Farina di lupini, una valida alternativa

farina di lupini
Stampa

La farina di lupini è straordinariamente ricca di proteine (fino al 40%) e di fibra alimentare (30%) ha, invece, un basso contenuto di grassi (6%) e ha una bassissima quantità di amido, quindi, un basso indice glicemico.

Queste le caratteristiche principali della buona e sana, quanto sconosciuta, farina di lupini che in termini di benefici nutrizionali è una fantastica alternativa, a patto che, come del resto per molti altri alimenti vegetali, sia senza OGM.

Per molti i lupini sono dei piccoli legumi gialli da sgranocchiare a fine pasto o davanti alla TV, in realtà sono molto di più, nascondono, infatti, una serie di preziose proprietà benefiche e un profilo nutrizionale di tutto rispetto e, poi, appunto da essi si ricava una farina gustosa e molto versatile, utile non solo nelle cucine dei vegani.

Ma cosa si prepara con la farina di lupini? Tutto, o quasi.

Si possono ottenere varie tipologie di pane e prodotti da forno e, proprio come la farina di soia, si può impiegare in varie ricette vegetariane e vegane.

Considerando l’alto contenuto di proteine può essere una valida alternativa ai cibi di origine animale e non dimentichiamo un’altra caratteristica fondamentale: non contiene glutine.

Tuttavia, un’altra proprietà della farina di lupini suscita molto interesse: alcuni studi hanno evidenziato come i lupini, così come la farina che si ricava, possano avere un ruolo nell’ostacolare gli effetti negativi dell’obesità e della sindrome metabolica.

Una sana alternativa

Quest’ultima comprende un insieme di fattori come la pressione alta, l’insulino-resistenza e l’elevato colesterolo nel sangue. Ecco perché:

  • Mantiene il senso di sazietà più a lungo. Chi ha consuma cibi a base di farina di lupini, ha riscontrato una diminuzione significativa della fame tra i pasti.
  • Il ridotto indice glicemico contribuisce al controllo dei livelli di zucchero nel sangue.
  • Controlla il colesterolo nel sangue grazie alla grande quantità di fibre. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato che le proteine contenute nei lupini svolgono un’azione sui profili sierici dei lipidi, stimolando le cellule del fegato a eliminare il colesterolo LDL.
  • Abbassa la pressione sanguigna: I lupini sono una delle migliori fonti naturali di arginina, un aminoacido pensato per migliorare le prestazioni dei vasi sanguigni. Recenti studi hanno indicato i lupini come un alimento consigliato nelle diete dei soggetti con ipertensione.

L’avreste mai detto che i lupini possiedono tutte queste straordinarie proprietà? Scommetto che da oggi li guarderete con occhi diversi!

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


25-09-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti