Alla scoperta delle lacrime di Giobbe

Tempo di preparazione:

Lacrime di Giobbe: cosa sono?

Oggi, come è chiaro dal titolo di questo articolo, voglio parlare delle Lacrime di Giobbe. Probabilmente tra voi qualcuno le avrà sentite nominare, mentre altri leggeranno questo nome per la prima volta. In ogni caso, è bene approfondire l’argomento dato che in giro non se ne sente parlare tantissimo.

Ricordo innanzitutto che con il nome Lacrime di Giobbe si inquadra una pianta appartenente alla famiglia delle Graminacee di origine asiatica. La principale zona di coltivazione è il Borneo. Questa graminacea, però, è molto utilizzata a livello alimentare soprattutto in Cina e in Giappone.

La pianta in questione, può raggiungere il metro e mezzo di altezza. Il nome con cui è famosa deriva dalla forma dei semi, ovoidale e molto vicina a quella delle lacrime.

A essere chiamate Lacrime di Giobbe sono precisamente le cariossidi grezze, che rimangono dopo aver tolto il rivestimento esterno del seme. Considerata un cereale minore, questa graminacea ha delle virtù molto interessanti! Per scoprirle, non vi resta che seguirmi nelle prossime righe!

Benefici delle Lacrime di Giobbe

Tra i principali benefici delle Lacrime di Giobbe è possibile ricordare l’efficacia antiossidante. Utile per abbassare i trigliceridi nel sangue, è un toccasana come trattamento naturale di reumatismi, nevralgie e infiammazioni.

lacrime di giobbe

Tra le sue proprietà, è possibile ricordare l’efficacia nel mantenimento di un livello basso di colesterolo cattivo LDL. In alcuni casi, viene utilizzato per curare in ottica naturale patologie come la toxoplamosi e le problematiche a carico dell’apparato respiratorio.

Lacrime di Giobbe: benessere e bellezza a 360°

La natura ci fa dei regali davvero speciali, grazie ai quali è possibile prendersi cura della salute e della bellezza. Tra questi, è possibile ricordare le lacrime di Giobbe. Questa graminacea, molto utile per il benessere, è alleata anche della bellezza. Si utilizza infatti molto per la cura della pelle e dei capelli. Una curiosità particolare? Il suo utilizzo per la creazione di bijoux! Fantastico, vero? Certamente sì!

Concludo ricordando che si tratta di una graminacea gluten free, indi adatta ai celiaci e agli intolleranti al nichel. Le coltivazioni di Lacrime di Giobbe sono sempre più rare. Il motivo principale riguarda il fatto che richiedono un particolare sforzo fisico. Oggi come oggi, questa pianta è coltivata soprattutto da contadini anziani. Si tratta davvero di una rarità preziosa, da preservare e valorizzare!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *