bg header
logo_print

Frappè di albicocche, ribes e mandorle: pieno di salute

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

frappe di albicocche
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Una colazione sana e nutriente: frappè di albicocche, ribes e mandorle

Un frappè di albicocche, ribes e mandorle da assumere al mattino o durante la giornata è quanto di meglio ci si possa regalare in questa calda stagione estiva. E’ una bevanda facile da preparare, si beve fredda ed è molto rinfrescante. E’ una vera sferzata di energia, grazie al potere antiossidante dei suoi componenti. Questa nostra versione poi, come vedrete, è non solo golosa ma anche molto più cremosa rispetto ai comuni frappè…provare per credere!

L’albicocca, oltre a fornirci gli antiossidanti che proteggono le nostre cellule dall’attacco dei radicali liberi e a ritardare l’invecchiamento, è un frutto benefico che ci aiuta a contrastare la ritenzione di liquidi grazie all’apporto di potassio, un minerale con azione fortemente diuretica.

Ricetta Frappè di albicocche

Preparazione Frappè di albicocche

Lavate e denocciolate le albicocche; ricavate le bacche dai rametti di ribes, poi lavatele ed asciugatele con estrema delicatezza.

Versate nel bicchiere del frullatore le albicocche, le bacche di ribes, la bevanda alla mandorla e lo sciroppo d’agave; azionate e frullate per qualche minuto (se serve, perché vi sembra troppo denso, aggiungete un altro goccio di bevanda alla mandorla).

Versate il frappè ottenuto in un bel bicchierone; decorate con scagliette di mandorla e con qualche altra bacca di ribes prima di servire ben freddo.

Qualora lo vogliate preparare prima, mettetelo in un contenitore ben chiuso e ponetelo in frigorifero

Ingredienti Frappè di albicocche

  • 150 g albicocche ben mature (al netto degli scarti)
  • 50 g bevanda alla mandorla
  • 3 rametti di ribes più qualcuno per decorare
  • 1 goccio sciroppo d’agave
  • q.b mandorle a lamelle per decorare

E’ inoltre un frutto che vogliamo impiegare nel nostro frappè di albicocche, ribes e mandorle in quanto valido nella prevenzione delle malattie degenerative e cardiovascolari, oltre che eccellente anche per le sue caratteristiche antinfiammatorie, in verità poco conosciute.

Il Prunus armeniaca (albicocco) è originario della Cina dove cominciò a essere coltivato 4.000 anni fa. Da lf si diffuse in Mesopotamia, Persia e infine sulle coste mediterranee. Vive bene in climi temperati caldi, cioè in zone dove non si abbiano gelate tardive.

Le albicocche sono drupe sfericoovoidali, con un solco laterale più o meno marcato e buccia di colore variabile dal giallo pallido al rosso aranciato. Contengono un nocciolo ovale, compresso lateralmente, con mandorla dolce o amara. Se ne conoscono molte varietà, da razze di importazione o indigene, come l’ albicocca pesca di Nancy, la grossa di Germania, la comune o romana, la precoce di Toscana, la reale. Le albicocche vengono consumate come frutta da tavola. Si trovano in commercio fresche, secche e anche sciroppate.

Il momento migliore per acquistare le albicocche è nel suo periodo di maturazione che va, generalmente, da maggio ad agosto. La massima produzione si registra in giugno e luglio.

Come scegliere le albicocche?  Le albicocche dovrebbero essere raccolte quando sono mature ma ancora compatte. Preferite frutti pieni, di colore rosso-arancio, teneri ma non molli e ben succosi. Evitate i frutti immaturi, duri, verdognoli o giallo-chiari e quelli troppo maturi, troppo teneri o deteriorati. Si conservano in frigo e vanno consumate entro breve tempo. Le albicocche sono un’ottima fonte di vitamina A e di potassio.

Frappè di albicocche ribes e mandorle IMG

Ribes: piccoli frutti dal grande valore

Il ribes arricchisce il nostro frappè di gusto e colore. Questo piccolo frutto racchiude un sapore dolce e aspro. Questi frutti di mezza estate vengono consumati al massimo punto di maturità, quindi appunto in estate, per evidenziare il loro sapore caratteristico e fornire aromi complessi a dolci, marmellate, conserve e, come in questo caso, frappè genuini e salutari, che ben si prestano ad essere preparati come superfood per le colazioni dei piccoli.

Se c’è qualcosa che caratterizza il ribes utilizzato in questa nostra bevanda è l’abbondanza di carotenoidi e antociani, i due pigmenti naturali responsabili della sua tonalità e della sua potente azione antiossidante che previene l’invecchiamento cellulare. La vitamina C è una delle sue principali risorse, in particolare ne è ricco il ribes nero e quello rosso. È apprezzato dai medici e dai nutrizionisti per la sua quantità di vitamine, i suoi bassi indici calorici e i suoi bassi livelli di carboidrati.

Mandorle: la piccola aggiunta che fa la differenza nel frappè di albicocche, ribes e mandorle

Le mandorle, grazie al loro gradevole sapore ed ai loro benefici per la nostra salute sono una delle tipologie di frutta secca tra le più consumate. Il monito di consumare mandorle ha eco ovunque. Medici e nutrizionisti di tutto il mondo consigliano di includerle nella dieta, esattamente come abbiamo fatto noi con la nostra ricetta del frappè di albicocche, ribes e mandorle, in quanto in grado di aiutare a condurre uno stile di vita sano.

Le mandorle, utilizzate nella preparazione del nostro frappè, così come, in generale, tutti i semi oleosi, sono alimenti che ci forniscono importanti quantità di fibre, proteine, minerali, vitamine del gruppo B, vitamina E e grassi sani. Tra i minerali figurano ferro, fosforo, magnesio, potassio, zinco e calcio. Le mandorle possono essere trovate tutto l’anno, per fortuna, ed il loro sapore è davvero unico ed inconfondibile. Una buona ragione per farne tesoro.

Ricette frappè ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ranch Water

Ranch Water, ecco come si fa il famoso...

Uno sguardo sulla tequila Vale la pena parlare della tequila, che è la vera protagonista del Ranch Water. Nello specifico parliamo della tequila bianca. Rispetto agli altri tipi di tequila non è...

Cocktail leggero con azzeruoli

Cocktail leggero con azzeruoli per un aperitivo rinfrescante

Un focus sugli azzeruoli Gli azzeruoli sono frutti molto particolari e sono ideali per un cocktail leggero come questo. Un tempo erano molto consumati, poi caddero nell’oblio durante l’età...

bevanda al tamarindo

Una bevanda al tamarindo per rinfrescarsi con gusto

Come dolcificare la bevanda al tamarindo La bevanda al tamarindo è buona così com’è, soprattutto per chi ama i sapori intensi, aromatici e vagamente astringenti. Tuttavia, potete anche...