 30 kcal per cento grammi, caratteristica che li rende un alimento compatibile con le diete dimagranti.

Il segreto delle nostre caserecce al radicchio

Il vero segreto di questa ricetta al radicchio e champignon, che gli fa compiere il salto di qualità, è la presenza delle caserecce Garofalo. E’ un tipo di pasta “brevettata” dalla famosa azienda campana, che in questo come negli altri casi è frutto di un know-how maturato nel corso dei decenni. E’ una pasta realizzata con la semola di grano duro, dunque capace di proporre sentori rustici. La trafilatura è in bronzo, mentre il tempo di cottura (media, ossia né al dente né troppo cotta) è di 11 minuti. Come potete vedere dalla foto è una pasta corta.

Caserecce al radicchio e champignon

E’ anche una pasta mediamente meno calorica rispetto alle altre. Il suo apporto calorico si aggira sulle 350 kcal per 100 grammi, pari al 7-10% in meno rispetto alle altre paste. Non è una pasta senza glutine, ma io vi consiglio di provarla lo stesso (se non soffrite di celiachia), in quanto ne vale davvero la pena. Non a caso, è la dimostrazione di come Garofalo sia capace di esprimere un elevato livello di qualità.

Le insospettabili proprietà nutritive delle mandorle

Un alimento fondamentale di queste caserecce al radicchio è la mandorla. Certo, essa interviene nella fase finale della preparazione, ma riesce comunque a incidere sul gusto e sul risultato finale. Nello specifico, le mandorle vengono inserite alla fine, durante l’impiattamento, e nella forma tritata. L’impatto organolettico, però, è significativo. La ragion d’essere delle mandorle in questa ricetta non si riduce al solo gusto, ma riguarda anche le caratteristiche nutrizionali.

Il riferimento è in particolare all’abbondanza di acidi grassi omega tre, che esercitano un impatto positivo a tutti i livelli: apparato cardiocircolatorio, funzioni cognitive, vista e altro ancora. Le mandorle, poi, sono anche ricche di sali minerali come il calcio, il ferro, il magnesio e il potassio. Come tutti sanno, sono caloriche, vista la quantità di grassi. Tuttavia si parla di grassi “buoni”, che fanno bene alla salute. In ogni caso, ho optato per dosi minime di mandorle, dunque il loro effetto “calorico” è attenuato, non si a oltre il 10% a porzione.

Ecco la ricetta delle caserecce al radicchio e champignon cremini:

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 gr. di casarecce Garofalo;
  • 1 cipolla;
  • 2 cespi di radicchio di Treviso;
  • 200 gr. di teste di funghi cremini;
  • 40 gr. di mandorle tostate tritate grossolanamente;
  • olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale;
  • q. b. di pepe nero.

Preparazione:

Per la preparazione delle caserecce al radicchio e champignon iniziate pulendo con cura i funghi, pelate la cipolla e riducetela a fette sottili. Ora lavate e sbucciate il radicchio, fatelo scolare per bene e tagliatelo a strisce sottili. Poi prendete una padella, scaldate un po’ di olio extravergine d’oliva e fate appassire la cipolla, infine aggiungete i funghi tagliati in 4 o 6 parti. Fate cuocere il tutto per 10 minuti, poi aggiungete le listarelle di radicchio. Ora cuocete la pasta in acqua salata e scolate quando è ancora al dente (conservate però due cucchiai di acqua di cottura). Saltate le verdure in padella per un paio di minuti, versateci sopra le caserecce appena scolate, qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta (che avevate messo da parte) e saltate per 2 minuti. Decorate con le mandorle tritate ed una spolverata di pepe nero prima di servire. Buon appetito!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Corzetti con porcini

Corzetti con porcini, un primo rustico e raffinato

Corzetti con porcini, un primo ricco ma leggero I corzetti con porcini sono un primo piatto che riconcilia con la più antica tradizione italiana, infatti sono realizzati con ingredienti semplici,...

Minestrone con finocchi e cavolfiore

Minestrone con finocchi e cavolfiore, un primo leggero

Minestrone con finocchi e cavolfiore, quando un piatto classico è anche buono Il minestrone con finocchi e cavolfiore è un primo tradizionale, ossia la classica ricetta semplice da realizzare e in...

Mafalde con camembert e broccoletti

Mafalde con camembert e broccoletti, un primo cremoso

Mafalde con camembert e broccoletti, il segreto è nella pasta Le mafalde con camembert e broccoletti sono una splendida idea per un primo piatto fuori dall’ordinario, che coniuga gusto e...

Zuppa thai con pollo e cocco

Zuppa thai con pollo e cocco, una delizia...

Zuppa thai con pollo e cocco, in diretta dalla cucina thailandese. La zuppa thai con pollo e latte di cocco (Tom Kha Gai ) è un primo piatto dalla texture vellutata, dal gusto complesso ma adatto a...

Crema di patate e cavolfiori

Crema di patate e cavolfiori, piatto elegante e...

Crema di patate e cavolfiori, un primo tra il rustico e il gourmet La crema di patate e cavolfiori è un primo piatto molto particolare. Lo si può notare dalla lista degli ingredienti, che propone...

Zuppa di broccoli con latte di cocco

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un...

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un primo vellutato La zuppa di broccoli con latte di cocco e semi di zucca è un primo piatto molto apprezzato, nonché una rivisitazione della classica zuppa...

01-10-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti