Risotto al persico e salvia: un piatto semplice e leggero

Un tris di colori: il risotto al persico e salvia

Il risotto al persico e salvia è una ricetta adatta a chi vuole preparare un menù Pasquale in apparenza semplice, ma di classe. Facile da preparare, prevede una difficoltà molto bassa e tempi di preparazione che si aggirano intorno ai 40 minuti. Servito con una spolverata di peperoncino, deve essere fumante e può essere “colorato” dallo zafferano.

Nutriente, proteico e facilmente digeribile, questa ricetta ben si sposa con i gusti delicati dei vostri commensali. L’aroma della salvia donerà a questa pietanza un gusto deciso e un’alta sazietà. Il risotto al persico e salvia è un piatto molto versatile che potrete preparare sicuramente durante tutta la stagione invernale, autunnale e primaverile. Inoltre, è abbinabile con un menù a base di pesce e manterrà alte le vostre aspettative non solo in tema di eleganza di presentazione, ma anche di un basso tasso di calorie.

Cosa sapere della salvia: tra credenze e proprietà nutrizionali.

Questo piatto utilizza un ingrediente fondamentale che incide sul risultato finale. L’ingrediente principe è costituito dalla salvia che regala al risotto al persico e salvia delle proprietà nutrizionali di non poco conto. La salvia è infatti conosciuta come una spezia molto leggera, da una percentuale di grassi pari allo zero e ha poche calorie perché 30 grammi di salvia contengono circa 100 calorie in cui ci sono il 40% di fibre.

Il risotto al persico e salvia ha un’alta digeribilità proprio grazie a questa spezia che già ai tempi dell’Impero Romano veniva considerata una pianta sacra perché capace di lenire malattie come febbre e tosse, ma anche capace di cicatrizzare ferite molto profonde. Oggi la salvia è un valido rimedio contro i problemi gastrointestinali, ma soprattutto contro la depressione e i disturbi mestruali. Una tisana alla salvia non solo riduce i dolori mestruali, ma cura l’insonnia.

Il Risotto al persico e salvia: come personalizzare la ricetta?

Questo piatto ricco di benefici nutrizionali allieterà la vostra tavola senza appesantire lo stomaco, per questo potete abbinarlo ad altri piatti o variare facendolo diventare un piatto molto più ricco. Il risotto al persico di salvia può essere arricchito di bottarga grattugiata oppure di una fonduta di gorgonzola. In questo modo il sapore sarà più inciso e la sua corposità più intensa.

Nel risotto al persico e salvia potete anche scegliere di preparare il pesce caramellandolo con aceto balsamico oppure sostituire il brodo vegetale con una zuppa di pesce molto ristretta. Il vino bianco secco è un must perché si abbina molto bene con il pesce e potete quindi scegliere tra un rosato, un Moscato oppure uno Chardonnay. Per una decorazione più d’effetto, potete anche aggiungere una cascata di noci o di nocciole.

Risotto al persico e salvia

Ingredienti:

  • 800 g di filetto di pesce persico
  • 320 g Riso Carnaroli
  • 1 lt Brodo vegetale
  • 1/2 Cipolla
  • 1 noce di Burro chiarificato
  • b. di foglie di salvia
  • b. di Farina di riso
  • 1/2bicchiere di vino bianco secco
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale

Preparazione:

Sbucciate la cipolla e affettatela a velo. Mettetela in una casseruola con l’olio e quando comincia a soffriggere aggiungete il riso. Fatelo tostare per alcuni minuti poi sfumatelo con il vino bianco. Quando il vino è evaporato bagnatelo con un mestolo di brodo bollente.

Portatelo poi a cottura per circa 18 minuti, aggiungendo, poco per volta, il restante brodo.

Infarinate uno alla volta i filetti di pesce persico e metteteli su una teglia foderata di carta forno, cercando di non sovrapporli.

Preriscaldate il forno a 200 °C (ventilato) e cuocete i filetti di pesce persico per 10 minuti. Passateli poi in modalità grill per altri 5 minuti. Non lasciatele troppo in forno per evitare che si secchino eccessivamente

In una padella sciogliete una noce di burro, aggiungete le foglie di salvia e fatele appena appassire, cuocendo finché il burro diventa color nocciola.

Versate il riso nei piatti, disponetevi sopra i filetti dorati e irrorate tutto con il burro nocciola. Servite subito.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *