Conchiglie alla crema di tonno per restare in linea

conchiglie alla crema di tonno
Commenti: 0 - Stampa

Oggi voglio dare spazio a un primo dal gusto, sto infatti per presentarvi la ricetta delle conchiglie alla crema di tonno, un piatto semplice che vi aiuterà a mettere d’accordo i palati più esigenti e chi vuole tenere sotto controllo il peso.

Perché la pasta integrale?

Le conchiglie con cui è realizzata questa ricetta sono integrali. Perché fa bene mangiare pasta integrale? Facciamo un breve ripasso assieme ricordando prima di tutto la presenza di un alto contenuto di fibre, che rende l’assunzione di pasta integrale una soluzione perfetta per chi vuole dimagrire, dal momento che le fibre riempiono e migliorano il livello di sazietà.

L’assunzione di fibre contribuisce anche a diminuire l’assorbimento dei grassi e ad abbassare i livelli ematici di colesterolo cattivo. Come non citare poi il ruolo essenziale della pasta integrale nell’abbassamento dell’indice glicemico? Alimentarsi con questa tipologia di pasta rallenta infatti il rilascio degli zuccheri nel sangue, evitando quei picchi che sono dannosi soprattutto in chi soffre di diabete.

Quale pasta integrale comprare? Meglio quella industriale o quella artigianale? Personalmente consiglio quella artigianale. Cercate un pastificio di fiducia e, dopo aver consultato un nutrizionista, chiedete quella con la composizione più vicina alle vostre esigenze di salute!

I benefici del tonno

Il tonno è uno dei pesci più apprezzati sia per la sua versatilità in cucina – del tonno non si butta proprio niente e si presta a un gran numero di preparazioni – sia per le sue proprietà benefiche, che è difficilissimo trovare tutte assieme in un altro pesce. Quali sono? Posso iniziare a ricordare la quasi totale assenza di grassi saturi, che rende il tonno un pesce digeribile e amico dei tessuti del nostro corpo, grazie in particolare alla presenza di grassi omega-3, portentosi anche quando si tratta di prevenire l’insorgenza del carcinoma al seno.

La carne di tonno, che rappresenta un alimento a basso indice glicemico (torna qui uno dei più importanti benefici della pasta integrale), è inoltre caratterizzata dalla presenza di minerali come il potassio, il fosforo.

Il tonno è contraddistinto anche da una scarsa presenza di tessuto connettivo. Questa particolarità è importante in quanto rende la sua carne molto digeribile e, se consumata in contemporanea con alimenti contenenti ferro, in grado di favorirne l’assorbimento, il che è ottimo soprattutto per le donne in gravidanza.

Vi assicuro che questo primo vi farà fare una gran figura, anche grazie al tocco raffinato del prezzemolo e della buccia di limone tritata!

Ed ecco la ricetta delle conchiglie alla crema di tonno

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr. di conchiglie di riso integrali Probios
  • 120 gr. di tonno sott’olio
  • 4 cucchiai di yogurt greco consentito
  • 2 pomodorini
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 un limone non trattato
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale e pepe

Preparazione:

In una pentola in abbondante acqua leggermente salata fate cuocere la pasta.

Nel frattempo in una terrina lavorate con la forchetta il tonno ben scolato con lo yogurt e con 4 cucchiai di acqua di cottura della pasta fino a che si ottiene una salsina morbida e vellutata.

Scolate le conchiglie ancora al dente, versatele nella terrina con la salsa di tonno, spolverizzatele con il prezzemolo tritato, la buccia di limone grattugiata di limone, e i pendolini che nel frattempo avrete tagliato a pezzetti. Irrorate con un filo d’olio, una spolverata di pepe e serviteli  in tavola.

5/5 (378 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fregola con le vongole

Fregola con le vongole, un primo tra mare...

Fregola con le vongole, un piatto dal sapore rustico La fregola con le vongole è un primo dal sapore particolare, che valorizza le vongole proponendo una soluzione alternativa. In questo caso non...

Maccheroncini con scampi e fiori di zucca

Maccheroncini con scampi e fiori di zucca, un...

Maccheroncini con scampi e fiori di zucca, un delicato mix di ingredienti I maccheroncini con scampi e fiori di zucca sono un primo fuori dall’ordinario. In primo luogo perché sono conditi con...

Calamarata con merluzzo e datterini

Calamarata con merluzzo e datterini, un primo estivo

Calamarata con merluzzo e datterini, un primo leggero La calamarata con merluzzo, carciofi e datterini, lascia intendere un piatto a base di calamari, o magari un secondo di pesce. Invece si tratta...

Spaghetti con sarde e bottarga

Spaghetti con sarde e bottarga, un primo che...

Spaghetti con sarde e bottarga, colore e gusto per un ottimo primo di pesce Gli spaghetti con sarde e bottarga sono un piatto che incarna il rapporto tra la cucina italiana e il mare. D’altronde,...

Fettuccine Alfredo

Fettuccine Alfredo, una celebre ricetta italoamericana

La singolare storia delle fettuccine Alfredo Le fettuccine Alfredo sono una delle ricette più famose al mondo. Benché un po’ dappertutto siano considerate “italiane”, in realtà fanno parte...

Riso rosso con zucchine e menta

Riso rosso con zucchine e menta, un primo...

Riso rosso con zucchine e mente, altro che risotto Il riso rosso con zucchine e menta è una suggestiva alternativa al risotto. Anche perché rispetto a quest’ultimo porta spunti differenti. E’...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


05-11-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti