Festa della mamma: cuore di melanzana alla siciliana

cuore di melanzana alla siciliana
Commenti: 0 - Stampa

Un cuore ripieno  per la festa della mamma

La ricetta del cuore di melanzana alla siciliana è perfetta per creare un antipasto, un contorno o anche un secondo piatto per la festa della mamma: un piatto sfizioso per utilizzare in maniera alternativa le melanzane che piacerà a grandi e piccini. Si tratta di una pietanza vegetariana che è ideale anche per gli intolleranti al glutine e per gli intolleranti al lattosio, grazie all’utilizzo della mozzarella senza lattosio.

Oltre ad essere un piatto esteticamente bello da vedere, il cuore di melanzana alla siciliana nasconde al suo interno un ripieno sorprendente elaborato con pomodori, pinoli, melanzane, mozzarella, parmigiano e spezie. Si creerà così una sorta di millefoglie, una piccola lasagna piena di crema saporita. Sorprendete vostra madre con questo cuore ripieno!

Le melanzane: ingrediente versatile

Le melanzane sono un ortaggio largamente utilizzato in tutta la zona del mediterraneo, nonostante siano originarie dell’Asia. In Italia, esistono diverse varietà che servono come ingrediente principali di diversi piatti tradizionali, fra cui la famosa parmigiana. In Sicilia, in particolar modo, vengono utilizzate per creare specialità come la caponata o le melanzane ripiene.

Cuore di melanzana alla siciliana

Il gusto e la consistenza delle melanzane permette di creare un’infinità di piatti nuovi e tradizionali. Grazie al basso apporto calorico vengono spesso utilizzate all’interno delle diete. Nonostante ciò, a seconda della preparazione, bisogna fare attenzione perché le melanzane riescono ad assorbire grandi quantità di liquidi come l’olio, rischiando di diventare troppo caloriche.

Gli altri ingredienti: pinoli e pomodori datterini

Uno degli ingredienti che dà un sapore particolare alla ricetta del cuore di melanzana alla siciliana sono senza dubbio i pinoli. Questi semi, provenienti da alcune specie determinate di pino, vengono utilizzati per dare sapore sia ai dolci che ai piatti salati, come al famoso pesto genovese. Piuttosto calorici, i pinoli hanno un buon contenuto di fibre, sali minerali, vitamine e hanno proprietà antiossidanti.

Nel ripieno del cuore di melanzana alla siciliana utilizzeremo i pomodori datterini. Sempre più utilizzati in Italia, questa varietà di pomodori, dalla polpa dolce, è particolarmente apprezzata per il suo sapore intenso e gustoso. I pomodorini datterini , sia crudi che cotti, vengono usati per condire e insaporire tantissimi piatti.

Ed ecco la ricetta del Cuore di melanzana alla siciliana

 Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane tonde grosse
  • 80 gr. pomodori datterini
  • 30 gr. pinoli di cedro
  • qualche foglia di basilico
  • 1 mozzarella consentita
  • 60 gr. parmigiano reggiano stagionato 48 mesi
  • 1 spicchio intero d’aglio
  • q.b. origano
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b.. sale e pepe

Preparazione

Tagliate a fette di circa mezzo centimetro le melanzane e, dopo averne formate dodici con uno stampo a cuore, ponetele su un piatto spolverandole con sale fino per fargli spurgare la loro acqua.

Lasciatele spurgare per circa dieci minuti per poi asciugarle con della carta da cucina, cospargerle di olio e farle cuocere in forno ventilato per 165° C per circa 8 minuti.

Tagliate le fette di melanzana rimaste a dadini spessi circa un centimetro e dopodiché spadellateli in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio in camicia; a cottura ultimata rimuovete l’aglio e tenete le melanzane da parte mentre si raffredderanno.

Pulite e tagliate a dadini i pomodori per poi unirli con la mozzarella anch’essa tagliata a dadini, i pinoli tritati, il basilico e l’origano.

Una volta che le melanzane spadellate in precedenza saranno raffreddate unitele con gli ingredienti appena preparati, aggiungetevi il parmigiano e regolate di sale e pepe in base ai vostri gusti.

Mettete le melanzane a cuore su una teglia e guarnitele con il composto di melanzane, pomodorini e mozzarella, alternando  tra ripieno e altre melanzane a cuore in modo da creare una sorta di millefoglie.

Una volta che sarete riusciti a ottenere circa tre strati per ogni porzione spolveratele con il parmigiano e infornate il tutto a 165° per otto minuti circa.

Servite calde guarnendo a piacere

5/5 (349 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

madeleine al riso integrale

Madeleine al riso integrale e canihua, variante esotica

Madeleine al riso integrale, dolce perfetto per la Festa della Mamma Le madeleine al riso integrale e semi di canihua sono un’idea perfetta per la Festa della Mamma. Sono infatti dei dolcetti...

drip cake ai lamponi

Drip cake ai lamponi, una torta per la...

Drip cake ai lamponi e pistacchi per una giornata speciale La drip cake ai lamponi e pistacchi è un dolce delizioso e dal grande impatto visivo, equilibrato nel gusto e coloratissimo. E’...

Semifreddo allo Skyr e pere

Semifreddo allo Skyr e pere per la Festa...

Semifreddo allo Skyr e pere caramellate, raffinato Il semifreddo allo Skyr e pere caramellate è un dolce di alta classe, che non vi farà rimpiangere i prodotti da pasticceria. L’impatto visivo...

Ciambella profumata alle fragole

Ciambella profumata alle fragole per la Mamma

Ciambella profumata alle fragole, un tripudio di colori e sapori La ciambella profumata alle fragole con glassa rosa è un “signor” dolce buono da gustare e bello da vedere, ricco di ingredienti...

Torta con fragole e sciroppo

Torta con fragole e sciroppo di agave, per...

Torta con fragole e sciroppo di agave per la Festa della Mamma La torta con fragole e sciroppo di agave in pasta di zucchero è un dolce davvero speciale, che coniuga un gusto pieno con un impatto...

Straccetti di vitello

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, piatto...

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, un secondo delicato e originale Gli straccetti di vitello con salsa alle fragole sono un secondo molto particolare come potete vedere dalla foto. Un...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


05-05-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti