Risotto alla barbabietola e salmone: un piatto dal sapore unico e avvolgente

Tempo di preparazione:

State cercando un primo speciale? Ecco il risotto alla barbabietola e salmone

Il risotto alla barbabietola e salmone è un primo piatto capace di conquistare anche i palati più esigenti. Infatti, vanta dell’unione di due sapori davvero particolari: quelli dei due ingredienti principali. A primo impatto, molti non direbbero che la barbabietola e il salmone sono un’ottima accoppiata ma, una volta assaggiata questa pietanza, chiunque può cambiare idea!

Due gusti così speciali si uniscono alla perfezione, regalando anche una vasta quantità di effetti benefici per l’organismo e un valore nutrizionale incomparabile. Con queste anticipazioni, andiamo a dare un’occhiata più da vicino a questi due ingredienti: troverete tante ragioni in più per provare questo piatto al più presto!

Risotto alla barbabietola e salmone: nutrimento a volontà…

La barbabietola è uno dei protagonisti di questo piatto, sia a livello di sapore che per quanto riguarda gli effetti positivi che può regalarci per la nostra salute. Ricca di ferro, calcio, magnesio, selenio, rame, fosforo, manganese, zinco e potassio, ma anche di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C e J, si rivela un alimento rimineralizzante, depurativo, antiossidante, disintossicante ed energetico.

Secondo le ricerche, questo ingrediente del risotto alla barbabietola e salmone è persino un ottimo antitumorale ed è capace di contrastare la depressione e di proteggere il sistema cardiocircolatorio. Tuttavia, è utile considerare che, essendo ricco di zuccheri, va consumato con moderazione in particolare da parte dei diabetici. Oltre alla barbabietola, abbiamo ovviamente anche un altro protagonista: il salmone.

Quest’ultimo ci offre un’elevata quantità di omega-3; di vitamina D, B6 e B12; e di minerali come selenio e fosforo. Povero di sodio e capace di proporre un moderato apporto calorico, questo alimento è un vero e proprio toccasana per il nostro organismo: le sostanze che contiene sono perfette per proteggere il cuore e tutto l’apparato circolatorio, per rafforzare le ossa, per promuovere la salute della pelle, per prevenire numerose malattie e molto altro.

L’importanza della scelta degli ingredienti per il risotto alla barbabietola e salmone

Per preparare questa ricetta nel modo giusto e per godere delle sue tantissime proprietà nutrizionali e organolettiche, è fondamentale selezionare gli ingredienti con molta cura. Pertanto, il primo suggerimento consiste nel prediligere un riso di qualità e adatto alla preparazione dei risotti. Per quanto riguarda la barbabietola, è importante invece scegliere un prodotto fresco e biologico. Lo stesso vale per il pesce e, a questo proposito, vi suggeriamo il Salmone Affumicato Kinglas di Loch Fyne.

Quest’ultimo è un ingrediente che si presta perfettamente alla preparazione del risotto alla barbabietola e salmone: non è troppo salato e viene affumicato utilizzando il legno di vecchie botti di whisky e facendo in modo che non venga offuscato né il gusto né il profumo del pesce. Questa speciale affumicatura dona all’alimento un particolare valore aggiunto e un sapore inconfondibile. In pratica, dalle acque dell’Atlantico alle nostre tavole, il Salmone Kinglas si rivela una scelta pregiata, di classe e di elevata qualità.

Gli ingredienti migliori vi aiuteranno a portare in tavola un risotto perfetto! Pertanto, non dimenticate di fare sempre la scelta giusta.

Ingredienti per 4 persone

  • 360 g di riso carnaroli Riserva San Massimo
  • 160 g di barbabietola
  • 160 g di salmone scozzese Loch Fyne
  • 150 g di stracchino Accadi
  • 1 scalogno
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • q,b, di olio extravergine d’oliva
  • q.b. brodo vegetale
  • q.b. sale

Preparazione:

Tagliate il salmone ¾ a dadini e ¼ a fettine per la decorazione finale.

Mondate e pelate le barbabietole. Tagliatele a tocchetti . Cuocete a vapore per circa 20 minuti. Lasciate intiepidire prima di ridurle in purea con un frullatore a immersione

Affettate lo scalogno. Fate un soffritto leggero con un filo d’olio e tostate il riso per qualche minuto a fiamma vivace prima di sfumare con il vino bianco. Proseguite la cottura aggiungendo man mano il brodo.

A metà cottura aggiungete la purea di barbabietola e i dadini di salmone e ultimate la cottura-

Spegnete il fuoco. Mantecate con lo stracchino e servite con delle fettine sottili di salmone fresco

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *