Radicchio essiccato: un’eccellenza della nostra tradizione

Radicchio essiccato: un’ottima soluzione per condire risotti e altri primi

Quando pensiamo a un primo piatto speciale immaginiamo il sapore ma anche i profumi e i colori. Tutto l’insieme contribuisce a rendere unica la presentazione. Per centrare il risultato è necessario curare ogni singolo dettaglio e valutare con attenzione la scelta dei condimenti, includendo per esempio il radicchio essiccato. Parlarne vuol dire chiamare in causa una delle più celebri eccellenze della nostra tradizione gastronomica, oltre che un’innegabile comodità per chi ama dare spazio alla creatività in cucina.

Il radicchio essiccato, ottenuto chiaramente dal radicchio fresco, ne conserva perfettamente tutte le proprietà organolettiche. Ecco perché non è davvero il caso di farsi problemi a utilizzarlo ai fornelli, lasciando spazio all’inventiva per rendere ogni singolo piatto un regalo unico per i propri ospiti.

Sì, si tratta di un piccolo dettaglio, l’ho già detto e lo ripeto, ma di un particolare che, come vedremo passando in rassegna un po’ delle proprietà benefiche del radicchio, può fare la differenza dal punto di vista del gusto e della salubrità di un primo piatto.

Proprietà del radicchio, ricchissimo di minerali e depurativo

Il radicchio essiccato – come già specificato non differente da quello fresco per quel che concerne le proprietà benefiche – si contraddistingue per un’importante quantità di minerali quali magnesio, fosforo, calcio, sodio e zinco. Da non trascurare è anche la quantità d’acqua, molto più alta rispetto a quella presente in altre verdure simili, che il radicchio contiene. Questa peculiarità lo rende particolarmente adatto come soluzione naturale contro la stitichezza. In una sola verdura possiamo apprezzare proprietà depurative ed energizzanti. Fantastico, vero? Certamente sì!

I benefici del radicchio, portentoso per le diete ipocaloriche

I condimenti sono sempre un tasto dolente quando si prepara un primo piatto per una persona a dieta. Come uscirne? Cosa si può scegliere? Tra le soluzioni utili al proposito c’è senza dubbio il radicchio essiccato, caratterizzato da un basso apporto calorico. Fondamentale tra le proprietà benefiche di questa verdura è anche il contenuto di fibre. Questi principi nutritivi, notoriamente fondamentali per la salute, contribuiscono al contrasto degli attacchi di fame favorendo la sazietà, migliorano la regolarità intestinale e fanno in modo che gli zuccheri non vengano rilasciati troppo in fretta nel sangue, il che è fondamentale per tenere sotto controllo i picchi di glicemia.

Ora non resta che provare il radicchio essiccato, tipico della zona di Chioggia e caratterizzato da un contrasto interessante tra il sapore amarognolo delle foglie e quello dolciastro delle nervature, sul vostro prossimo primo piatto a base di riso!

Condividi!

2 commenti a “Radicchio essiccato: un’eccellenza della nostra tradizione

  1. Pingback: Spaghetti con radicchio e porro: nutrizione e gusto in un unico piatto di pasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *