Composta di mirtilli: un frullato di vitamine e antiossidanti

Tempo di preparazione:

La composta di mirtilli passo a passo

La composta di mirtilli è un alimento pieno di proprietà benefiche. In più, può essere utilizzato per insaporire una grande gamma di piatti dolci e salati, dalle torte ai formaggi. Può essere uno degli ingredienti principali delle vostre colazioni, da spalmare sul pane o da inserire in una crostata fatta in casa.

La mia ricetta della composta di mirtilli è semplicissima e deliziosa. Prevede, infatti, solamente l’utilizzo di tre ingredienti: mirtilli, succo di un limone e zucchero. Scoprite come elaborare questa salsa di frutta direttamente in casa: in dispensa, avrete a portata di mano un mix di vitamine e antiossidanti.

Le proprietà dei mirtilli

Succhi, confetture, gelati…i mirtilli sono alla base di tantissime ricette. Le bacche di questo piccolo arbusto presente nelle zone montagnose sono ricche di antiossidanti come gli antociani, vitamine dei gruppi A, B e C e sali minerali. I mirtilli, inoltre, hanno proprietà capillarotrope che permettono di combattere e ridurre la fragilità dei capillari.

Aggiungete questa fonte di benefici nella vostra dieta. Potete mangiare i mirtilli da soli, per completare un pasto o per aggiungere vitamine alla colazione, o sotto forma di composta di mirtilli per dare un sapore dolce e allo stesso tempo acidulo a crostate, cheesecake, crostini e tanti altri piatti.

composta di mirtilli

Composta: la differenza con marmellate e confetture

Questa ricetta è una composta. Si tratta, infatti, di una salsa, solitamente ricavata dalla frutta frullata, che contiene una grande quantità di frutta e pochi zuccheri, caratteristica che la rende più sana e più facile da spalmare sul pane. La composta è simile alla marmellata e alla confettura. Nonostante ciò, esistono differenze importanti fra questi tre alimenti.

Nonostante venga utilizzato spesso in maniera diversa, il termine marmellata, secondo la legge italiana, si riferisce a una mescolanza gelificata composta da agrumi e deve contenere una percentuale di frutta non inferiore al 20%. Le confetture, invece, possono essere preparate con qualsiasi tipo di frutta che, però, dev’essere almeno il 35% del totale.

Ed ecco la ricetta della Composta di mirtilli

Ingredienti per due vasetti:

  • 500 gr mirtilli
  • il succo di un limone
  • 90 gr di zucchero

Preparazione:

Lavate i mirtilli in abbondante acqua fresca quindi metteteli su un foglio di carta assorbente tamponandoli delicatamente in modo da asciugarli.

Mettete quindi i mirtilli in una terrina e dopo averli spolverati con lo zucchero e averli bagnati con il succo di limone mescolate il tutto e lasciateli riposare in frigorifero per circa un’ora.

Rimuovete i mirtilli dal frigo e trasferiteli in una casseruola, quindi cuoceteli a fiamma bassa continuando a mescolare per circa 15 minuti.

Una volta raggiunta la consistenza da voi desiderata dividete la composta in alcuni vasetti di vetro che avrete precedentemente sterilizzato, quindi chiudeteli e lasciateli raffreddare a testa in giù.

Una volta freddi sistemate i vasetti in frigorifero e ricordate che si conserveranno per circa tre settimane.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *