Malloreddus con sugo di tofu : appaga vista e palato

Tempo di preparazione:

Il piatto leader della tradizione sarda

Si dice che in cucina prevale la fantasia e che solo essa è in grado di sortire risultati appaganti.

Se questo assunto è senz’altro vero, non è facile guadagnare a tavola successo e gratificazione, perché è arduo trovare il giusto equilibrio tra gli ingredienti e verificare, optando per quelli più insoliti, la loro più appropriata combinazione.

Più comunemente noti come gnocchetti sardi, i malloreddus ben si prestano ad esempio alla preparazione di piatti gustosi che, se accompagnati da creme e sughi, possono assumere un sapore deciso ed intenso e sono la massima espressione della nostra cucina mediterranea, basata principalmente sulla coltura del grano.

Da sempre considerati il piatto tradizionale più preparato in Sardegna, i malloreddus sono da sempre stati protagonisti nelle tavole nelle occasioni più importanti, quali feste, sagre di paese, matrimoni, preparati rigorosamente in casa dalle massaie.

Tofu: l’imbattibile alleato della salute del nostro cuore

Più comunemente noto nell’ambito della cucina vegana, il tofu si rivela un’importante sorgente di proteine di origine vegetale. Ricco di aminoacidi essenziali tra i quali, i più noti, il triptofano e la valina, il tofu deve il suo successo in cucina per avere, a differenza di alimenti proteici di origine animale, come la carne, le uova e i formaggi, un quantitativo calorico molto ridotto che si aggira solo sulle 80-100 Kcal per 100 gr.

Ciò che caratterizza il tofu è la presenza di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, i cosiddetti grassi “buoni” che inibiscono la presenza del colesterolo, considerato tra le principali cause dell’insorgenza di patologie cardiovascolari.
Il tofu gode inoltre di un elevato contenuto di valide sostanze antiossidanti, nonché di calcio e minerali quali potassio, ferro e fosforo. Ottimo il suo basso tenore di sodio.

Malloreddus con sugo di tofu per stupire

Il tofu ben si combina con spezie di ogni tipo, per via del suo sapore tutto sommato neutro.

Tra le tante che ne favoriscono una buona combinazione rientra lo zafferano, il cui contenuto, particolarmente elevato, di antiossidanti rende giustizia al suo vasto utilizzo in cucina.

Lo zafferano è una spezia molto popolare in Italia, dove viene usato per preparare tantissime ricette genuine. In tavola le sue applicazioni culinarie sono davvero infinite: si va dai risotti alle insalate, dalla carne ai dolci.

Eccezionale antitumorale ed anti-age, la sua assunzione contribuisce a mantenere le cellule del nostro organismo giovani, contrastandone l’invecchiamento.

Esso consente altresì la benefica accelerazione del metabolismo grazie alle elevate percentuali di vitamina B1 e B2 in esso contenute che stimolano la distruzione dei grassi e consentendo di restare in forma senza troppi sforzi.

Malloreddus con sugo di tofu : una ricetta alternativa

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di malloreddus
  • 1 panetto di Tofu Bio al naturale Granarolo
  • 150 gr di gherigli di noci
  • 8-10 foglioline di salvia
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Preparazione

Lavate la salvia. Sbucciate lo spicchio di aglio. Versate il tofu nel bicchiere del frullatore e aggiungete le noci, le foglie di salvia e l’aglio. Aggiungete a filo l’olio e continuate a frullate. Aggiustate di sale

Lessate la pasta e scolate al dente prima di farla saltare in padella per qualche minuto a fiamma vivace con la crema ottenuta.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *