Come riutilizzare le bucce di arancia e mandarino

bucce di arancia
Stampa

Del cibo non si butta via niente: come riutilizzare le bucce di arancia

Riutilizzare le bucce di arancia non è solo un modo sensato per non gettare via qualcosa di estremamente prezioso: con queste possiamo profumare le nostre case e mettere da parte qualcosa che ci potrà essere d’aiuto in cucina. Forse non abbiamo mai pensato a quante declinazioni possano avere le bucce dei questi preziosi agrumi che Madre Natura ci ha messo a disposizione per fortificare il nostro sistema immunitario in autunno/inverno.

Le soluzioni sono tante, le alternative ancor di più: possiamo utilizzare queste bellissime e profumate scorzette color arancio come conserve in cucina, realizzare decorazioni per la casa o accessori per la persona…insomma riciclare le bucce di arancia significa davvero sfruttare al meglio qualcosa di insospettabilmente prezioso per la cucina, per la casa e per la persona.

Riutilizzo bucce di arancia in cucina: polvere di agrumi e base per i liquori

Uno degli ingredienti senz’altro più graditi per la preparazione dei nostri gustosi frollini mattutini è la scorza grattugiata di arancia/limone. Allora, non è forse un’ottima idea quella di preparacela in anticipo riutilizzando le bucce d’arancia? Lasciatele per qualche giorno a seccare vicino un calorifero, mettetele in un mixer e tritarle più finemente possibile. La polvere ottenuta, conservata in piccoli vasetti di vetro, potrà essere utilizzata per dolci o per aromatizzare lo zucchero.

polvere di bucce d'arancia

Riciclare le bucce degli agrumi per la preparazione di liquori è un metodo semplice per avere qualcosa di duraturo e genuino. I liquori durano praticamente a vita…un ottimo investimento se pensiamo che le bucce fresche sarebbero dovute finire nei cassonetti della spazzatura! Senza contare alla potente capacità digestiva dei liquori agli agrumi, immancabili nel periodo di compleanni e feste natalizie!

Riutilizzo bucce di arancia alternativo: candele, decorazioni e bijoux

Chi ama ingegnarsi mettendo a frutto la fantasia troverà straordinaria l’idea di riciclare le bucce dei preziosi agrumi per creare bellissime candele profumate per la casa. Basterà tagliare ad arte la buccia, in modo da conferire delle forme tondeggianti, riempirne la metà della cavità con lo stoppino con olio di oliva, in modo che lo stoppino sporga dal livello dell’olio per circa 5 mm. Belle decorazioni si ottengono anche ritagliando le bucce d’arancia a stelline, magari per addobbare l’albero di Natale!

Riutilizzare le bucce di arancia per uso personale è un’altra magica alternativa: chi ama i bijoux potrà creare dei bellissimi orecchini o braccialetti. In questo caso però per preservarne la durata nel tempo, sarà preferibile, dopo aver arrotolato le bucce e chiuse con uno stuzzicadenti, lasciarle seccare passandovi sopra la vernice protettiva ad acqua per fissarne la forma. Lasciamo asciugare bene e indossiamo i nostri capolavori…perché dei doni della natura non si butta via niente!

Buccia di mandarino disidratato

E con la Buccia di mandarino?

Non lo sapevo che la buccia di mandarino disidratata fosse una risorsa preziosa e  ricca di benefici per la salute. Le avevo sempre buttate…..Ho scoperto che le bucce di tutti gli agrumi possono essere riutilizzate in molti modi in cucina oppure per profumare gli ambienti di casa.L’importante è scegliere frutti biologici e non trattati.

La prima cosa è preparare le bucce del mandarino disidratate ed è molto semplice.E’ sufficiente sbucciare i mandarini con molta cura e essiccarle. Io uso l’essiccatore ma si possono essiccare con la stufa o con il forno. Una volta disidratate le ho ridotte in polvere. La polvere di mandarino si conserva per mesi in un barattolo di vetro ben chiuso, riposto in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

Le bucce del mandarino sono ricche di vitamine e di antiossidanti. Gli antiossidanti ci proteggono dagli effetti dannosi dei radicali liberi e aiutano a mantenere la salute più a lungo e ci garantiscono una migliore qualità della vita.

Sono ricche di fibre che aiutano il nostro intestino nel compiere i propri movimenti in modo regolare. Le fibre aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo e  di zuccheri nel sangue. Si pensa che aiutino a prevenire i problemi cardiaci e il tumore al colon.

Ma non è finita qui……….. sono un vero e proprio antinfiammatorio naturale e sono giudicate utili per prevenire l’invecchiamento del nostro organismo, l’infiammazione e il sopraggiungere di gravi malattie.

Come utilizzare la polvere di mandarino

In cucina questa polvere la potete usare per torte dolci e salate e sostituiscono le fialette di aromi per dolci e ne bastano piccole quantità per ottenere un profumo delizioso. Sono adatte anche per condire piatti come le macedonie di frutta o le insalate miste di stagione, ma anche negli stufati e nella preparazione delle salse di accompagnamento per i secondi piatti.

Ma si puo’ utilizzare la polvere di mandarino per la preparazione di cosmetici naturali fatti in casa. Serve per donare un buon profumo alle creme per le mani, per il viso e per il corpo. E’ottima per uno scrub delicato da dedicare al viso o al corpo, da sola o in aggiunta ad altri ingredienti, come lo zucchero o la farina di mandorle. Sono favolose nei pot-pourri per profumare le stanze della casa e gli armadi.

Un’ulteriore utilizzo puo’ essere la preparazione di una tisana. Versate due cucchiai di polvere in una tazza, riempitela con dell’acqua bollente e lasciate in infusione per un paio di minuti. Quindi filtrate, lasciate intiepidire e gustate la bevanda

Io mi sono preparata un bel barattolo e ho spremuto il succo e ho fatto un ottimo cake al mandarino

CONDIVIDI SU
19-11-2017
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti