Crepes di riso con crema di robiola, rum e cioccolato

crepes di riso con crema
Commenti: 0 - Stampa

Un dessert squisito? Le crepes di riso con crema dolce di robiola

Le crepes di riso con crema dolce di robiola, rum e cioccolato si presentano come un dessert sfizioso e insolito, ricco di sapori tutti da scoprire: il gusto della robiola si sposa perfettamente col tono intenso del rum e con quello vellutato del cioccolato. Nella sua semplicità è il compromesso perfetto, soprattutto se avete poco tempo da dedicare alla preparazione di un dolce (servono circa 20 minuti per prepararle e 20 per cuocerle), ma volete comunque stupire i vostri ospiti e familiari o anche proporre una ricetta fantastica per la Festa del Papà!

Si tratta di una ricetta senza glutine e senza lattosio che, oltre alla golosità, ci regala tanti interessanti nutrienti. Tuttavia, se desideriamo ottenere il meglio, per preparare delle fantastiche crepes di riso con crema dolce di robiola, rum e cioccolato, dobbiamo scegliere i giusti ingredienti… Ecco il perché e alcuni consigli a riguardo, che vi aiuteranno a portare in tavola un dessert davvero unico!

Un dolce squisito, anche senza glutine e senza lattosio

Scegliendo ingredienti nutrienti, sani e leggeri, le crepes di riso con dolce di robiola, rum e cioccolato si presenteranno come un delizioso dolce gluten free. In questo caso, il merito va principalmente alla farina di riso, che propone un vastissimo utilizzo in cucina, in particolare per gli intolleranti al glutine, sia per la preparazione di ricette dolci che per quelle salate. Usando anche il latte di riso, otterrete una crepes gustosa e ricca di amidi, proteine, vitamine del gruppo B e vitamina E, ma anche di ferro, fosforo, magnesio, potassio e calcio.

Il latte di riso è privo di lattosio, così come il ripieno che si rivelerà il cuore di queste crepes di riso con crema dolce di robiola, rum e cioccolato. Infatti, potete trovare la robiola nella sua variante, sempre vaccina, cremosa e priva di lattosio. Nonostante questo, sarà comunque carica di proteine, altamente digeribile, non appesantirà la digestione e donerà al dessert un piacevole contrasto sapori, sposandosi perfettamente con il rum e il cioccolato.

Crepes di riso con crema dolce di robiola per la Festa del Papà!

Il cioccolato fondente è un ottimo complice quando si tratta di dolci: il suo sapore vi catturerà, ma vi regalerà anche tutti i suoi benefici antiossidanti, tanto buonumore e una gran soddisfazione da un punto di vista organolettico. Insieme al rum, crea una coppia perfetta, amata da tante persone in tutto il mondo. In pratica, le crepes di riso con crema dolce di robiola, rum e cioccolato vi nutriranno e conquisteranno il vostro palato, senza darvi preoccupazioni relative al lattosio e/o al glutine.

Questo dessert è adatto per qualunque occasione: da una cena speciale a una colazione in compagnia di familiari e amici. Tuttavia, ve lo consiglio vivamente per la preparazione di un brunch per la Festa del Papà, con tante delizie che potrete realizzare in suo onore! In ogni caso, le crepes di riso con crema dolce di robiola, rum e cioccolato si riveleranno una vera e propria bontà, che metterà d’accordo tutti i vostri ospiti e familiari (anche e, soprattutto, quelli più esigenti)!

E’ doveroso ricordare che i distillati puri come rum, grappa, gin, cognac e vodka, possono essere consumati tranquillamente da chi è intollerante o s ensibilite al glutine. Quello che raccomando sempre di fare attenzione ai distillati che contengono aromi, per i quali è necessario che siano certificati dalla dicitura “senza glutine”. Leggete sempre le etichette.ù

Se non trovate la robiola potete sostituirla con il Latticino Fresco Cremoso alla Capra di Exquisa dal sapore delicato. Puoi provarlo per uno spuntino spalmato sul pane o mescolato con altri ingredienti: è perfetto per cene ed aperitivi in compagnia o i tuoi pranzi in ufficio. Un raffinato gusto… da condividere! Ne vale la pena e ti stupirà

Ed ecco la ricetta delle  Crepes di riso con crema dolce di robiola

Ingredienti per 10-12 crepes

  • 2 uova bio
  • 65 gr di zucchero di canna
  • 150 ml di bevanda di riso
  • 140 gr di farina di riso
  • 40 ml di olio di riso + un goccio per ungere la padella di cottura
  • alcune gocce di estratto naturale di vaniglia

Per la crema:

  • 200 gr di robiola vaccina cremosa senza lattosio
  • 3 cucchiaini di sciroppo d’acero
  • 1 cucchiaio di Rum scuro consentito
  • 2 cucchiai colmi di gocce di cioccolato fondente consentito

Per decorare:

  • sciroppo d’acero q.b

Preparazione

In una ciotola, sbattete con una frusta le uova con lo zucchero, l’estratto di vaniglia, l’olio e la bevanda di riso; unite pian piano la farina setacciata, poco alla volta e sempre sbattendo per non formare dei grumi (in alternativa, si può fare tutto questo con fruste elettriche, o anche mettendo tutti gli ingredienti dentro ad un blender).

Otterrete una morbida e fluida pastella, che andrà messa a riposare in frigo per mezz’oretta.

Una volta trascorso questo tempo, ungete leggermente con olio un padellino antiaderente del diametro di circa 18 cm; versateci una cucchiaiata abbondante di pastella e formate una sottile crepe.

Una volta cotta su un lato, giratela con una paletta antiaderente e facendo attenzione a non romperla. Doratela anche sull’altro lato e mettete la crepe pronta a raffreddare su una gratella. Ungete ancora il padellino e proseguite facendone un’altra, continuando così sino ad esaurimento della pastella (in totale ne verranno 10-12 circa).

Preparate adesso la crema per farcire le vostre crepes (che sono comunque deliziose anche con dell’ottima crema alle nocciole senza lattosio, o confettura, marmellata, insomma ciò che preferite…)

In una ciotola, amalgamate la robiola con lo zucchero a velo, il Rum e lo sciroppo d’acero, mescolando e formando una densa crema. Unite poi le gocce di cioccolato e farcite le vostre crepes formando un simil cannolo.

Irrorate il tutto con abbondante sciroppo d’acero e servite a piacere con frutta fresca

5/5 (412 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio

Crostata con cioccolato e crema di formaggio, una...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè, un dolce originale La crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè è un dolce squisito, dal gradevole impatto visivo e in grado di...

Camembert al forno

Camembert al forno, una ricetta per la festa...

Camembert al forno con verdure, come valorizzare questo formaggio Il camembert al forno con verdure e crostini è una ricetta veloce, che offre la massima resa al minimo sforzo. Infatti, il...

torta al cacao con pralinato di arachidi

Festa del papà: Torta al cacao con pralinato...

Un dolce pensiero per il migliore dei papà Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare con una torta al cacao con pralinato di arachidi il giorno di S. Giuseppe, che ogni 19 Marzo in Italia...

Quadrotti fondenti

Quadrotti fondenti ciocco-caffè per la Festa del Papà

Cosa sono i quadrotti fondenti ciocco-caffè? I quadrotti fondenti ciocco-caffè sono un dolce delizioso, adatto alle occasioni in cui l’allegria e la convivialità la dovrebbero fare da padrone....

Torta al caffe di cicoria

Festa del papà con la Torta al caffè...

Una torta per un papà davvero speciale! Cari papà sta arrivando il vostro giorno e per il 19 Marzo vi vogliamo dedicare una deliziosa Torta al caffè. E' una proposta alternativa alle solite...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-03-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti