Farina di arachidi, proteine, vitamine e sali minerali

farina di arachidi
Commenti: 0 - Stampa

La farina di arachidi è un prodotto derivante dalla lavorazione dell’’arachide (Arachis hipogaea). E’ una pianta erbacea originaria del Sud America che, così come la conosciamo oggi, ha una probabile origine dall’ibridazione dell’Arachis duranensis e dell’Arachis ipaensis.

Generalmente conosciuta come nocciolina americana, va però specificato che l’arachide è una leguminosa e non una noce nel senso comune del termine.

Ciò che viene consumato è il seme, che si sviluppa e giunge a maturazione sotto terra. Proprio per questo motivo sono anche conosciute come nocciole di terra o ceci di terra.

In cima alla lista dei paesi produttori di arachidi, e dei relativi derivati, sono la Cina e l’india che,da sole, soddisfano quasi il 50% della richiesta modiale di questo prodotto.A seguire compaiono la Nigeria e gli Stati Uniti.

Solitamente consumate come snack, si trovano in commercio sia con il guscio che sgusciate, spellate e molto spesso salate, ma dall’arachide vengono ottenuti derivati largamente utilizzati come la farina d’arachidi, il burro d’arachidi, l’olio di arachidi, la granella di arachidi.

La farina di arachidi, anche prodotta in maniera casalinga.

La produzione industriale prevede una macinatura delle arachidi dopo un attento processo di pulitura, selezione e tostatura dei semi.

Diversamente, a casa si procede utilizzando un mixer, tritando finissime le arachidi tostate che si trovano facilmente in commercio (rigorosamente non salate), private del guscio e della leggera buccia che avvolge il seme.

La farina di arachidi ha un gusto che ricorda quello delle arachidi tostate ed è quindi particolarmente incisivo.

Spesso viene utilizzata come ingrediente nella produzione di prodotti dell’industria dolciaria, nella quale viene considerata come intensificatore di sapidità e come coadiuvante per la conservazione.

Molti altri alimenti che derivano da una produzione industriali contengono farina di arachidi. Tra i più conosciuti possiamo elencare: barrette energetiche ai cereali, mix pronti per condimenti, glasse, e alcuni prodotti per l’infanzia.

Un largo utilizzo di questa farina, grazie alle sue importanti proprietà nutritive, viene impiegato anche negli allevamenti di diverso tipo di bestiame (avicoli e ittici compresi).

Naturalmente senza glutine

Completamente priva di glutine, la farina di arachidi fornisce un grande apporto proteico, vitaminico e di sali minerali. Nelle arachidi sono presenti  molte vitamine e moltissimi sali minerali.

Notevole sono anche la quantità di fibre e di calorie fornite da questo prodotto così semplice, ma così ricco.

Nonostante il grande vantaggio di essere gluten free, è necessario porre particolare attenzione riguardo all’aspetto delle allergie che le arachidi, e in conseguenza la farina prodotta con esse, possono provocare.

Va ricordato che le arachidi, come tutta la frutta secca, contengono nichel, e sono pertanto sconsigliate a chi soffre di intolleranza o allergia a questo metallo.

Recenti studi parlano di aumento di allergia alimentare alle arachidi in tenera età. La somministrazione di questo alimento (come seme, farina o altro derivato) viene sconsigliato prima dei tre anni, e va comunque introdotto con cautela nella dieta dei bambini.

Reazioni allergiche alle arachidi possono avvenire prima di tutto per ingestione, ma anche per inalazione e contatto, provocando effetti immediati più o meno gravi.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Farina di cicerchia

Farina di cicerchia, un ingrediente da rivalutare

Cos’è la farina di cicerchia e quali sono le sue caratteristiche La farina di cicerchia è un ingrediente poco impiegato nella cucina italiana. Il motivo è semplice in quanto ad essere poco...

Mais Rostrato Rosso

Mais Rostrato Rosso di Rovetta, una varietà pregiata

Le origini del mais Rostrato Rosso di Rovetta In questo spazio vorrei parlare del mais Rostrato Rosso di Rovetta, un prodotto tipico della nostra terra e che solo ora, dopo più di un secolo dalla...

farine in casa

Silenzio si macina: come e perché farsi le...

Preparare le farine in casa è sempre una buona idea! Forse non avevate mai pensato di preparare le farine in casa, anche perché al supermercato le troviamo tutte (o quasi) già pronte. Tuttavia,...

farina di mais blu

Farina di mais blu: un benessere psico-fisico  

Scopri perché dovresti mangiare la farina di mais blu La farina di mais blu è un prodotto davvero speciale, non convenzionale, che il mercato ha messo a disposizione a tutti noi consumatori...

Farina di mais bianco

Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in...

Le imperdibili proprietà nutrizionali della farina di mais bianco Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in cucina. Il mais bianco è una vera panacea per chi ama la cucina fai da te sana e...

gofio

Gofio, anche senza glutine: ne avete sentito parlare?

Il gofio senza glutine, un alimento tutto da scoprire Il gofio senza glutine, che per l’esattezza si chiama “Gofio Canario”, è un alimento che la Commissione Europea ha incluso nel suo...

30-10-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti