bg header

Calamari al forno con patate, che secondo delizioso!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Calamari al forno con patate

Tutta la bontà delle patate e calamari al forno: indimenticabili!

I calamari al forno con patate si rivelano una ricetta semplice, ma dall’aspetto sofisticato. Eleganti e gustosi, si presentano come un secondo piatto tanto amato quanto nutriente. Può però sembrare un pasto molto complicato da cucinare, poiché i calamari sono dei molluschi difficile da pulire. Tuttavia, con un po’ di pazienza, possiamo fare tutto e portare in tavola delle delizie culinarie perfette per ogni palato… proprio come in questo caso!

Prima di vedere la ricetta vediamo come pulire correttamente i calamari, in modo tale da non trovare alcun ostacolo quando cucineremo il nostro piatto. Dopodiché, la preparazione diventerà molto semplice e veloce. Provare per credere!

Il procedimento da seguire

Come ben sapete, il calamaro è un mollusco presente nel Mar Mediterraneo, ma anche nell’Atlantico. Viene pescato in maniera costante e diventa molto utile in cucina e persino per altri utilizzi, in particolare per il suo inchiostro. Per la preparazione di questa ricetta, assicuratevi di acquistare dei molluschi freschi e di qualità, la cui pelle esterna dovrà essere brillante e presentare una colorazione intensa e non sbiadita.

Pulirli potrà sembrare noioso ma, una volta fatto, potrete preparare dei calamari al forno con patate davvero gustosi e vi renderete conto che ne sarà valsa la fatica.  Il primo passo per una corretta pulizia, consiste nel lavarli sotto l’acqua corrente.

Calamari al forno con patatePoi, dovrete tenere la testa con una mano e il corpo con l’altra, e tirare la testa con un movimento delicato. Facendo così, con un colpo solo potrete far venire via anche le interiora. Sarà necessario anche levare il gladio, ovvero quella conchiglia trasparente, la pelle, il becco corneo e gli occhi, aiutandovi quando necessario con delle forbici o un coltellino.

Se trovate la sacca di inchiostro, potrete estrarre il liquido e conservarlo. In alcune preparazioni, potrete usare anche le pinne e i tentacoli. Quando i calamari sono grandi, non è necessario separare i tentacoli dalla testa, ma potrete solamente estrarre gli occhi e il becco o dente. Alla fine, potrete risciacquare con cura tutte le parti che dovrete utilizzare.

Andiamo a preparare i calamari e patate al forno

Prima di passare alla preparazione dei calamari con patate al forno vorrei ricordarvi che i calamari sono dei molluschi estremamente delicati, tant’è che se proprio non dovesse essere possibile consumarli il giorno stesso che li si ha acquistati, bisognerà conservarli in frigorifero, coperti da pellicola o chiusi in un sacchetto freezer e comunque non per più di 1 o 2 giorni.

Detto questo, non vi resta che fare la spesa e mettervi all’opera. Ne varrà davvero la pena! Vediamo adesso il nostro piatto unico: i calamari al forno con patate!

Un’alternativa per riempire questi deliziosi pesci è la ricetta dei calamari ripieni. Delicati e nutrienti, i sapori di questa ricetta si amalgamano perfettamente, conquistando il palato di grandi e piccini. Si tratta di un piatto leggero e altamente digeribile, ma anche in grado di regalare tanti benefici al nostro organismo.

Se vi è venuta voglia di preparare il calamaro al forno con patate sappiate che il procedimento sarà molto veloce e che il risultato sarà più che soddisfacente. Ecco tutto quello che dovreste sapere a riguardo. Se non trovate i calamari o sono troppo cari potete preparare i totani al forno con patate

Ricetta calamari al forno con patate

Ingredienti per 8 persone

  • 1.5 kg calamari medi
  • 100 gr. mollica di pane consentito
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cipolla
  • 2 cucchiai polpa di pomodoro
  • 4 filetti acciuga
  • 1 uovo
  • q.b. origano e prezzemolo fresco
  • 2 cucchiai di  extravergine di oliva
  • q.b sale e pepe

Preparazione

Come fare i calamari gratinati al forno con patate? Scaldate il forno a 180 gradi. Pulite i calamari e lavateli velocemente; staccate i tentacoli dalle sacche e tagliateli a pezzetti.

Tritate l’aglio e la cipolla, unitevi i tentacoli, 2 cucchiai di polpa di pomodoro e i filetti d’acciuga tritati; regolate di sale e pepate.

Regolate di sale e pepate e soffriggete il composto in una padella con 3 cucchiai d’olio per circa 5 minuti.

Toglietelo dal fuoco, lasciatelo raffreddare e unitevi la mollica di pane, bagnata nell’acqua e strizzata

Amalgamate il composto con l’uovo, distribuitelo nelle sacche dei calamari e sigillatele con un paio di stuzzicadenti.

Sistemateli in una pirofila e spolverizzateli con abbondante origano e prezzemolo tritato, salate, pepate.

Condite tutto con un filo di olio e cuocete nel forno per circa 30 minuti. Servite con delle patate al forno

3/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

1 commento su “Calamari al forno con patate, che secondo delizioso!

  • Mar 12 Mag 2009 | anna ha detto:

    ottima ricetta io amo il pesce e sono sempre alla ricerca di nuovi modi di cucinarlo questo mi mancava, grazie

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spezzatino di alce

Spezzatino di alce, un gustoso secondo di selvaggina

Cosa sapere sulla carne di alce Al netto degli ingredienti a supporto, che pure non mancano, la vera protagonista di questo spezzatino è la carne di alce. Si tratta di una carne particolare per...

Pollo alla birra

Pollo alla birra, un secondo piatto semplice e...

La carne di pollo, un’autentica alleata in cucina Il protagonista della ricetta del pollo alla birra è ovviamente la carne bianca. Il pollo è una delle carni più consumate in assoluto, se non...

Gamberoni al forno

Gamberoni al forno, un secondo semplice ma di...

Cosa sapere sui gamberoni I gamberoni al forno e non sono tra i crostacei più amati in assoluto. Il motivo risiede in un sapore decisamente più intenso rispetto ai classici gamberi, che...

logo_print