Tramezzini alla frittata, paté di mandorle e pomodori

tramezzini alla frittata
Commenti: 0 - Stampa

Triangolini ricchi di gusto e salute: tramezzini alla frittata e paté di mandorle

Visto che la nostra cucina sembra da qualche anno a questa parte consacratasi al benessere e alla salute, anche questo fast food può essere facilmente rivisitato ed adattato in chiave vegan e salutistica. Allo scopo, abbiamo deciso di farcire i nostri tramezzini alla frittata, paté di mandorle e pomodori secchi, con insalatina e maionese vegana, ingredienti che di dannoso per il nostro benessere non hanno proprio nulla. Siamo lontani anni luce dai tramezzini americani pancetta e maionese.

Di idee per tramezzini fatti in casa per grandi e per piccini ce ne sarebbero davvero un’infinità. Queste piccole bontà si distinguono a colpo d’occhio da tutto il resto dei panini comunemente confezionati e venduti in commercio per la loro forma caratteristica e, dal punto di vista della consistenza, per la loro morbidezza che li rende graditissimi e adatti anche ai bimbi più piccini.

Tutta la bontà delle cose semplici ma originali

Questo delizioso finger food è adatto ad ogni occasione. Pensiamo a quanto possano questi morbidi triangolini farciti in mille gusti risultare adatti ad per un picnic fuori porta o per un buffet o come soluzione per un pasto veloce. I tramezzini golosi che andiamo a presentare oggi sono facili da preparare e si posso farcire con tantissime diverse combinazioni di ingredienti, tuttavia, per gli amanti dei cibi super-sano abbiamo pensato a mandorle, pomodorini secchi e maionese vegana.

I tramezzini alla frittata, paté di mandorle e pomodori secchi, con insalatina e maionese vegana mettono insieme proprio tutti: vegani; soggetti intolleranti al lattosio e al glutine; amanti dell’originalità a tavola senza alcuna privazione nel gusto. Questa fantastica combinazione di ingredienti rende i nostri morbidi triangolini farciti molto di più che un semplice ripiego per un’occasione di festa fuori casa, come il ferragosto, o per una pausa pranzo last minute.

Tramezzini alla frittata patè di pomodori secchi e mandorle IMG

Piccolo miracolo gastronomico: i tramezzini alla frittata, patè di mandorle e pomodori secchi

Gli abbinamenti e gli accostamenti di ingredienti per la farcia, resi possibili da questo soffice pane dalla simpatica forma triangolare, sono pressoché illimitati. Tutto pronto per sbizzarrirti e fare bella figura con i tramezzini gluten free senza lattosio?  Non ti occorre molto, solo tanto amore per i cibi fa da te sani, lontani anni luce da quelli già pronti disposti in bella presenza sui banchi di bar e supermercati.

Questi tramezzini acquistano una nota di sapore ancora più incisiva con l’impiego della maionese vegana, eccellenza di casa Nonna Paperina. Ti consigliamo di preparare in anticipo la maionese vegana da impiegare nella preparazione di questa bontà versatile e leggera. Allo scopo segui la nostra ricetta della maionese light…la più amata dal web:

Tramezzini alla frittata, paté di mandorle e pomodori secchi, con insalatina e maionese

Ingredienti per 8 tramezzini 

  • 50 g maionese,
  • 8 fette di pane bianco in cassetta consentito,
  • 5 cucchiai pomodorini secchi sott’olio,
  • 2 cucchiai farina di mandorle,
  • 4 uova,
  • 2 cucchiai latte di riso,
  • 1 pizzico abbondante di origano secco,
  • 2 cucchiai parmigiano reggiano grattugiato, stagionato 36 mesi,
  • q.b. sale e pepe nero,
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • Insalatina tenera, soncino oppure lattughino tenerissimo

Preparazione:

Per prima cosa preparate il paté di pomodori secchi, mettendo in un piccolo mixer i pomodorini secchi leggermente strizzati dall’olio di conservazione; unite la farina di mandorle, l’origano e tritate in modo da ottenere un composto morbido e spalmabile.

Qualora il composto dovesse risultare troppo duro, aggiungete qualche goccia d’olio extravergine. Tostate leggermente in forno per qualche minuto il pane in cassetta, poi lasciatelo raffreddare.
Mondate, lavate ed asciugate l’insalatina tenera e mettetela da parte. Preparate la frittata sbattendo in una ciotola le due uova con il parmigiano e il latte di riso, salando e pepando a piacere: ungete una piccola teglia quadrata di circa cm 18-20 di lato e versateci il composto di uova sbattute.

Infornate a 180° una decina di minuti per cuocere la frittata, facendola gonfiare ben bene. Una volta cotta, toglietela dal forno e lasciate raffreddare.
Ora componete i tramezzini: spalmate sul lato interno di quattro fette di pane un po’ di paté di pomodori secchi, adagiateci sopra dei quadrotti di frittata, un po’ di insalatina e chiudete con altre quattro fette di pane spalmate sul lato interno con un velo di maionese. Premete bene per sigillare i tramezzini, poi con un coltello ben affilato, tagliateli in due diagonalmente.

Così facendo otterrete 8 triangoli farciti. Si conservano in frigo mantenendo inalterati il loro sapore per massimo di due giorni.

5/5 (457 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Club Sandwich di cialde con mortadella

Club Sandwich di cialde con mortadella

Un club sandwich speciale. Il Club Sandwich di cialde con mortadella e crema al prezzemolo è una vera passione per mio figlio Stefano, sarà per i suoi tre strati? Per la sua golosità? Non lo so,...

polpette croccanti di pane

Polpette croccanti di pane, piselli e basilico

Tutta l’originalità delle polpette croccanti di pane, piselli e basilico! Queste polpette croccanti di pane, piselli e basilico rompono il mito secondo il quale esse debbano, per antonomasia,...

torta salata con ortiche e nocciole

Torta salata con ortiche e nocciole, una vera...

Una torta salata indimenticabile ed adatta a tutti. Questa volta, vi propongo una torta salata con ortiche e nocciole. Sono una grande fan delle torte salate. Ne faccio a bizzeffe, usando sempre...

madeleines con pomodori secchi

Madeleines con pomodori secchi, olive e timo a...

Una merenda morbida e gustosa adatta a tutti Se state cercando una ricetta che sia salata, senza glutine e senza lattosio per una merenda saporita e gustosa, le madeleines con pomodori secchi, olive...

Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero

Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero

Una variante fresca e sfiziosa della tradizionale ricetta spagnola Il Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero è una ricetta facile e veloce, che prende spunto dalla zuppa fredda originale...

Tartelletta di papaya con gelee di mango

Tartelletta di papaya con gelee di mango

Tartelletta di papaya con gelee di mango: un piatto per sorprendere tutti e preparatevi a festeggiare domani il Ferragosto in allegria Oggi vi voglio aiutare a sorprendere i vostri ospiti con un...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-07-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti