Spaghetti al teff con pomodori e capperi: velocissimi

SPAGHETTI TEFF AL POMORODO CAPPERI o

Gli spaghetti al teff: una prelibatezza senza glutine

Gli ingredienti principali di questa ottimo primo sono gli spaghetti al teff. Si tratta di una varietà speciale, non molto diffusa in Italia, capace di rappresentare una valida alternativa, o addirittura preferibile al classico spaghetto. Questi spaghetti sono realizzati con il teff, un cereale originario dell’Etiopia che vi stupirà per la resa in cottura, per il gusto e – dettaglio utile ai più attenti – per i valori nutrizionali.

In primo luogo, il teff non contiene glutine, quindi può essere consumato anche da chi soffre di celiachia o di qualsiasi altra patologia legata all’assorbimento di questa sostanza. In secondo luogo, è considerato un cereale amido-resistente: l’amido attraversa indenne l’intestino, dunque non si trasforma in zucchero. Ciò, a sua volta, impedisce l’aumento della glicemia, riducendo il senso di fame post-prandiale.

La passata di pomodoro Sfera

Uno dei segreti degli spaghetti al teff con pomodori e capperi consiste nella passata di pomodoro. Ovviamente, non è una passata di pomodoro qualunque, bensì la passata di pomodoro Sfera. Prodotto da una delle migliori aziende alimentari d’Italia, da sempre sinonimo di buon gusto e attenzione per i processi produttivi (100% biologici), questa passata è frutto di un delicato connubio tra datterini e pomodoro Superiore.

Le due varianti, all’apparenza così diverse, si valorizzano l’un l’altra, conferendo alla passata una texture ed un gusto unici. Per esempio, il sapore corposo del pomodoro Superiore viene smorzato e riequilibrato dalla dolcezza del datterino. La particolare scelta delle varietà incide anche sul colore, che assume una tonalità brillante che, certamente, incide in maniera positiva sulle preparazioni a base di pasta. E poi, particolare non da poco, ha un contenuto di nichel eccezionalmente basso.

 Spaghetti-al-teff-con-pomodori-3

I capperi e il timo

Un ulteriore tocco di sapore viene dato dai capperi e dal timo. Ovviamente, vengono aggiunti in due fasi diverse della preparazione. I capperi vengono aggiunti quando la salsa è cotta più o meno al 60%, mentre il timo viene aggiunto alla fine, quasi a mo’ di decorazione. Quest’ultima si rivela una scelta intelligente, in quanto capace di sfruttare appieno non solo le qualità organolettiche del timo, ma anche la sua speciale resa cromatica.

Sia i capperi che il timo, poi, vantano eccellenti proprietà nutritive. Per esempio, i capperi contengono concentrazioni elevati di sali minerali e vitamine che, in generale, contribuiscono al buon funzionamento del sistema immunitario. Il timo, addirittura, viene considerato quasi come una pianta terapeutica, visto il ruolo che gioca nel contrasto ad alcuni disturbi respiratori (come asma) e al semplice mal di testa.

Ecco la ricetta degli spaghetti al teff con pomodori e capperi

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di spaghetti al teff
  • 500 gr. di passata al pomodoro Sfera (basso contenuto di nichel)
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di peperoncino (facoltativo)
  • qualche fogliolina di timo fresco
  • 50 gr. di Grana Padano
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale

Preparazione:

Dissalate i capperi immergendoli in abbondante acqua e poi scolandola. Rimetteteli poi a bagno per circa un quarto d’ora. Lavate il timo e asciugatelo con carta da cucina e tenetelo da parte. Fate soffriggere l’aglio a fuoco medio in una tegame con un filo d’olio, una volta imbiondito versate la passata di pomodoro.

Cuocete per una ventina di minuti, poi aggiungete i capperi e aggiustate di sale. Fate cuocere infine per altri 10 minuti. A questo punto versate nel tegame gli spaghetti cotti in abbondante acqua salata e scolati. Saltate per un paio di minuti e infine decorate con foglie di timo e scaglie di grana padano.


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


22-06-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti