bg header

Succo di anguria e bacche di goji, una bevanda salutare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

succo di anguria e bacche di goji

Facciamo il pieno di succo di anguria e bacche di goji. Il succo di anguria e bacche di goji rappresenta una vera e propria spremuta di salute. Esiste più di una ragione per consumare l’anguria: quella principale è da ricercare nella presenza di licopene, una sostanza dimostratasi utile per la salute del cuore, per la bellezza della pelle e, soprattutto, per la prevenzione del cancro.

La presenza di licopene si evince dal bel colore rosso che caratterizza la polpa dell’anguria, proprio come ha luogo nei pomodori, anch’essi ricchi di questa preziosa sostanza dal potente valore antiossidante e nota per la sua innata capacità di proteggere il sistema cardiovascolare dai danni dei radicali liberi.

Succo di anguria e bacche di goji, una bevanda per proteggersi dai raggi UV

Inizialmente originaria dell’Africa, l’anguria è oggi uno dei frutti estivi maggiormente coltivati, sia per l’apprezzamento che riscuote da parte di adulti e bambini, sia per le sue dimensioni decisamente gratificanti a livello commerciale.

Il Cocomero o anguria è il frutto del Citrullus vulgaris, ora estesamente coltivata in tutta l’Europa Meridionale e in altri Paesi a clima caldo. Le varietà più apprezzate in Italia sono il cocomero di Faenza e di Pistoia (polpa rossa e seme nero), il cocomero napoletano (con semi biancastri) e il cocomero calabrese (grosso, polpa rossa molto zuccherina).

I cocomeri sono, in genere, sferici od ovoidali, del diametro di 15- 20 cm; il loro peso può arrivare fino a 4-5 kg. Hanno buccia liscia, verde all’esterno e bianca all’interno, mentre il colore della polpa varia dal rosso al bianco sporco a seconda delle varietà.

Si consumano nei mesi caldi e si apprezzano perché dissetano. La maggior parte delle varietà matura tra giugno e settembre. Evitate frutti eccessivamente maturi o immaturi o con parti deteriorate o ammaccate.

Refrigeratelo se molto maturo o consumatelo al più presto. È una buona fonte di vitamina A, e contiene anche vitamina C.

Il suo succo, dissetante e saziante, è tanto apprezzato che non sono pochi coloro che, dopo averne frullato la polpa, lo conservano in freezer così da poterlo gustare tutto l’anno.

Il succo di anguria e bacche di goji si rivela ottimo per proteggere la pelle dai possibili danni dei raggi UV: un bel bicchiere di questa spremuta di salute, bevuto prima di sottoporsi ai raggi solari (quindi al mare, in montagna, in settimana bianca, ecc.) garantisce una protezione supplementare contro la luce ultravioletta.

Recenti studi condotti hanno dimostrato che le persone che mangiano alimenti ricchi di licopene corrono un rischio inferiore di contrarre malattie cardiache. L’anguria poi, è ricchissima d’acqua e completamente priva di grassi, e questo va a grande beneficio di un’alimentazione sana e bilanciata.

Miniera di vitamina C e calcio

Un altro ingrediente di questa ricetta che merita la nostra digressione sono le bacche di goji, i piccoli frutti oggi divenuti popolari anche nel nostro paese negli ultimi anni. Particolarmente apprezzati e diffusi nella medicina cinese, meraviglierà sapere che essi fanno parte della stessa famiglia – quella delle Solanaceae – alla quale fanno capo anche la patata e il pomodoro.

Il succo di anguria e bacche di goji, per via della presenza di queste ultime, ha una valenza in termini nutrizionali a dir poco straordinaria. Per convincersene è sufficiente menzionare qualche valore: 100 mg di bacche di goji contengono infatti ben 306 mg di vitamina C e ben 112.50 mg di calcio, rivelandosi, quindi, un prezioso alleato per la salute delle nostre ossa e del nostro sistema immunitario.

Ingredienti per due/tre persone:

  • 600 g di polpa di anguria,
  • una manciata di basilico fresco,
  • 200 ml succo di basilico,
  • petali di boccioli di rosa essiccati,
  • una manciata di bacche di goji,
  • 1 cucchiaino di polvere di ginseng

Preparazione

Estraete il succo dal basilico con la centrifuga. Pulite l’anguria dalla buccia e dai semi e tagliate a pezzettoni. In un frullatore unite tutti gli ingredienti e azionate. Filtrate con un colino a maglie strette.

Versate in una brocca, o direttamente nei bicchieri, e decorate con foglioline di basilico fresco

Per un tocco in più

Usate il basilico viola invece di quello verde per avere uno strepitoso colore ancora più rosso nel succo e godere degli antiossidanti che fanno bene al cuore.

Cercate il basilico viola durante i mesi caldi nei mercati o fatelo crescere a casa in un vaso per le erbe!

5/5 (364 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cocktail leggero con azzeruoli

Cocktail leggero con azzeruoli per un aperitivo rinfrescante

Un focus sugli azzeruoli Gli azzeruoli sono frutti molto particolari e sono ideali per un cocktail leggero come questo. Un tempo erano molto consumati, poi caddero nell’oblio durante l’età...

bevanda al tamarindo

Una bevanda al tamarindo per rinfrescarsi con gusto

Come dolcificare la bevanda al tamarindo La bevanda al tamarindo è buona così com’è, soprattutto per chi ama i sapori intensi, aromatici e vagamente astringenti. Tuttavia, potete anche...

Frappe al gianduia

Frappè al gianduia, una versione che sa di...

Come fare un frappè perfetto? Ecco qualche trucchetto Preparare il frappè al gianduia è semplicissimo, basta versare tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare fino a quando non si ottiene...

logo_print