Le allergie nei bambini, come riconoscerle e combatterle

allergie nei bambini
Commenti: 0 - Stampa

Le allergie nei bambini, come riconoscerle e combatterle, lo so che non è facile!! Così come gli adulti anche i bambini possono sviluppare allergie di varia natura, alcune delle più comuni sono:

  • peli di animali, acari della polvere, muffe
  • fumo di sigaretta, profumi, gas di scarico
  • arachidi, uova, latte e prodotti lattiero-caseari, soia e pesce
  • polline, punture di insetti, farmaci e prodotti chimici (es. detersivi per lavatrice)

I sintomi possono variare in base al tipo di allergia e da bambino a bambino, ma in generale sono:

  • prurito e congestione nasale
  • starnuti
  • mal di gola e prurito
  • difficoltà respiratorie / tosse
  • vomito
  • svenimenti

In rari casi si può avere una grave reazione allergica, chiamata shock anafilattico, che può essere fatale se non trattata in tempo.

Altro sintomo comune è la rinite allergica che di solito si manifesta a causa di allergeni presenti nell’aria. In genere si sviluppa intorno al decimo anno di età e raggiunge il picco durante l’adolescenza e fino ai vent’anni per poi scemare intorno ai 40-60 anni. La rinite allergica è spesso accompagnata dalla congiuntivite allergica, cioè uno stato di infiammazione degli occhi (prurito, rossore, lacrimazione).

Le allergie nei bambini, come riconoscerle e combatterle

Le allergie alimentari, invece, presentano i seguenti sintomi:

  • problemi respiratori
  • tosse, raucedine
  • fastidio alla gola
  • mal di stomaco, vomito, diarrea,
  • gonfiore delle lingua, delle labbra, del volto
  • prurito agli occhi, lacrimazione,
  • orticaria, punti rossi
  • vertigini, capogiri

Si stima che un buon 8% dei bambini al di sotto dei tre anni soffra di allergia alimentare. Anche in questo caso è possibile che da adulti l’allergia scompaia.

Da tenere presente che la sintomatologia è molto varia e non è sempre facile riconoscere immediatamente un’allergia. Lo stesso bambino, inoltre, può avere reazioni diverse allo stesso allergene, per questo è meglio sempre cercare l’aiuto di un medico.

Anche perché non esistono cure per le allergie, l’unico modo per alleviare i disturbi è riconoscere il prima possibile i sintomi per fare una diagnosi. Una volta individuata la causa dell’allergia sarà possibile intervenire per limitare i fastidi ed evitare l’esposizione agli allergeni. In questo i genitori sono fondamentali perché devono educare i piccoli su come gestire la propria allergia.

Ovviamente, ci sono i casi in cui non è possibile sfuggire all’allergia, come quelle ai pollini e alla polvere, e allora se chiudere le finestre, cambiare spesso lenzuola e coperte e passare l’aspirapolvere non basta, si può ricorrere agli antistaminici (rigorosamente adatti ai bambini).

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Intolleranza al riso

Intolleranza al riso, un disturbo raro ma invalidante

Le cause dell’intolleranza al riso L’intolleranza al riso esiste, sebbene non sia tra le più diffuse. D’altronde, quando si parla di intolleranza alimentare, il pensiero corre a ben altre...

Intolleranza alle solanacee

Intolleranza alle solanacee, come combatterla al meglio

Cosa sono le solanacee? Per comprendere i rischi e i meccanismi che stanno dietro all’intolleranza alle solanacee è necessario capire cosa si intenda per solanacee. Il termine è, infatti,...

Intolleranza al frumento

Intolleranza al frumento, cosa c’è da sapere

Intolleranza al frumento e allergia L’intolleranza al frumento non è certamente tra le intolleranze più conosciute, infatti non figura tra quelle salite alla ribalta di recente. Eppure, al pari...

Sensibilita all alcol

Sensibilità all’alcol: una condizione da non sottovalutare

Cos’è la sensibilità all’alcol La sensibilità all’alcol è una condizione più diffusa di quanto si possa pensare. Anche perché molti la fraintendono, derubricando i disturbi a una...

Biancheria intima

Biancheria intima : allergici ed intolleranti attenzione

Gli errori da evitare per il benessere delle parti intime con la biancheria intima La biancheria intima spesso è un acquisto così banale che spesso la scelta si basa sulla bellezza del capo più...

rasatura della barba senza irritazioni

Allergia al nichel : rasatura della barba senza...

Rasatura della barba: come dire addio a irritazioni L’azione della rasatura della barba espone gli uomini allergici al nichel a rischi per la propria pelle da valutare e prevenire in qualsiasi...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


25-03-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti