Quadrotti al grano saraceno e mandorle

Tempo di preparazione:

Dolcetti salutari e gustosi? Ecco i quadrotti al grano saraceno e mandorle con confettura e succo di mirtilli neri

Se siete alla ricerca di una nuova ricetta in grado di allietare la vostra colazione e permettervi di mangiare sano, sappiate che i quadrotti al grano saraceno e mandorle con confettura e succo di mirtilli neri si rivelano la soluzione perfetta, sia per gli adulti che per i bambini. Sono dolcetti genuini, morbidi e deliziosi, valorizzati dal sapore e dai nutrienti della marmellata di mirtilli.

Se amate questi ingredienti o se avete voglia di sperimentare una nuova ricetta, il consiglio è di provare al più presto a preparare i quadrotti, per poi gustarli a colazione, ma anche a merenda o come dessert dopo pasto. A questo proposito, ecco tanti buoni motivi per portarli in tavola in qualunque periodo dell’anno.

Tutte le peculiarità dei quadrotti al grano saraceno e mandorle con confettura e succo di mirtilli neri

L’ingrediente principale di questa ricetta è sicuramente il grano saraceno. Se non l’avete mai assaggiato, non abbiate paura: i vostri dolcetti saranno ancora più saporiti! Sì, esatto. Avranno più sapore. Infatti, noi siamo prevalentemente abituati ai dolci e prodotti di forno preparati con la farina bianca che effettivamente non ha molto sapore. Per questo motivo, durante la preparazione vengono aggiunti altri ingredienti non troppo salutari e spesso in elevate quantità.

Tuttavia, per preparare i quadrotti al grano saraceno e mandorle con confettura e succo di mirtilli neri, non avremo bisogno di utilizzare grandi dosi di alimenti per insaporire il dolce: il grano saraceno è già molto saporito di per sé. Inoltre, grazie alle mandorle e alla marmellata, non ci sarà bisogno di riempire la nostra colazione di alimenti troppo grassi, raffinati o inutili. A parte questo, dobbiamo considerare anche che questo grano è una ricca fonte di fibre e carboidrati.

Le fibre vi aiuteranno a prolungare il vostro senso di pienezza (vi sentirete sazi per molto più tempo e non avrete bisogno di snack fra un pasto e un altro), ad ottimizzare l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi da parte del corpo e a regolarizzare i transiti intestinali. I carboidrati contenuti nel grano saraceno non vi faranno ingrassare: essi fanno parte dei carboidrati buoni, ovvero quelli che si trasformano in energia e che possono essere bruciati con estrema facilità.

Gli altri ingredienti principali dei quadrotti al grano saraceno e mandorle con confettura e succo di mirtilli neri

Come abbiamo detto, gran parte del merito del sapore unico di questi quadrotti va anche alle mandorle. Tuttavia, è utile considerare che non sono solo gustose: offrono anche tante vitamine, minerali, antiossidanti e omega3. Questo vuol dire che ci possono aiutare a promuovere la salute dell’apparato cardiocircolatorio, della pelle, dei capelli, delle ossa, del cervello e non solo. Sono un vero toccasana e per questo gli esperti ci consigliano di mangiarne una manciata ogni giorno.

Ma qual è l’ultimo ingrediente della ricetta dei quadrotti al grano saraceno e mandorle con confettura e succo di mirtilli neri da non sottovalutare? Ovviamente, i mirtilli. In questo caso, sono presenti sia nella bevanda che nella marmellata. Si tratta di frutti estremamente energetici e nutrienti. In particolare, essendo ricchi di vitamina C, ci aiutano a rinforzare il sistema immunitario, a stimolare la circolazione e a proteggere i vasi sanguigni.

In pratica, si tratta di una colazione tutta da gustare e capace di regalarci importanti benefici per la salute. Una volta che avrete preparato questo dolce, sicuramente non ne potrete fare più a meno!

Ingredienti per 30 quadrotti:

  • 100 g di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 30 g di latte di riso Granarolo
  • 100 g di farina di grano saraceno
  • 50 g di farina di mandorle
  • 50 g di polpa di avocado maturo
  • 2 cucchiaini rasi di bicarbonato
  • Confettura di mirtilli neriSucco di mirtilli neri per accompagnare

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180 gradi.
Montate l’uovo con lo zucchero di canna, unite la polpa di avocado schiacciata, il latte e mescolate.
Unite gradualmente anche le farine e il bicarbonato, amalgamate bene.
Versate l’impasto in uno stampo da mini brownies o uno stampo da 20×30 cm.
Infornate, fate cuocere per circa 15 minuti.
Sfornate, fate raffreddare ed eliminate dallo stampo.
Se avete utilizzato uno stampo grande tagliate in quadrotti da circa 4 cm di lato.

Servite con confettura e succo di mirtilli neri.

 

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

2 commenti a “Quadrotti al grano saraceno e mandorle

  1. Mariangela

    Ciao, piacere conoscerti!

    Volevo farti i complimenti per questo raffinatissimo blog.. trovo che si distingua notevolmente dai classici siti di ricette. In particolare per l’attenzione che dedichi alle intolleranze ma anche al più ‘semplice’ desiderio di nutrirsi bene e in maniera sana! :) Bravissima

    A proposito di alimentazione equilibrata, mi sono imbattuta in questa ricetta che vorrei assolutamente ripetere, visto l’adorazione che nutro per la farina di grano saraceno. Volevo però sapere se mi consigli di sostituire la polpa di avocado (che immagino usi come fonte di grassi) con dell’olio di semi e in che quantità.

    Cari saluti e a presto

    1. Tiziana Colombo Autore articolo

      Ciao Mariangela dovrei provare a rifarla per darti il giusto consiglio. Se ci riesco lo faccio presto. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *