Ravioli ai porcini con Castelmagno e pinoli

Ravioli ai porcini con Castelmagno

Ravioli ai porcini con Castelmagno e pinoli: un primo piatto che conquisterà i vostri ospiti

I ravioli ai porcini con Castelmagno un piatto che non appena arriva in tavola incanta i commensali con il loro profumo, frutto di un’attenta selezione degli ingredienti. Oggi voglio parlarvi di un piatto così, di un primo che, vi assicuro, verrà ricordato per la sua bontà e per lo straordinario mix tra sapori diversi. I ravioli ai porcini con Castelmagno e pinoli perfetti per chi soffre d’intolleranza al glutine, questo primo è ideale per un ottimo pranzo in una giornata fredda, dove si ha solo voglia di sedersi a tavola e di scambiare qualche piacevole chiacchiera con le persone care, ovviamente davanti a qualcosa di buono.

Sono momenti di questo tipo a rendere speciale l’amore per la cucina, a fare sì che l’impegno ai fornelli diventi un modo per stare bene davvero e per aiutare anche chi si ama a stare meglio e a godere delle bellezze che la vita ci mette davanti ogni giorno, tra le quali c’è anche il cibo con le tante ricette come questa

Castelmagno, un formaggio dalla storia molto antica

Il Castelmagno è un formaggio a pasta semidura che si presta a tantissime preparazioni. Molto interessante è anche la sua storia, particolare fin dal nome. Sulla sua origine ci sono diverse ipotesi.

C’è chi pensa che derivi dal santuario di San Magno, dove un soldato romano venne barbaramente martirizzato e chi, invece, lo lega all’imperatore Carlo Magno che, secondo la leggenda, fu un grande estimatore di questo formaggio. Tra le grandi personalità che lo apprezzarono sembra che ci fossero pure i papi di Avignone.

ravioli ai funghi porciniAlla scoperta delle proprietà dei pinoli

I pinoli sono spesso sulle nostre tavole e non solo in primi piatti come questi ravioli ai porcini con Castelmagno e pinoli.

Purtroppo non ci rendiamo conto di quanti siano benefici! Conoscere le loro proprietà è importante ed è bene iniziare a farlo citando l’alto contenuto di vitamine, una peculiarità che li rende molto efficaci quando si tratta di tenere sotto controllo l’azione dei radicali liberi e di contrastare l’invecchiamento.

Fondamentale è anche la presenza della luteina, una sostanza che contribuisce a mantenere efficiente la vista.

Molto rilevante è anche l’azione dell’acido pinoleico, una sostanza che fornisce energia evitando di dare spazio agli attacchi di fame. Piccoli ma ottimi per la salute questi pinoli!

Ed ecco la ricetta per i ravioli ai porcini con Castelmagno e pinoli:

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr di tortellini Balanzoni di Gustamente
  • 300 gr di porcini freschi
  • 80 gr di formaggio Castelmagno
  • 2 cucchiai di pinoli di cedro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Mettete lo spicchio di aglio schiacciato a rosolare con l’olio, aggiungere i porcini tagliati a tocchetti rosolate a fuoco alto per un paio di minuti.

Togliete l’aglio e aggiungete mezzo bicchiere di acqua e cuocete per una decina di minuti nel caso aggiungete poca acqua poco prima della fine della cottura aggiungete sale e pepe.

Nel frattempo mettete i ravioli a cuocere in acqua bollente, appena pronti metteteli nella casseruola con i porcini saltate velocemente e impiattate aggiungendo i pinoli, qualche scaglia di formaggio Castelmagno e servite.

5/5 (329 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Corzetti con porcini

Corzetti con porcini, un primo rustico e raffinato

Corzetti con porcini, un primo ricco ma leggero I corzetti con porcini sono un primo piatto che riconcilia con la più antica tradizione italiana, infatti sono realizzati con ingredienti semplici,...

Minestrone con finocchi e cavolfiore

Minestrone con finocchi e cavolfiore, un primo leggero

Minestrone con finocchi e cavolfiore, quando un piatto classico è anche buono Il minestrone con finocchi e cavolfiore è un primo tradizionale, ossia la classica ricetta semplice da realizzare e in...

Mafalde con camembert e broccoletti

Mafalde con camembert e broccoletti, un primo cremoso

Mafalde con camembert e broccoletti, il segreto è nella pasta Le mafalde con camembert e broccoletti sono una splendida idea per un primo piatto fuori dall’ordinario, che coniuga gusto e...

Zuppa thai con pollo e cocco

Zuppa thai con pollo e cocco, una delizia...

Zuppa thai con pollo e cocco, in diretta dalla cucina thailandese. La zuppa thai con pollo e latte di cocco (Tom Kha Gai ) è un primo piatto dalla texture vellutata, dal gusto complesso ma adatto a...

Crema di patate e cavolfiori

Crema di patate e cavolfiori, piatto elegante e...

Crema di patate e cavolfiori, un primo tra il rustico e il gourmet La crema di patate e cavolfiori è un primo piatto molto particolare. Lo si può notare dalla lista degli ingredienti, che propone...

Zuppa di broccoli con latte di cocco

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un...

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un primo vellutato La zuppa di broccoli con latte di cocco e semi di zucca è un primo piatto molto apprezzato, nonché una rivisitazione della classica zuppa...

30-12-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti