bg header

Coppa con yogurt e rabarbaro: dessert delizioso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Coppa con yogurt e rabarbaro

Coppa con yogurt e rabarbaro: un’esplosione di gusto

Se state cercando un dessert diverso dal solito e dal gusto intenso, la coppa con yogurt e rabarbaro fa per voi. E’ infatti un dessert molto semplice che va oltre i dettami della cucina italiana ma comunque in grado di soddisfare i palati più esigenti. Il merito va alla sapiente scelta degli ingredienti, che vede come protagonisti alimenti che raramente vengono coinvolti nella stessa pietanza, specie se dolce (es. la fecola di patate e l’avena).

La leggera acidità dello yogurt si sposa bene con il sapore intenso del rabarbaro, mentre le fragole contribuiscono ad aggiungere un tocco di delicatezza. Un ulteriore tocco di gusto è dato invece dalla granella croccante formata dalle mandorle, dai fiocchi d’avena e dalla farina di cocco.

Lo yogurt greco

Il protagonista di questa ricetta è lo yogurt greco. Lo yogurt è uno degli ingredienti cardine della cucina greca (e in generale balcanica meridionale), e viene utilizzato tanto per preparazioni salate quanto per quelle dolci. A differenza dello yogurt che abitualmente si acquista nei supermercati, infatti, quello greco non è dolce. Si caratterizza anche per un sapore leggermente acido, per quanto davvero buono.

Coppa con yogurt e rabarbaro

Lo yogurt greco eccelle per le proprietà nutrizionali, che sono superiori a quelle dello yogurt industriale del supermercato. Per esempio, vanta una presenza maggiore di proteine e fermenti lattici vivi. Dunque, lo yogurt greco non è solo un alimento di sapore intenso, ma anche un toccasana per l’organismo.

Il rabarbaro

Il rabarbaro viene consumato da migliaia di anni, sebbene non sia uno dei protagonisti della tradizione culinaria italiana. E’ un peccato, dal momento che il rabarbaro non si caratterizza solo per un gusto particolare ma anche per le eccellenti proprietà nutrizionali, a tal punto da essere considerato una pianta officinale.

Il rabarbaro è infatti un rimedio naturale contro la stipsi. E’ in grado di accelerare il metabolismo e di riattivare il transito intestinale. E’ inoltre un eccellente regolatore dell’appetito, sicché è consigliatissimo per chi intende seguire una dieta ipocalorica o dimagrante.

Il rabarbaro, è una pianta che affonda le sue origini nelle lontane e meravigliose terre della Cina e del Tibet. Il suo utilizzo in cucina è molto diffuso ed è dovuto alle numerose proprietà benefiche.

Quali sono le più importanti? Tra queste è possibile ricordare l’efficacia antiossidante, dovuta alla presenza di un’importante quantità di flavonoidi. Il rabarbaro, inoltre, si contraddistingue per la sua azione antibatterica, fondamentale per prevenire infezioni al tratto gastrico in particolare.

Grazie alla reina, una sostanza di natura glucosidica, aiuta molto i processi digestivi. Pochi lo sanno, ma il rabarbaro è anche un ottimo alleato della pelle. Il beneficio in questione è dovuto in particolare alla presenza degli antiossidanti, che rallentano notevolmente i processi di invecchiamento dei tessuti, permettendo di sfoggiare una bellezza naturale invidiabile.

Nonostante il rabarbaro possieda tutte queste proprietà, il suo uso nella cucina italiana non è tanto frequente. Noi lo adoperiamo spesso e volentieri, persino per preparare un gustosissimo liquore, ovviamente un digestivo. Non potrebbe essere diversamente, considerate le sue caratteristiche nutrizionali!

Ecco la ricetta delle coppa con yogurt e rabarbaro

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr. di fragole
  • 250 gr. di rabarbaro
  • 100 gr. di zucchero di canna
  • 50 gr. di semi di sesamo
  • 50 gr. di farina di cocco
  • 1/2 cucchiaino fecola di patate
  • ½ lt di Yogurt Greco Autentico Colato Senza Lattosio
  • 100 gr. di mandorle a lamelle
  • 40 gr. di fiocchi d’avena

Preparazione:

Per prima cosa, preparate il croccante. Mescolate in una terrina i fiocchi d’avena, 50 grammi di zucchero, i semi di sesamo e le mandorle. Dopodiché stendete il composto su una placchetta ricoperta di carta forno e fate cuocere a 180 gradi per mezz’ora. Nel frattempo lavate il rabarbaro, sbucciatelo e tagliatelo a pezzetti. Fatelo cuocere in una pentola insieme agli altri 50 grammi di zucchero.

Dopo 20 minuti togliete il composto e filtratelo. Riponete il succo nella pentola, aggiungete la fecola di patate e fate cuocere per 6 minuti. Terminata la cottura, distribuite lo yogurt in 4 bicchieri e aggiungete il composto di rabarbaro, zucchero e fecola. Infine decorate con le fragole tagliate a spicchi e con il croccante.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...

logo_print