bg header
logo_print

La vellutata di ceci alla salvia bontà semplicità a tavola

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

vellutata di ceci alla salvia
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

La salute in tavola grazie alla vellutata di ceci alla salvia

Di ritorno a casa in una fredda serata d’autunno o d’inverno, la vellutata di ceci alla salvia è decisamente il primo piatto perfetto, di quelli che scaldano l’anima e hanno, nell’essenzialità degli ingredienti, tutta la ricchezza della salute. I ceci e la salvia sono infatti due importanti alleati per il nostro benessere. Conoscete alcune delle loro proprietà?

Sono tanti i benefici contenuti nella cremosità di questa vellutata e oggi scopriremo tutte le qualità di questa pietanza adatta anche per tutti coloro che soffrono di celiachia e di intolleranza al lattosio. Poi, porteremo in tavola questa ricetta ricca di proteine vegetali, vitamine, sali minerali e molti altri principi nutritivi, che scopriremo insieme nel corso di questo articolo.

Ricetta vellutata di ceci alla salvia

Preparazione vellutata di ceci alla salvia

Pelate le patate, tagliatele a tocchetti e lavatele sotto l’acqua corrente fredda.

Affettate lo scalogno finemente e soffriggetelo a fuoco molto basso in poco olio; aggiungete le patate e fate cuocere a fuoco vivace. Aggiungete i ceci cotti e coprite il tutto con acqua calda.

Aggiustate di sale e lasciate cuocere per circa 25/30 minuti, sobbollendo dolcemente.

Con il frullatore ad immersione, frullate bene la vellutata ottenuta in modo da incorporare tanta aria, muovete il frullatore dal basso verso l’alto.

A parte in un pentola piccola, friggete in olio le fettine di pane raffermo e le foglie di salvia insieme a un cucchiaio di ceci.

Servite la vellutata ben calda, guarnendola con le foglie di salvia, il pane raffermo e qualche cece fritto insieme a un giro d’olio  e ad una grattugiata di pepe nero.

Ingredienti vellutata di ceci alla salvia

  • due patate medie
  • 400 gr di ceci lessati
  • 1 scalogno
  • Fette di pane raffermo consentito affettate sottili
  • Alcune foglie di salvia
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Storia millenaria dei ceci e della salvia

La vellutata di ceci alla salvia è un piatto che racchiude in sé una storia lunga e affascinante, che affonda le radici in tempi antichi. Ma ciò che rende ancora più affascinante questa pietanza è il fatto che i suoi due ingredienti principali hanno una storia altrettanto millenaria, che risale all’età del Bronzo.

I ceci, uno dei componenti chiave di questa deliziosa vellutata, sono legati a una storia culinaria che attraversa millenni di evoluzione umana. Questi legumi, originari dell’Asia occidentale, sono stati coltivati ​​e consumati da popoli antichi come i Sumeri, i Babilonesi e gli Egizi. La loro longevità nella cucina umana è un tributo alla loro versatilità e al loro valore nutrizionale. Nel corso dei secoli, i ceci sono stati utilizzati in varie preparazioni culinarie, da zuppe a stufati, diventando un alimento di base in molte culture.

La salvia, invece, è una pianta aromatica che ha una storia altrettanto ricca. Gli antichi Romani attribuivano grande importanza alla salvia e la consideravano sacra. La pianta era utilizzata in rituali religiosi e aveva la reputazione di possedere proprietà curative. Con il tempo, la salvia è diventata una spezia diffusa in cucina, grazie al suo aroma pungente e alle sue proprietà aromatiche uniche. La combinazione di ceci e salvia in piatti come la vellutata è quindi un esempio di come la cucina abbia preservato e arricchito le tradizioni culinarie attraverso i secoli.

Oggi, la vellutata di ceci alla salvia è un piatto amato in molte cucine del mondo, e la sua storia millenaria è un tributo alla capacità dell’umanità di trasformare ingredienti di base in prelibatezze culinarie che resistono alla prova del tempo. Questa pietanza è una testimonianza della connessione tra passato e presente attraverso il cibo, un ponte tra le generazioni che ci ricorda quanto le tradizioni culinarie possano essere apprezzate e celebrate.

I Ceci: Un legume antico e la curiosa connessione con Cicerone

Iniziamo dai ceci, uno degli ingredienti chiave di questa deliziosa vellutata. Le prime coltivazioni di ceci risalgono all’età del Bronzo, un periodo storico che ci sembra lontano, ma che ha contribuito a plasmare le nostre abitudini alimentari fino ai giorni nostri. Le tracce scritte attestano l’uso dei ceci anche nell’Antico Egitto, dove erano apprezzati per il loro valore nutrizionale. Ma c’è un’anecdote interessante che collega i ceci persino all’illustre oratore romano Marco Tullio Cicerone. Da recenti studi emerge che il cognome “Cicerone” potrebbe essere derivato proprio da questi deliziosi legumi. Il suo antenato, infatti, era soprannominato “cicer” a causa di un’escrescenza a forma di cece sul viso, e da qui derivò il cognome che Cicerone portò con sé nella storia. Questo fatto curioso mette in luce come persino i grandi personaggi della storia abbiano avuto un legame con i ceci.

Ma la bellezza di questa vellutata non si limita alla sua storia affascinante. I suoi ingredienti, apparentemente semplici, offrono una serie di benefici per la salute. I ceci sono una ricca fonte di fibre, che promuovono la salute dell’intestino e del sistema cardiovascolare. Sono particolarmente adatti anche per chi soffre di celiachia, poiché sono naturalmente privi di glutine. Inoltre, sono ricchi di importanti minerali come il magnesio, il calcio, il fosforo e il potassio, così come di vitamina C e vitamine del gruppo B.

La Salvia: un’erba dal passato e proprietà curative

E poi c’è la salvia, l’altro protagonista di questa vellutata. La salvia è anch’essa conosciuta da millenni. Gli antichi Romani la chiamavano “officinalis” e le attribuivano un significato sacro. Celebravano persino un rito al momento del raccolto, che solo pochi eletti avevano il privilegio di officiare. La salvia ha attraversato epoche e culture, mantenendo la sua reputazione di erba aromatica preziosa e benefica.

Anche le foglie della salvia sono ottime alleate della nostra salute. Con i loro principi nutritivi e, soprattutto, grazie agli acidi fenolici e ai flavonoidi che contengono, alleviano tutti i disturbi tipicamente femminili, come la sindrome premestruale e le vampate di calore che caratterizzano la menopausa. In caso di malesseri gastrointestinali, la salvia è un ottimo calmante dell’intestino irritato e degli spasmi dell’apparato digerente.

Con le sue proprietà antisettiche e balsamiche, questa pianta può trattare con efficienza le patologie dell’apparato respiratorio come il raffreddore, la tosse, il mal di gola e la febbre. Insomma, la vellutata di ceci alla salvia è dunque un piatto che potete consumare per la gioia del palato e della vostra salute… Cosa aspettate a provare la ricetta?

Un focus sulle vellutate

Le vellutate sono un vero e proprio comfort food. Questi piatti, noti per la loro consistenza cremosa e avvolgente, offrono un comfort e un piacere che poche altre preparazioni possono eguagliare. Ecco perché le vellutate sono così amate da persone di tutte le età e sono spesso associate a momenti di coccola e benessere.

La loro consistenza vellutata, ottenuta solitamente attraverso la lavorazione dei vari ingredienti, dona una sensazione di calore e comfort appena si comincia a assaporarle. Le vellutate sono perfette per le giornate fredde o per quei momenti in cui si desidera un piatto avvolgente che possa riscaldare l’anima.

Inoltre, le vellutate possono essere personalizzate in molti modi, permettendo a ciascuno di scegliere i propri ingredienti preferiti o di adattarle alle proprie preferenze alimentari. Questa versatilità le rende adatte a tutti, e la possibilità di sperimentare con nuovi sapori e abbinamenti contribuisce a mantenere vivo l’interesse per questo comfort food.

Le vellutate sono anche considerate una scelta salutare, soprattutto quando preparate con ingredienti freschi e nutrienti. La sensazione di comfort che offrono è ulteriormente accentuata dalla consapevolezza di consumare un piatto che fa bene al corpo e alla mente.

In conclusione, le vellutate sono davvero dei comfort food straordinari, in grado di portare calore, soddisfazione e piacere in ogni boccone. Che si tratti di una vellutata di pomodoro, di ceci alla salvia o di qualsiasi altra variazione, queste pietanze sono un abbraccio culinario che vale la pena di gustare.

Ricette con i ceci ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi con fave e prosciutto

Gnocchi con fave e prosciutto, un primo dal...

Le mille proprietà delle fave Le fave sono dunque tra i protagonisti di questa ricetta a base di gnocchi. Il loro impiego è creativo e va oltre quelli che sono i canoni tradizionali, infatti non...

Timballo di crespelle con ricotta

Timballo di crespelle con ricotta, un primo piatto...

Timballo di crespelle: una sfiziosa ricetta a base di crespelle classiche Tra le peculiarità di questo timballo di crespelle, o timballo di crepes che dir si voglia, spiccano proprio le crespelle....

Pasta al pesto di bruscandoli (

Pasta al pesto di bruscandoli, un primo dall’aroma...

Parliamo del pesto di bruscandoli Vale la pena parlare dei bruscandoli, che sono l’elemento principale di questa pasta al pesto. A differenza di tante tipologie di pesto, i bruscandoli...