Polpette mummificate , il piatto ideale per festeggiare Halloween

Tempo di preparazione:

Sentitissima soprattutto dai bambini, Halloween è diventata oramai una festa molto popolare anche in Italia. In questi ultimi giorni, fantasmi, scheletri e zucche ghignanti ci ricordano che la notte del 31 ottobre si celebrerà questo rito antichissimo, di origine celtica.

Per quest’occasione speciale, oltre a voler soddisfare l’appetito dei vostri piccoli ospiti, potreste desiderare di incuriosirne la vista! L’occhio vuole la sua parte, anche a Halloween. Per questo, ho pensato a una ricetta simpaticissima, naturalmente senza glutine e senza lattosio, che potrà sorprendere tutti i vostri invitati, creando un’atmosfera da … brivido!

Il piatto ideale per festeggiare Halloween sono le polpette “mummificate”, una proposta non solo bella alla vista, ma anche buonissima al palato.

Una pietanza che può trasformarsi in antipasto, secondo piatto ma anche nell’ingrediente principale una cena finger food.

Nelle polpette “mummificate” più ingredienti si uniscono a formare una proposta gustosa e originale, da condividere con tutta la famiglia! Carne di pollo macinata, salsiccia, Parmigiano Reggiano e poi ancora, timo e pepe nero, pangrattato e olio extra vergine d’oliva, tutto insieme, per un’esperienza culinaria che … spaventa!

Parmigiano Reggiano, il “made in Italy” tutto da assaporare

Nella ricetta delle polpette “mummificate” un altro ingrediente importante è il Parmigiano Reggiano, formaggio a lunga stagionatura dalle elevate qualità nutrizionali. Specialità tipicamente “made in Italy”, fa onore alla nostra gastronomia e, soprattutto, risponde alle esigenze anche degli intolleranti al lattosio.

Polpette “mummificate”

Il Parmigiano Reggiano, specialità naturalmente funzionale (ovvero un alimento che rientra in una dieta normale e che contiene composti e molecole biologicamente attive in grado di migliorare la salute o ridurre il rischio di malattie), dona una marcia in più a ogni piatto con cui si accompagna. È ricco e versatile, in cucina si abbina con eleganza a un gran numero di pietanze ma è ottimo anche da solo. Col suo 70% di sostanze nutritive, apporta una buona quantità di proteine, vitamine e minerali. E poi non bisogna dimenticare che è straordinariamente buono, dolce e gustoso allo stesso tempo, con fragranze e aromi che variano secondo la stagionatura.

Il timo, un’erba aromatica con poteri benefici

Il timo è un ottimo alimento da consumare nel periodo invernale. Grazie alle sue proprietà balsamiche, aiuta a calmare la tosse e facilita la convalescenza dal raffreddore, che proprio all’inizio della stagione autunnale registra un picco importante. Tutto merito degli oli essenziali, che sono dei perfetti antisettici per l’apparato respiratorio, poiché leniscono il mal di gola.

Non vi resta che seguire la preparazione delle polpette “mummificate”, per godere a piatto ultimato dei benèfici benefìci di tutti questi ingredienti.

Ed ecco la ricetta delle Polpette mummificate

Ingredienti per 8 polpette:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare consentita
  • 150 gr. di carne di pollo macinata
  • 120 gr. di salsiccia
  • 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato stagionato 36 mesi
  • 1 tuorlo d’uovo
  • bacche di pepe nero
  • q.b timo fresco o secco
  • q.b. sale e pepe nero
  • una manciata di pangrattato senza glutine
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Prendete una ciotola e iniziate a impastarvi dentro con le mani la salsiccia, il macinato di pollo con un’abbondante spolverizzata di foglioline di timo, sale e pepe a piacere, il Parmigiano Reggiano grattugiato e il tuorlo d’uovo.

Per uniformare il tutto e ottenere un composto piuttosto sodo, unite un po’ di pangrattato a piacere, pian piano, poco alla volta, sino a raggiungere la consistenza desiderata.

Dopo aver ottenuto la consistenza giusta, dovrete creare delle polpette di forma ovale lunghe circa otto centimetri; ripassatele poi in altro pangrattato e rosolatele per alcuni minuti, a fiamma vivace, in una padella antiaderente con un po’ d’olio extravergine d’oliva.

Spegnete la fiamma (importante: devono essere solo rosolate, non cotte) e lasciate raffreddare le polpette.

Srotolate la pasta sfoglia e create delle striscioline regolari larghe circa 1,5 centimetri, non di più.
Avvolgetele sulle polpette come a simulare le bende di una mummia, arrotolando poi a un’estremità la striscia su se stessa, come a creare la testa fasciata della piccola mummia.
Terminate mettendo due bacche di pepe nero come a simulare gli occhietti.

In seguito, posate le polpette “mummificate” su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete in forno pre-riscaldato a 180 gradi, per circa 15 -20 minuti.

La sfoglia deve dorarsi e la carne cuocere; una volta trascorso questo tempo, spegnete il forno e lasciate intiepidire prima di iniziare a gustare le vostre polpette “mummificate”.

A piacere, è possibile rendere un po’ più piccantine le polpette “mummificate” aggiungendo un pizzico di paprika dolce.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *