Detersivi per piatti : come proteggersi in caso di allergia ?

I detersivi per piatti possono causare allergia?

Purtroppo si, i Detersivi per piatti sono ricchi di componenti che possono causare allergia, in alcuni casi questa può essere causata da un fattore professionale, in altri però è dovuta a intolleranze già pregresse. L’allergia professionale di solito prevede sfoghi come le dermatiti ed è dovuta all’uso costante di detersivi, quindi colpisce principalmente le casalinghe a tempo pieno oppure i lavapiatti, i cuochi, baristi oppure i parrucchieri. In questo caso l’uso costante dei detersivi porta la pelle dopo ripetuti contatti a non sopportarlo più e quindi a manifestare una reazione allergica.

Molto più comuni però sono le allergie che esulano dalla professione e che portano a non tollerare il detersivo dei piatti, come ad esempio quella al nichel. L’allergia al nichel è molto fastidiosa in quanto questa comporta una modifica totale della propria alimentazione, e determina anche la necessità di fare attenzione a tutto ciò che può contenere questo metallo.

Chi è allergico al nichel quindi può non riuscire a sopportare l’uso dei detersivi per i piatti, ed è costretto o all’impiego di mascherine e guanti, oppure all’uso di prodotti nichel tested.

Quindi in definitiva è possibile essere allergici al sapone per i piatti. Ma vediamo insieme come si manifesta quest’allergia e quali sono le soluzioni alternative al detersivo tradizionale.

Detersivi per piatti

Come riconoscere l’allergia ai detersivi?

L’allergia ai detersivi per piatti non è così rara come si può pensare, anzi sono diversi i soggetti che scatenano all’improvviso, a causa delle sostanze chimiche in esso contenuto, un’intolleranza verso il prodotto, nel momento in cui questo viene a contatto con la pelle.

Nella maggior parte dei casi coloro che sono allergici ai detersivi manifestano sintomi da contatto come la dermatite allergica. Tra le manifestazioni principali dati da questa allergia troviamo comunque diverse eruzioni cutanee come: rigonfiamenti (come i ponfi), le ragadi (ossia delle spaccature sulla pelle), strisce rosse come le scottature, o vesciche. A questi sintomi è accompagnato sempre l’arrossamento della cute e un senso di bruciore e prurito.

L’infiammazione determinata dall’allergia ai detersivi per piatti può portare anche a desquamazione della pelle ed estrema secchezza. Alcuni soggetti oltre che al contatto con il detersivo presentano delle problematiche anche a livello respiratorio nel momento in cui inalano il prodotto. In questo caso si può andare incontro a crisi d’asma e disturbi respiratori di altro genere.

Alternative al detersivo per i piatti e prodotti ideali per chi soffre di allergie

Quando si diventa intolleranti al detersivo per i piatti, oppure lo si è a causa di un’altra allergia come quella al nichel, non la si può più utilizzare è necessario trovare delle alternative. La prima soluzione è proteggersi con guanti e mascherina per evitare sia il contatto sia l’inalazione dei componenti chimici contenuti.

Per evitare qualsiasi contatto anche fortuito con il detersivo però, il mio consiglio è di optare per l’impiego di sistemi di pulizia completamente naturali, che garantiscono l’igienizzazione delle stoviglie senza causarti problematiche di alcun genere.

Ad esempio, si può utilizzare l’aceto bianco per lavare e igienizzare le pentole e i monili d’acciaio. Oppure al posto del detersivo puoi optare per una miscela di aceto e bicarbonato di sodio da applicare con un erogatore spray sui piatti prima di lavarli con acqua bollente.

Infine, chi è allergico al sapone per i piatti può optare per i prodotti anallergici, come ad esempio quelli nichel tested e nichel free. Fra i vari, io mi trovo bene con i detersivi per piatti Winni’s Naturel che è un prodotto testato per il nichel e che presenta una composizione con materie di origine naturale. Questo è uno tra i tanti che si trovano in commercio e che garantiscono protezione a coloro che sono allergici al nichel o in generale ai componenti chimici dei detersivi per piatti tradizionali.

 

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *