Crumble di fragole e rabarbaro: buono e leggero

Crumble di fragole e rabarbaro
Commenti: 2 - Stampa

Crumble di fragole e rabarbaro per merenda

Il crumble di fragole e rabarbaro è una rivisitazione del crumble classico. Questo dolce non è molto conosciuto in Italia. E’ infatti un dolce della tradizione anglosassone. Un dolce molto buono che merita di essere integrato nella tradizione italiana, magari con qualche variante.

E’ anche un dolce molto particolare. Infatti, l’ingrediente forse più emblematico è rappresentato dalle briciole! Queste possono essere briciole di impasto, come anche di biscotto o di qualsiasi prodotto dolciario abbastanza rigido. L’altro ingrediente principale è la frutta, in genere preparata a mo’ di composto.

I pregi del rabarbaro

Questa ricetta consente di preparare un delizioso crumble con fragole e rabarbaro. Quest’ultimo proviene da una pianta di origine asiatica, molto diffusa in Italia e apprezzata per la preparazione di liquori e confetture.

Il rabarbaro conta ottime proprietà nutrizionali, a tal punto da essere considerato un rimedio contro la stitichezza e un efficiente regolatore dell’appetito. Il rabarbaro si caratterizza per il profumo intenso e un sapore spiccatamente dolce.

Crumble di fragole e rabarbaro

La farina di riso integrale

Il crumble di fragole e rabarbaro è realizzato con la farina di riso integrale. Questa scelta trova giustificazione nella volontà di dare un  tocco di creatività in più alla ricetta ma, soprattutto, all’esigenza di renderla consumabile dai celiaci. Il riso, infatti, non contiene glutine.

La farina di riso integrale sostituisce efficacemente la farina di grano tenero, anche per ciò che concerne il gusto. Inoltre, il riso contiene una quantità superiore di vitamina D, ferro, calcio e potassio.

Ecco la ricetta del crumble di fragole e rabarbaro

Ingredienti:

  • 150 gr. di rabarbaro fresco
  • 150 gr. di fragole
  • 150 gr. di burro chiarificato
  • 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
  • 150 gr. di zucchero di canna finissimo
  • 1 uovo
  • 60 gr. di farina di mandorle
  • 225 gr. di farina di riso integrale
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo

Preparazione:

Prima di iniziare la preparazione, fate riposare per circa 20 minuti il burro fuori dal frigo, in modo che si ammorbidisca. Tagliate a pezzetti il rabarbaro e fate cuocere in un pentolino insieme a 2 cucchiaini di acqua e allo zucchero di canna per 5 minuti. Nel frattempo lavate le fragole e tagliatele a metà.

Preparate il crumble: mescolate e battete il burro in una ciotola fino a quando non sarà diventato una crema. Inserite l’estratto di vaniglia, lo zucchero a velo e l’uovo. Con l’aiuto di una frusta impasta ancora sino ad ottenere un composto omogeneo.

Versate la farina di mandorle e metà della farina di riso integrale. Mescolate energicamente e versate l’altra metà della farina e impasta ancora per un paio di minuti. Formate una palla e ricopritelo con una pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Riprendete l’impasto, togliete l’involucro di pellicola e stendete la metà tra due fogli di carta forno, usando un mattarello.

Con l’impasto steso rivestite uno stampo di misura standard, livellando la pasta con le dita. Bucate l’impasto con i rebbi di una forchetta e fate riposare in frigorifero per un quarto d’ora. Dopodiché, cuocete l’impasto, ovvero la base della torta, in forno a 200 gradi per 10 minuti. A metà cottura inserite il rabarbaro, le fragole e quello che vi è avanzato della pasta, sbriciolandola opportunamente. Terminata la cottura fate raffreddare prima di rimuovere la torta dallo stampo. Servite e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Crumble di fragole e rabarbaro: buono e leggero

  • Sab 24 Apr 2021 | Tanila ha detto:

    La ricetta è incomprensibile nella descrizione!!! Bellissima la lista degli ingredienti ma il procedimento è tutto da riscrivere.

    • Dom 25 Apr 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve ho riletto il procedimento e non sono d’accordo con lei. Ci pare chiaro e comprensibile

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fantabudino di zucca

Fantabudino di zucca, il dessert perfetto per Halloween

Fantabudino di zucca, un dessert facile da preparare Ve ne sarete già accorti spulciando la foto, il fantabudino di zucca è un dolce, o per meglio dire un dessert, non solo buono ma anche...

Cioccolata calda con marshmallow

Cioccolata calda con marshmallow, una pausa golosa

Cioccolata calda con marshmallow, un abbinamento perfetto La cioccolata calda con marshmallow è una bevanda ottima per i pomeriggi invernali, o per una pausa all’insegna della dolcezza e del...

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti