Prodotti per pulire casa e detersivi : quali scegliere per limitare le allergie ?

Quali sono le reazioni allergiche derivanti dall’utilizzo dei prodotti per pulire la casa?

Esistono detersivi e prodotti che consentono di tenere la propria abitazione pulita senza cagionare fastidi ai soggetti allergici? Sono tantissimi i quesiti che sorgono quando si ha a che fare con la scelta dei prodotti per lustrare la casa ed eliminare pollini, acari e batteri.

L’allergia ai detersivi è un disturbo piuttosto comune e molto diffuso: la reazione allergica può essere scatenata dagli allergeni e dalle sostanze chimiche contenute in questi prodotti, che possono entrare a diretto contatto con la pelle e cagionare infiammazioni, irritazioni e dermatiti allergiche da contatto. Ma, come riconoscere l’allergia ai detersivi? Quali sono i sintomi? Scopriamolo!

Prodotti per pulire casa e detersivi

Allergia ai detersivi: quali sono i sintomi della dermatite allergica da contatto?

Pulire la casa con i detersivi ricchi di allergeni o nichel può cagionare la comparsa di irritazioni e dermatiti da contatto. I sintomi variano da soggetto a soggetto e dipendono dalla frequenza dei contatti e dal grado di reattività individuale.

Tra i sintomi principali derivanti dall’allergia ai detersivi meritano attenzione:

  • arrossamento della pelle
  • comparsa di eruzioni cutanee di vario tipo: strisce rosse (simili a scottature), rigonfiamenti e ragadi
  • prurito e senso di bruciore
  • desquamazione e caduta dei peli presenti nella porzione di pelle irritata
  • secchezza della pelle

Oltre alle dermatiti da contatto, l’inalazione prolungata dei vapori dei prodotti per pulire la casa può causare crisi di asma e disturbi respiratori, oltre alla tosse e nausea.

Quali sono le zone del corpo più colpite dalle allergie cagionate dai detersivi?

Le mani sono la parte più esposta e a “rischio” di dermatiti da contatto, ma anche le altre zone del corpo possono presentare eruzioni cutanee e irritazioni derivanti dal contatto diretto con gli abiti lavati con il detersivo. Le calze possono causare la comparsa di vescicole sierose che compaiono sulla pianta del piede.

Prodotti per pulire casa e detersivi

Questa reazione è una risposta immunitaria degli anticorpi che riconoscono come dannose per l’organismo gli allergeni e le sostanze chimiche alla base della composizione dei detersivi e dei prodotti per pulire la casa.

Tra i detersivi più aggressivi quelli che contengono ammoniaca, candeggina e acido muriatico sono quelli che provocano più problemi alla salute dell’organismo umano. Anche gli anticalcari e i prodotti utilizzati per pulire il forno sono piuttosto aggressivi e cagionano infiammazioni, nausea e bronchiti se inalati a lungo.

Come individuare un’allergia derivante dall’utilizzo dei prodotti per pulire la casa?

Anche se dipende da soggetto a soggetto, nella maggior parte dei casi si può individuare un’allergia derivante dall’utilizzo dei detersivi se la pelle entra in contatto con i tensioattivi e gli allergeni.

Se si hanno dei sospetti, è d’obbligo effettuare presso un allergologo il patch test, che consente di individuare l’allergene e il trattamento più adatto. Per evitare le allergie alle sostanze chimiche contenute nei prodotti per pulire la casa, è possibile optare per i detersivi ecologici realizzati con componenti naturali ipoallergenici.

L’importante è leggere la lista degli ingredienti alla base della formulazione del prodotto e prediligere sempre, quando possibile, quelli con etichetta nichel tested.

Le sostanze naturali più efficaci e poco costose per pulire la casa sono: gli oli essenziali, il bicarbonato, l’aceto bianco, il sapone di Marsiglia puro e il succo di limone. Si possono utilizzare le miscele naturali per pulire la casa evitando il contatto con gli allergeni.

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *